Devo riuscire a definire il tipo di rapporto che ci lega.

Inviata da Silvia Noe · 21 mag 2017 Terapia di coppia

Tempo fa avevo conosciuto una ragazzo con il quale sono uscita 3 volte, c'era interesse reciproco e ci fu un bacio. Abitando in città differenti e lontane la frequentazione terminò lì, principalmente da parte sua che mi disse di non voler un seguito per motivi a me ignoti.
Attualmente viviamo nella stessa città, da circa 2 settimane. La mia permanenza qui attualmente è sicura al 70% in quanto sto aspettando risposte dall'università e dal posto di lavoro.
Ci vediamo spesso, principalmente in uni per studiare. A volte lo facciamo insieme, altre lui è impegnato con i suoi colleghi, ma trova il tempo per venire a fare 4 chiacchiere con me.
Di tanto in tanto ci sono state anche uscite non legate all'università, proposte da lui. E da quando ha scoperto che abitiamo nella stessa città ogni giorno ci sentiamo. E' sempre lui a scrivermi, ogni giorno con motivazioni discutibili :)
Quando stiamo insieme, noto che non è un rapporto di amicizia, lo sento a pelle. Non facciamo nulla di ciò che farebbero due amici. Ci sono spesso sguardi imbarazzati, prese in giro reciproche, ma oltre a questo mai un segnale preciso. Dunque, non vorrei fare mosse false, non vorrei aver letto un interesse che in realtà non c'è.
Come ultima cosa ma non meno importante vorrei precisare che non lo reputo un ragazzo molto intraprendente nelle relazioni amorose, per quel che è la mia esperienza. Ai tempi del primo incontro, nonostante avesse voglia di baciarmi portò me a farlo. Sta forse aspettando anche questa volta che sia io?
Vicenda di qualche giorno fa: la mattina mi scrive per chiedermi se andrò in università a studiare, io non avendo ben chiari i piani della giornata faccio la vaga. Legge ma non risponde, passano 3/4 ore e mi contatta nuovamente per sapere se andrò. Al che con aria divertente gli chiedo se ha così tanto piace ad avermi con lui. Risposta secca di chi, secondo me, vuole mascherare un interesse: mi riferisce che voleva solo sapere se rimanere lì o rincasare.
Ho bisogno di capire che tipo di rapporto ci lega. A me piace moltissimo questa persona e per riuscire a voltar pagina, nel caso, necessito di qualcosa di più. Altrimenti resterò sempre appesa alla speranza che in un futuro potremmo essere una magnifica coppia. Quel che mi spaventa è il palesarmi in modo chiaro e diretto, sono abbastanza timida e impacciata nei rapporti umani. Dunque vorrei poter giungere a una conclusione per via trasversali.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 22 MAG 2017

Gentile Silvia, lei non è timida, pena di esserlo. Noi molto spesso ci appiccichiamo da soli a volte delle etichette sul nostro modo di essere. Ma in realtà lei mette in atto i comportamenti di una persona timida perchè non ha mai provato ad essere diversa da questa idea. Provi a parlare con la dolcezza che le appartiene ma con la forza di una persona che ama la chiarezza. L' incertezza è molto peggio di una brutta notizia e sapere come stanno le cose la farà andare avanti, magari con un amico in più. Inoltre le dò un consiglio, provi a capire se questo ragazzo le piace veramente. Sicuramente sarà carino esteticamente e gentile, ma potrebbe non piacerle, andando avanti la sua poca iniziativa. Ricordiamoci che cambiare è difficile per tutti come per lei che pensa di essere timida. A volte la timidezza è un' ottima arma contro i fallimenti. Ma solo se abbiamo il coraggio di fare e di sbagliare raggiungiamo i nostri obiettivi e una maggiore consapevolezza di noi stessi.

Cari saluti
Dr.ssa Simona Coscarella
Psicologa Psicoterapeuta Cosenza

Dr.ssa Simona Coscarella - Studio di Psicoterapie Brevi Strategiche Psicologo a Cosenza

130 Risposte

113 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 MAG 2017

Cara Silvia,
non è bello questo momento di incertezza e desiderio che cresce....vuole realmente chiarire il tutto o magari è la sua necessità di controllo? di chiarire, ma poi cosa? le intenzioni che magari si stanno per creare...lasci che le cose si creino e scorrano...
Altrimenti le consiglierei di non preoccuparsi di ciò che pensa lui, ma concentrati su di te...tu cosa desideri? se vuoi dei chiarimenti, poni delle domande, o agisci e poi pian piano affronterai le conseguenze.....

saluti

Dott.ssa Eleonora de Gaetani Psicologo a Ugento

20 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24050

domande

Risposte 86700

Risposte