Depressione,ansia e attacchi di panico in gravidanza

Inviata da Ramh88 · 22 ott 2020

Salve a tutti sono una ragazza di quasi 32 anni,sposata da 1 anno e 3 mesi...sono stata in cura per 10 anni con cipralex 20mg per ansia e attacchi di panico non riuscivo più nemmeno a uscire di casa...da qualche anno stavo bene oramai andavo dappertutto potevo fare qualsiasi cosa e mi sentivo felice...così a luglio io e mio marito abbiamo deciso che volevamo avere un bambino e quindi gradualmente come mi aveva detto il medico ho tolto il cipralex...il primo mese a parte i sintomi di astinenza stavo bene..dopo altri 2 mesi ho avuto dei forti stress e un giorno x caso dal parrucchiere ebbi un forte attacco di panico...da li in poi l inferno...nn riuscivo a uscire di casa...mi mancava sempre l aria,non mangiavo,no dormivo ho perso quasi 11kg in un mese...così ho visto il mio neurologo e mi ha prescritto 30 gocce di xanax 0,75 al giorno...stavo un pochino meglio ma dopo la prima settimana di cura tutto come prima...finché 3 giorni fa ho scoperto di essere incinta...avevo detto a mio marito per come stavo male che non volevo provarci più..invece è arrivato...
Sono andata di nuovo dal neurologo ma a parte lo xanax e anche delle gocce a base di erbe non vuole darmi altro dice che dal terzo mese in poi starò bene da sola x via degli ormoni buoni....io sono distrutta sto sto male sono terrorizzata,non mangio,passo tutto il giorno nel panico e ogni giorno è un angoscia...cosa posso fare?ho sempre 2-3 episodi di attacchi di panico al giorno...vi prego aiutatemi sono disperata

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 2 NOV 2020

Gentile Ramh,
se lei ha assunto farmaci antidepressivi per 10 anni e solo negli ultimi anni è stata bene, già nascono dubbi sulla relazione causa-effetto tra l'assunzione del farmaco e il suo star bene.
Peraltro è risaputo che gli psicofarmaci attutiscono i sintomi a valle senza eliminare le cause prime di essi che sono radicate nel profondo.
E' consigliabile quindi che lei porti avanti la sua gravidanza col sostegno di un adeguato percorso di psicoterapia integrato eventualmente da qualche ansiolitico naturale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7126 Risposte

20284 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 OTT 2020

Buongiorno signora Rahm88,
percepisco il suo disagio, la sua disperazione e la sua ansia molto forte. Le consiglio di cominciare un percorso terapeutico con uno psicologo che le permetta di poter essere accompagnata in questo momento cosi delicato che può essere la gravidanza. I farmaci possono aiutare, ma non riescono a dare un completo benessere se non sono accompagnati da un percorso terapeutico di sostegno e di supporto che le permetta di poter analizzare le sue emozioni, i suoi stati d'animo e le sue difficoltà, oltre che la sua storia personale. Le auguro di iniziare presto un percorso per potersi sentire meglio quanto prima.
Un caro saluto.

Dott.ssa Luisa Garrisi.

Dott.ssa Luisa Garrisi Psicologo a Firenze

7 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 OTT 2020

Buongiorno cara, la situazione che descrive sembra alquanto delicata, poiché in essa confluiscono diversi fattori che la caratterizzano, a partire dalla sua situazione pregressa, fino a quella attuale della gravidanza, che si configura come un periodo molto delicato nella vita di una donna, che porta con sé tante emozioni e sentimenti positivi, ma anche tanti dubbi e incertezze rispetto al futuro.
Il mio consiglio è quello di valutare la possibilità di intraprendere un percorso di supporto psicologico, che possa aiutarla ad affrontare al meglio questa fase così delicata.
Un caro saluto.

Dott.ssa Alessandra Genovese Psicologo a Varese

22 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 OTT 2020

Gentilissima, mi spiace sentire che le sue condizioni di ansia sono peggiorate durante la gravidanza e non riesce a trovare il giusto supporto farmacologico per stare meglio. La sospendione drastica del farmaco e l'inizio della gravidanza hanno amplificato i suoi sintomi. Da psicologa perinatale specializzata nei disturbi d'ansia e di umore durante la gravidanza e nel post parto, vorrei rassicurarla, non c'è situazione clinica la quale non può essere gestita con farmaci adatti e sicuri per la gravidanza. Il rischio del non trattamento é ben peggiore che assumere una cura discutibile. Le consiglio di rivolgersi ad uno psicoterapeuta e ad uno psichiatra specializzato in psicopatologia perinatale e trovare una terapia farmacologica di supporto alla psicoterapia. Il farmaco la aiuterà a placcare l' intensità delle sue crisi d'ansia e la terapia le darà gli strumenti necessari a far fronte al livello psicologico dei cambiamenti emotivi che la gravidanza porterà. Può incontrare difficoltà nel trovare uno specialista che prescrive farmaci alle donne incinte, non si preoccupi la maggior parte degli esperti é erroneamente contraria, gli studi ci sono e dimostrano rassicurando che questo sia possibile, anzi fondamentale per evitare un peggioramento clinico e una cronicizzazione del problema con conseguenze pesanti da ogni punto di vista, sia per la mamma sia per il bambino. Ribadisco allora che lei deve ricevere una cura appropriata farmacologica e psicoterapeutica. In caso incontri difficoltà resto a sua disposizione per ogni chiarimento o ulteriori indicazioni.
Le auguro un sereno proseguimento.
Dott.ssa Eleni Drakaki

