difficile rapporto con i genitori

Inviata da violet · 14 nov 2019

volevo parlarvi del difficile rapporto che c'è tra me e i miei genitori, per me questo rappresenta un problema.
loro sono sempre stati molto rigidi con me fino ad oggi che ho 18 anni. quando ero più piccola non mi permettevano di uscire senza darmi nemmeno un reale motivo. non ho mai potuto fare nulla di quello che volevo, tanto che le poche cose che ho fatto le ho fatte di nascosto. eppure io sono sempre stata molto tranquilla e non mi sono mai permessa di andare oltre certi limiti, ma loro non si sono mai fidati di me e sono certa che ancora oggi è così (per esempio, le prime volte che uscivo col mio ex ragazzo, mia madre non voleva andassi in macchina con lui e mi minacciava che se l'avessi fatto lei l'avrebbe scoperto e non mi avrebbe più permesso di uscire).
comunque, non c'è dialogo. se provo a parlarci, mio padre non mi ascolta e ogni cosa che lo dico lo fa innervosire, mia madre lo stesso, da sempre ragione agli altri e per lei sto sempre in torto qualsiasi cosa io dica o faccia.
per non parlare di quando siamo a tavola, provo a dire qualcosa ma mia madre mi parla sopra e più volte devo richiamare la loro attenzione perché non mi ascoltano mai.
l'unica domanda che mi viene posta quando torno a casa è: "com è andata a scuola?/quanto hai preso all'interrogazione/compito di x materia?" dopodiché fine. non capisco perché non mi viene mai chiesto come sto, com è andata la mia giornata e qualsiasi altra cosa che non c'entri nulla con la scuola. a volte ci provo a dire a mia madre che non mi sento bene con me stessa ma ogni volta succedono casini e ormai non le dico più niente, non ci provo nemmeno più a raccontare come va con le mie amiche e in generale, le dico sempre bugie per non sentirmi dire che le do solo preoccupazioni. in generale, loro non hanno mai cercato di venirmi incontro e hanno sempre minimizzato le mie difficoltà nel relazionarmi con gli altri che prima o poi passerà e che la colpa è mia e del mio carattere.
cerco le attenzioni e l'approvazione degli altri continuamente perché loro non me ne hanno data manco una in 18 anni. credo anche che la colpa del mio essere così chiusa e timida sia dovuta alla loro educazione troppo rigida.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 15 NOV 2019

Gentile Violet,
purtroppo nessuno può scegliersi l'ambiente familiare in cui nascere e crescere e questo però vale anche per quei genitori che hanno ereditato mancanze o distorsioni emotivo-affettive che poi trasmettono ai figli e questi poi ai propri figli lungo una catena intergenerazionale finchè questa non verrà interrotta da nuovi elementi o fattori personali o ambientali.
E' anche scontato che in situazioni del genere vengono soddisfatti nei figli, minorenni e dipendenti, i bisogni di base a scapito di quelli emotivi.
Tuttavia, data la situazione, anche se non vi sono le condizioni ottimali, la esorto a concentrarsi sullo studio perchè in tal modo oltre ad indurre almeno un motivo di soddisfazione e gratificazione nei suoi genitori fa anche una cosa buona per se stessa in attesa di poter magari acquisire col tempo più risorse per contrastare quella chiusura e timidezza che le pesano ma che forse non concordano molto con la ricerca di attenzione e approvazione da parte di altri.
Ovviamente le sarebbe utile, appena possibile, un percorso di psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

8229 Risposte

22420 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 NOV 2019

Cara Violet, mi piacerebbe davvero aiutarti, anch'io ho avuto una adolescenza molto difficile. Alla fine del tuo racconto manca una domanda. Quindi, a mia volta ti chiedo: come posso aiutarti? Non credo che una lunga spiegazione sulla personalità o motivazioni, od ipotesi al riguardo, dei tuoi, possa portarti giovamento. Ma posso dirti: se non hai disponibilità economica per una terapia posso provare a darti un piccolo aiuto, se mi contatti.
Buon proseguimento
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

1014 Risposte

465 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 35650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20950

psicologi

domande 35650

domande

Risposte 121200

Risposte