Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Difficoltà a lanciare segnali positivi alla persona che mi piace

Inviata da ragazza · 30 set 2019 Terapia di coppia

Salve, sono una ragazza di 18 anni e sto per parlare di un “problema” che più che per il fatto in se, si può definire tale per il contesto in cui è inserito, a mio parere...
è da un po’ di mesi che pare che mi interessi un ragazzo, e mi capita di vederlo regolarmente.
Ho avuto i primi contatti con lui a gennaio di quest’anno ma mi è incominciato a interessare quasi per scherzo verso fine aprile, quando ci incontravamo spesso a delle feste e ci capitava sempre di parlare. Lui si avvicinava a me attaccando bottone con qualsiasi cosa e poi parlavamo, o più che altro stavamo sempre vicini e cercavamo le attenzioni dell’altro, ad esempio anche quelle fisiche, sfiorandoci più volte volontariamente, ma facendo finta di nulla, e magari lasciando pure la mano, che fosse dietro la schiena o attorno a un braccio... spesso io (ma anche lui credo, visto che lo vedevo bere) non ero completamente sobria, e anche per questo le attenzioni c’erano ma la conversazione non era mai continua, perché quando bevo tendo ad andare da una parte all’altra senza accorgermene (anche se so esattamente dove voglio stare).
Vabbè fatto sta che più volte questo ragazzo mi ha detto cose per cui sembrava che mi stesse “corteggiando”.. una volta ad esempio (all’ultima festa) si è avvicinato e mi ha detto guardandomi costantemente negli occhi “qui hanno tutti la ragazza, e una ragazza per me?” con uno sguardo molto profondo che mi piace e mi colpisce. Io sapevo esattamente che voleva comunicare che quella ragazza al momento sarei dovuta essere io, ma dato che -ecco il problema!- non so reggere il gioco in queste situazioni perché entro nel panico e mi ritrovo nella scomodità di dover ACCETTARE E COMUNICARE E DIMOSTRARE NEI GESTI I MIEI SENTIMENTI, faccio esattamente l’opposto di ciò che vorrei fare e mando un messaggio diverso da quello che vorrei mandare. Perciò ecco cosa ho fatto: ho trovato tutte le possibili vie per proporgli alternative diverse CHE MAI AVREI VOLUTO CHE LUI SEGUISSE come “ee vai a ballare in pista lì si che la trovi” e dopo ovviamente un no addirittura “e quella ragazza di cui mi avevi parlato all’altra festa?”, dandogli ovviamente chiari segnali di non interesse, che però non rispecchiavano la verità... dopo le varie risposte negative e la fine delle possibilità di alternative alla risposta che gli avrei voluto dare (un semplice flirtare?), non sapendo come agire ho insistito con le stesse cose e lui dopo un po’ se n’è andato, e quando mi sono pentita e mi sono riavvicinata, lui sembrava indifferente, disinteressato, l’aria da parte sua trasudava come di un “io ci ho provato..”
Ecco cosa: credo di aver paura anche solo semplicemente di una situazione che mi porta a uno stadio avanzato come ad un semplice bacio, davanti a situazioni simili mi blocco mi contraddico nelle azioni e poi ovviamente rimango insoddisfatta, oltre che togliermi le possibilità di vivere qualcosa di concreto con qualcuno.
Preannunciato questo, vorrei chiedervi un consiglio per il venire, perché per fortuna credo di poter ancora agire in questa situazione, e mi interessa farlo. Due settimane fa (l’ultima festa è stata a Giugno, dopodiché non ci siamo più visti d’estate) lui ha postato un commento a una foto dove ero taggata anch’io su Instagram, che mi è piaciuto e a cui ho messo like, un po’ per il commento e un po’ perché mi interessava che lui vedesse il mio nome e che si ricordasse in un certo senso di me, e che notasse la mia attenzione nei suoi confronti. Lui, TRE GIORNI DOPO (come se ci avesse pensato o avesse pensato al motivo del mio gesto), senza che io mi aspettassi chissà che, ha voluto ricambiare l’attenzione entrando nel mio profilo e mettendo like a un commento mio che non c’entrava assolutamente nulla con lui, sotto una foto postata a Marzo. Lui ha fatto la classica mossa del “like tattico”, e io, purché questa cosa mi abbia fatto tanto piacere, non ho ricambiato ulteriormente perché ho pensato che ciò avrebbe portato a un contatto con lui in chat e a un qualcosa di “costruito” come ad esempio un’uscita, e l’idea non mi piaceva, sia perché dato che ho difficoltà ad accettare i miei sentimenti sapevo che in questo modo avrei avuto spazio per convincermi nocivamente di non provare chissà che per lui (e non sarebbe stato vero e avrei rovinato tutto), sia anche a causa di questo perché volevo che con lui i contatti rimanessero spontanei (e un po’ anche per la timidezza lo ammetto, non sono tipa da like tattici). Due giorni dopo siamo tornati a scuola, e ci siamo incontrati i primi giorni, e ogni volta ci guardavamo da lontano, senza distogliere lo sguardo, alludendo a mio parere alle attenzioni che ci eravamo scambiati nei social e anche un po’ all’interesse evidente tra di noi (anche se ai suoi occhi credo che questo fosse di meno o inesistente da parte mia per il fatto stesso che non abbia continuato il gioco dei likes)...
Ecco ciò che mi turba adesso: con questo mio bloccarmi sul più bello delle attenzioni credo di avergli lanciato un ulteriore segnale negativo, quando avrei potuto semplicemente comunicare il mio interesse, reggendo il gioco dei likes... stamattina l’ho incontrato, io mi sono sciolta e lui non sembrava particolarmente colpito dalla mia presenza (in tutto questo non ci salutiamo per diversi motivi che ogni volta non ce lo permettono, non abbiamo una vera e propria confidenza), e questo mi fa pensare a un altro “e vabbè da parte sua non c’è interesse” che lui può aver pensato questi giorni... anche perché tra le persone che mi conoscono è particolarmente nota questa caratteristica di me: difficilmente mi piace qualcuno e mi lascio andare, e dato che lui ho la certezza che lo sa, ho paura che si arrenda facilmente a causa di questo, anche se ho constatato che basta qualche piccolo segnale a “risvegliarlo”. Scusate davvero per la lunghezza, ma è una questione davvero complicata e non sono neanche sicura di essere riuscita a spiegarla nel migliore nei modi. La mia domanda ora è: dovrei lanciargli qualche segnale ora? Dal vivo a scuola è inutile, per diverse situazioni non mi capiterà facilmente di riuscire a stabilirci un contatto alla ricreazione, ma nei social? Dovrei ricambiare anche se a distanza di giorni quel like al commento? Molti suoi amici sono anche miei e soprattutto uno, che prova qualcosa per me.. se sapesse di questo scambio di attenzioni credo che mi sentirei in imbarazzo. Piuttosto dovrei aspettare come ho sempre fatto in tutti questi mesi la prossima festa(Tra 15 giorni circa)? Attuando magari quel giorno un qualche modo di comportami nei suoi confronti che mi potreste consigliare voi? Tuttavia però sempre col rischio che quella festa passi, niente di significativo per il futuro sia avvenuto e che la situazione rimanga sempre uguale e senza reale possibilità di svolta? Vi ringrazio in anticipo, vorrei davvero trovare una soluzione e non lasciar correre anche stavolta, precludendomi ogni possibilità con lui. Ogni volta che ci penso mi blocco per qualche minuto, smetto di fare quello che sto facendo e spero di trovare prima o poi un modo per far progredire completamente questa situazione.. e spero che volere con il vostro aiuto sia anche potere...Un abbraccio

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 1 OTT 2019

Gentile ragazza,
molto probabilmente la timidezza e la bassa autostima la inducono a comportarsi in maniera contraddittoria e controproducente con questo ragazzo che le piace.
Quando, durante un corteggiamento, un ragazzo riceve continuamente feedback negativi, è ovvio che alla fine si arrende e si ritira.
Inoltre, i suoi ripensamenti e successivi tentativi di riavvicinamento non supportati da coerenza risultano nocivi anche alla sua immagine facendola apparire una ragazza instabile oppure provocatoria e di conseguenza inducono in confusione l'altro.
Tuttavia è comprensibile che, pur avendo chiaro tutto ciò, per lei non sia facile agire di conseguenza perchè, prima ancora che interpersonale, la sua difficoltà è intrapsichica.
Pertanto, se non riesce da sola a modificare questi suoi pensieri e comportamenti, può avvalersi di un percorso di psicoterapia che l'aiuterà a migliorare l'autostima, la congruenza e le competenze emozionali.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6875 Risposte

19176 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 OTT 2019

Buongiorno,
ho la sensazione che tenda ad auto sabotarsi, magari per timidezza o magari per paura di una nuova relazione.
Forse parlarne con un professionista la aiuterebbe a prendere maggiore consapevolezza di sé stessa, aiutandola anche a fare ciò che veramente desidera invece di dover reprimere e spegnere il suo desiderio.
In bocca al lupo
Dott.ssa Monia Crimaldi
Psicologa psicoterapeuta
Palermo

Dott.ssa Monia Crimaldi Psicologo a Palermo

164 Risposte

249 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 SET 2019

Cara ragazza,
agisci! Affronta le tue paure, che sono comprensibili nel gioco del corteggiamento.
Non giungerà mai il momento perfetto. Un like, un messaggio, una festa sono tutte buone occasioni.
Le paure si trasformano in coraggio solo affrontandole. Altrimenti, il rischio è di perdere tante occasioni per paura di agire o provare imbarazzo.
Un percorso con uno psicoterapeuta è consigliato se senti che questa timidezza è insuperabile con le sole proprie forze e se senti che ti limita in vari ambiti.
A presto,
Dott.ssa Heyra Del Ponte

Heyra Del Ponte Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Pescara

69 Risposte

41 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16350

psicologi

domande 22400

domande

Risposte 83450

Risposte