Dott.ssa Eleni Drakaki Psicologo a Mantova

41 Risposte

20 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 OTT 2020

Gentile Rsmh88,
Se è stata dieci anni in terapia farmacologica immagino che avesse sei sintomi ansiosi e/o depressivi.
Gli stati di disagio psicologico ci dicono che qualcosa nella nostra vita ci sta mettendo in difficoltà. A volte possiamo provare disagio a causa di una situazione che conosciamo, altre volte senza che ci se e renda conto, ci trasciniamo nel presente vecchi disagi del passato. L'attacco di panico, normalmente avviene perché c'è un'emozione che, a livello inconsapevolme, si è ignorata (spesso per molto tempo) e torna a farsi sentire proprio attraverso l'attacco di panico. La terapia farmacologica può farla star meglio perché agisce sul sintomo ma se vuole estirpare la radice psicologica che le provoca tutto questo, le suggerisco di andare oltre il farmaco e chiedere aiuto a un/a psicoterapeuta per intraprendere un percorso specifico.
Un caro saluto e buon tutto

Luisa Fossati

Dott.ssa Luisa Fossati Psicologo a Firenze

380 Risposte

432 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 OTT 2020

Buongiorno,
La gravidanza porta con se alterazioni dell’umore sia su base ormonale che psicologica. Impedisce però l’assunzione massiccia di farmaci, specie psicofarmaci che potrebbero alterare la crescita del feto.

Non so quali siano state fino a qui le ragioni per cui ha sedati gli attacchi di ansia solo coi farmaci senza risolverli alla radice con una psicoterapia. Sarebbe infatti la via più giusta per Trattare l’ansia: senza controindicazioni né effetti collaterali.
Tanto più adesso che, con l’imminente maternità, si apre una pagina nuova e impegnativa della sua vita.
La psicoterapia è in questi casi un percorso benefico, trasformativo e tranquillizzante.
Ditt.ssa Giuliana Gibellini

Dott.ssa Giuliana Gibellini Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Carpi

295 Risposte

218 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 OTT 2020

Cara Ramh88, per superare il Suo malessere sarebbe utile per Lei capire cosa lo ha suscitato tempo addietro; cosa si porta dentro che Le crea tutta questa sofferenza. Purtroppo i farmaci alleviano i sintomi, ma non risolvono la causa del disagio. Le consiglierei di affidarsi ad un aiuto psicologico che possa guidarLa nell'elaborazione di ciò che Le crea il disturbo, che si manifesta, appunto, attraverso la Sua ansia e gli attacchi di panico, per sviluppare le risorse necessarie a contrastare il Suo stato di sofferenza e superarlo, raggiungendo il Suo benessere personale, e, di conseguenza vivere serenamente anche le Sue relazioni, e la Sua vita materna.
Le auguro buona fortuna e serenità.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

582 Risposte

463 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 OTT 2020

Gentilissima,
Immagino il suo timore, è davvero comprensibile. Non essendo un medico non conosco così dettagliatamente le potenzialità degli ormoni in gravidanza e soprattutto del loro potere curativo rispetto agli attacchi di panico.
Quello che so è che la gravidanza è un momento molto delicato per una donna e che merita delle attenzioni che comprendano un'accoglienza ai cambiamenti di umore, una preparazione dei cambiamenti del corpo e del parto e un sostegno emotivo. Questo per tutte le donne.
Il suo caso così particolare necessita di un sostegno psicologico approfondito durante il quale sarà importante capire se questa ansia che sente rappresenta la sua modalità fragile di affrontare una situazione che la spaventa (come spaventa tutte) oppure possa essere il sintomo che manifesta un problema del passato che ancora non si è risolto.
Credo che questa distinzione sia importantissima ai fini della gestazione.
È stata bravissima a rivolgersi qui, deve aver sentito il bisogno di un supporto di diverso tipo. Ora faccia un altro passo e contatti uno psicoterapeuta. Mi permetto di insistere, non uno psicologo, ma uno psicoterapeuta, poiché ritengo la situazione delicata e va trattata da un professionista che abbia una specializzazione, meglio ancora se con qualche anno di esperienza.
Cerchi un contesto terapeutico che la faccia sentire al sicuro. La gravidanza è un momento bellissimo per ogni donna e lei ha il diritto di viverselo in questo modo.
Le auguro un buon affidamento,




Dr.ssa
Michaela Mortera

Dr.ssa Michaela Mortera Psicologo a Civitanova Marche

32 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 OTT 2020

Buongiorno,
le consiglio di contattare un professionista in psicologia che possa aiutarla e accompagnarla a superare le difficoltà, (gli psicofarmaci sono utili ma non bastano, la terapia al contrario non ha effetti collaterali); nel frattempo provi a imparare tecniche di rilassamento, la respirazione aiuta tantissimo,
in rete può trovare informazioni utili a riguardo.
Un abbraccio

Dott.ssa Roberta Sossai
Psicologa clinica

Dott.ssa Sossai Roberta Psicologo a Pordenone

19 Risposte

9 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 OTT 2020

Gentile Signora,
gli attacchi di panico sono espressione di un disagio interiore che va conosciuto nella sua origine e significato.
La terapia farmacologica seda, silenzia il disagio, ma non lo risolve, pertanto alla luce del riproporsi degli attacchi di panico le consiglio di chiedere un aiuto psicoterapeutico per conoscere l'origine e affrontarli.
Rimango a disposizione
Dr.ssa Elisabetta Ciaccia

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

475 Risposte

149 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 OTT 2020

Buongiorno, la sua situazione è molto delicata e per lei dev'essere veramente difficile poter sostenerla. Il mio consiglio è potersi rivolgere ad un professionista che le offra la possibilità di imparare delle tecniche di rilassamento, come il training autogeno o la mindfulness. Sono entrambe tecniche molto utili per imparare a gestire ansia e stress e ridurre i sintomi psicofisici.

Dott.ssa Giulia Moro Psicologo a Piove di Sacco

1 Risposta

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte