Difficoltà ad essere felice

Inviata da Elena · 22 lug 2015 Autorealizzazione e orientamento personale

Salve, non è la prima volta che scrivo su questo forum. Ho già parlato della mia difficoltà ad essere me stessa, di sopportare le critiche della mia famiglia. Beh visto che siamo in vacanza tutti insieme ho detto chiaramente che ognuno cerca il suo modo di essere felice, che non per tutti è uguale. Io non ci tengo all'appiccicamento alla famiglia e non mi piace dovermi sempre adattare a loro... Mi è stato risposto: come sei fatta tu a noi ci fa soffrire, non sei presente e non sei affettuosa e noi ne abbiamo bisogno!
Davanti a questa affermazione sono rimasta di sasso. Non credo che ci sia una soluzione a questo, non credo proprio. Solo che da un fidanzato che ti fa questi ricatti puoi mollarlo, la tua famiglia no :(
Devo escluderli totalmente dalla mia vita?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 23 LUG 2015

Gentile Elena,
i rapporti con i famigliari e le dinamiche che con essi si vengono a creare sono spesso conflittuali e faticosi da gestire. Era importante per lei esprimere il suo punto di vista ed il suo desiderio di essere felice con le modalità che ritiene più opportune ed ha avuto molto coraggio a prendere in mano la situazione e parlarne con i suoi genitori. Si tratta di una comunicazione forte che necessita di essere metabolizzata e che di impulso ha indotto i suoi genitori a reagire attaccando. Non agisca d'impulso ora...datevi tempo per fare vostro questo cambiamento e rimanga coerente con se stessa.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Stefania Valagussa

Dott.ssa Stefania Valagussa Psicologo a Concorezzo

251 Risposte

1050 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 LUG 2015

Salve Elena,credo che sia fondamentale che lei rispetti prima di tutto se stessa! Ascoltandosi profondamente cerchi di capire di cosa ha bisogno e cosa la rende felice e non esiti, con calma ed accoglienza, a comunicarlo ai suoi genitori. Essi potranno comprendere, accettare o meno, questo non è responsabilità sua, ma non dimentichi mai che se lei per prima accetterà la sua natura e sarà accogliente verso se stessa, questa accoglienza la trasmetterà anche alle persone con le quali parla e quindi anche ai suoi genitori. Non credo sia l'esclusione la soluzione, ma il dare gli elementi per capire, poi gli altri ne fanno l'uso che ritengono più opportuno.
Cordialmente Dott.ssa E. Poli

Dott.ssa Elenia Poli Psicologo a Dozza

19 Risposte

27 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 LUG 2015

Buongiorno Elena,
i rapporti con i famigliari sono spesso difficili da gestire. Cerchi di spiegare ai suoi genitori cosa per lei significa essere felice, rimanga fedele a se stessa, senza tradire i suoi bisogni, confrontatevi su questo, credo che la sua coerenza possa essere apprezzata.
Buona fortuna
Dott.ssa Monica Salvadore

Dott.ssa Monica Salvadore Psicologo a Torino

369 Risposte

869 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 LUG 2015

Carissima Elena,
avere il coraggio di spiegarsi è sempre un buon approccio, purtroppo non sempre funziona.
Escludere la Sua famiglia dalla sua vita non credo che sia una soluzione, sebbene possa comprendere che le difficoltà di relazione con la stessa le facciano intravvedere il distacco fisico come l'unica soluzione possibile.
Trovare la propria modalità di vita seguendo il proprio desiderio è legittimo, ma come Lei esprime il Suo, la Sua famiglia le sta chiedendo di comprendere ciò di cui essi hanno bisogno. Accade spesso: Lei avanza una richiesta, poter vivere a modo suo, e loro controbattono con ciò che vorrebbero, affetto.
E' curioso però che nonostante le sue decisioni è come se sentisse di avere il bisogno della loro approvazione e del loro consenso. Forse questo potrebbe essere un punto di partenza su cui riflettere con un terapeuta, con il quale lavorare anche per trovare un'alternativa all'allontanamento.

Un caro saluto
Dott.ssa Daniela Fornari

Dott.ssa Daniela Fornari Psicologo a Iseo

395 Risposte

444 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 LUG 2015

I rapporti fra genitori e figli sono spesso conflittuali. Come padre, oltre che come psicologo, le posso dire che egoisticamente noi genitori vorremmo che i figli stessero sempre con noi. Ma ci rendiamo conto che questo non è possibile e che prima o poi, come è giusto, i figli seguiranno la loro strada e noi dobbiamo lasciarli andare. No, non deve escluderli dalla sua vita. Assolutamente no. Rimarranno, che lei lo voglia o no, i suoi genitori e se stanno sbagliando è solo per il troppo amore che provano per lei. Questa situazione che lei descrive in genere si evolve in maniera naturale senza traumi. Perché aggravarla come lei dice di voler fare? Ci parli, gli faccia capire che lei li ama, ma che ha anche bisogno della sua libertà. Non so quanti anni lei abbia, perché questo ha la sua importanza. Ma troncare il rapporto con i suoi genitori è la cosa più sbagliata che possa fare. Le mancheranno, eccome se le mancheranno!!

Dott. Sergio Rossi Psicologo a Spoleto

190 Risposte

112 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 LUG 2015

Cara Elena,
sei stata molto coraggiosa a spiegare alla tua famiglia il tuo diritto ad essere felice a modo tuo, brava!

Prevedibilmente, questo ha smosso un pò le cose e hanno scelto di difendersi accusandoti. Non è necessario escluderli e nemmeno lasciare che influenzino la tua vita.

Ora che sei riuscita a parlare del diritto di essere te stessa, tieni duro. Non lasciarti prendere da dubbi o paure. Se ti comporterai in modo coerente a quello che sei, molto probabilmente sarà apprezzato.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2152 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 LUG 2015

Gentile Elena,
la problematica che lei riporta, così come la descrive in questa sua richiesta, appare molto sovraordinata e generale.
Traspare molta sofferenza da parte sua ed un grande dilemma che, per quel che ho compreso, mi verrebbe da riformulare così (azzardando un ammorbidimento della sua domanda finale): quali sono gli spazi di manovra che posso avere in una famiglia che mi fa notare una serie di mancanze?
E' una domanda su cui la inviterei a riflettere.
Ci sono degli aspetti, anche marginali, in cui sente di poter trovare un canale di contatto con i suoi genitori? Qualcosa in cui sente di poter coinvolgerli ed essere lei stessa coinvolta?
Ci pensi.
Rimango a disposizione,
Dott.ssa Ilaria Giuntini

Anonimo-145389 Psicologo a Padova

18 Risposte

28 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 LUG 2015

Cara Elena, se loro hanno bisogno di lei, delle sue attenzioni verso di loro, delle effusioni affettive che lei non sente di dargli, le scelte sono solamente due: o si allontana dalle loro richieste oppure negoziate come tirar fuori tutti i vostri sentimenti e farli circolare dentro la famiglia in modo che tutti ne traggano beneficio.

Sta a lei scegliere se escluderli o meno dalla sua vita.
Sa solamente lei quanto conti la sua famiglia per lei.
Io posso solo dirle che allontanarsi senza risolvere le problematiche in atto non è la soluzione ottimale e non può mettere fine al problema.

La invito a consultare uno psicoterapeuta sistemico per una consulenza con l'intera famiglia.

Cordialmente.
Dott.ssa Annalisa Iovane

Dott.ssa Annalisa Iovane Psicologo a Roma

138 Risposte

120 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36450 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36450

domande

Risposte 124050

Risposte