Di nuovo al punto di partenza

Inviata da Jennifer · 3 mag 2019

Salve mi chiamo jen ho 23 anni. È un anno e mezzo che sono single, dopo aver chiuso una storia di tre anni e mezzo con una persona con cui pensavo di poter condividere un futuro, stesso pensiero condiviso dal mio ex, mi resi conto che per quanto lo amassi nom era lui l'uomo adatto a me e lo lasciai, pur essendo ancora innamorata. Sono stata male molto, nello stesso periodo mi sono resa conto di essere al terzo anno universitario di una facoltà che non era adatta a me ed i cui sbocchi lavorativi non mi piacevano nemmeno un po', mi sono resa conto di voler fare altro nella vita. Ebbi un crollo pazzesco. In un anno ho lavorato molto su me stessa, tantissimo, ho messo me al centro della mia vita, me e le mie scelte, mi sono presa il mio tempo per ogni cosa. Dopo più di un anno e mezzo senza frequentare nessuno rincontro un mio ex con cui finii per motivi esterni, dovette partire per fare il militare e io a 18 anni non volevo una storia a distanza. Ci amavo e molto. Il ritrovarsi è stato bellissimo, abbiamo iniziato a vederci, a ristare in famiglia, dopo tanto tempo mi sono lasciata andare, weekend fuori, tutto così naturale. Lui inizia ad esser strano fino a quando dice che non sr la sente perché ora nella sua vita ha troppi pensieri, si deve laureare come maresciallo dell aeronautica. Fin dall'inizio gli avevo detto che se non se la sentiva doveva dirlo subito e nom farmici credere. Sto male piango senza motivo perché dopo tanto tempo ho ricreduto in una relazione, in qualcuno, e mi sento scema. Mi sento di nuovo un vuoto, mi sono fidata dopo tanto tempo e la fiducia è stata tradita in qualche modo. Che senso ha condividere tutti momenti belli insieme a una persoma se poi nom vuoi una relazione? Dirmi che dopo me non ha avuto storie importanti perché sono stata l'unica che lo capisse realmente. Vedo le mie amiche tutte fidanzate ed io sola da quasi più di un anno e mezzo, mi chiedo se sono io il problema? Mi sento sempre dire che sono troppo e che spavento chi mi sta accanto, troppo bella troppo intelligente schietta determinata indipendente libera intraprendente passionale ed emotiva e che dovrei essere meno. Ma io sono cosi, perché cambiare per piacere agli altri?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 MAG 2019

Buongiorno Jennifer , meno intelligente , meno indipendente , meno simpatica , no , non dovresti essere meno , anzi , fare il contrario.
Purtroppo le persone deludono , anche quelle che dicono di amarci . Dobbiamo farci i conti , fanno star male , ci ricaschiamo e ci ritroveremo.
Non lasciarti abbattere e non permettere mai a nessuno di dirti che devi essere meno.

Resto a disposizione

Dott.ssa Luigia Cannone Psicologo a Rimini

140 Risposte

91 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 MAG 2019

Gentile Jennifer,
lei è speciale ed unica! Le delusioni fanno male ed è difficile reagire, ma non si lasci abbattere...passi attraverso il dolore e la sofferenza della perdita e la vita le sorriderà di nuovo...
I miei migliori auguri
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2757 Risposte

2240 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 MAG 2019

Gentile Jen,
è alquanto strano che lei, nella prima esperienza sentimentale in cui era più giovane e presumibilmente più fragile abbia avuto la fermezza e la determinazione di chiudere col suo ex che riteneva non adatto a lei mentre nella seconda, con qualche anno e capacità in più, si è sentita vittima essendo stato un altro a fare la stessa cosa per la quale è stato messo sotto accusa e colpevolizzato.
Può darsi che c'è qualcosa di vero quando le si dice che è "troppo" ma tra i numerosi aggettivi che ha menzionato per questo troppo forse manca quello di "egocentrica".
Certamente lei non è tenuta a cambiare per piacere agli altri ma poi non dovrebbe nemmeno lamentarsi quando le capita di non piacere.
Credo che un percorso di psicoterapia potrebbe aiutarla a conoscersi meglio e correggere alcuni suoi lati disfunzionali giovandosene in futuro anche nella relazione di coppia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7134 Risposte

20297 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17300

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88500

Risposte