dichiarazione stato di ansia: conflitto di interessi?

Inviata da Betta · 8 mar 2018 Ansia

Buongiorno, sono all'8 mese di gravidanza e ho due bambini piccoli. Purtroppo mio padre si è ammalato e mia madre soffre di una grave depressione da molti anni.
Questi fatti, oltre a una gestione spesso solitaria della casa (mio marito lavora fuori) mi hanno creato ansia. posso far dichiarare da mia sorella psicoterapeuta questo stato? o devo rivolgermi ad un professionista esterno? (la relazioni mi servirebbe solo per far avvicinare mio marito che lavora fuori)
grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 MAR 2018

Gentile Betta,
è preferibile che lei si faccia redigere questa certificazione da altro professionista onde evitare possa insorgere il dubbio di un conflitto di interesse ed anche perchè l'art. 28 del Codice Deontologico degli Psicologi Italiani fa divieto di effettuare interventi diagnostici a persone con le quali vi è una relazione affettiva o sentimentale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7083 Risposte

20196 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAR 2018

Gentile Betta,
occorre far effettuare la dichiarazione ad un altro professionista che non abbia legami di parentela o di amicizia. Il codice deontologico definisce in questo senso le nostre regole di comportamento.
Scelga in ambito pubblico o privato un esperto che possa redigere la relazione quanto prima.
Cari saluti
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2687 Risposte

2216 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 MAR 2018

Essendo sua sorella Psicoterapeuta le saprà di certo indicare un collega che possa fare la documentazione necessaria.
Abbiamo un codice deontologico da rispettare e questo non può essere ignorato per ragioni professionali.
In special modo fare terapia o relazioni per parenti e amici stretti poiché il giudizio potrebbe esserne influenzato.
Credo che sua sorella glielo abbia spiegato, ma sta chiedendo a noi conferma.
Online credo possa trovare i punti del codice deontologico degli Psicologi, dove è esplicata la normativa.

Cordialmente

Claudia Popolillo - Studio Logos Psicologo a Lodi

213 Risposte

227 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24050

domande

Risposte 86700

Risposte