Depressione post storia

Inviata da Silvia · 30 gen 2018 Depressione

Buonasera,ho dei seri problemi perché non riesco ad andare avanti con la mia vita. Sono in uno stato che quasi non mi riconosco più. Mi sono separata da mio marito dopo 15 anni di matrimonio e 2figli nel frattempo ho intrapreso una storia con un uomo con cui stavo bene ma i sensi di colpa per il male che facevo alla mia famiglia erano troppi. Non mi sono lasciata andare e lui è scappato perché convinto che volessi tornare con mio marito. Mio marito è sempre stata una guida per me e confesso che la paura di perderlo era fortissima. Ho pensato che il mio posto fosse in famiglia con i miei figli e mio marito ma ora che sto riprovando a sistemare le cose vorrei solo scappare e tornare dall'altro o morire. Piango praticamente ogni giorno è ogni giorno penso a come farla finita. Nemmeno l'amore dei miei figli mi aiuta. Vorrei aver avuto più coraggio e stare con l'altro uomo che ora mi manca e lo amo. Mi vergogno a dire questo perché secondo il mio ragionamento dovrei riprovare con mio marito ma non ce la faccio. Avevo paura di non avere più il suo supporto ma tanto non ce l'ho ugualmente. Quando sono con lui sono sempre triste e piango anche di nascosto perché lui non vuole che pianga. Gli ho chiesto aiuto in questo mio momento particolare perché è l'unico che può aiutarmi. La mia famiglia di origine non ce l'ho e amiche neanche. Sono stata da uno psicoterapeuta per un anno circa poi ho smesso. Vorrei tornare indietro e pensare a me,e alla mia serenità perché così non sto risolvendo niente. Sono depressa,non ho voglia di fare niente,non mi lavo non cucino non vado a lavoro non ho la forza di fare niente. So che dovrei trovarla dentro di me ma non ho la forza. Penso più e più volte di farla finita perché non trovò uno spiraglio di luce per questa mia esistenza. Aiutatemi per favore

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 31 GEN 2018

Gentile Silvia,
da quello che scrive, in questo momento la sua vita necessita di chiarezza e di una strada da intraprendere con consapevolezza, e che le permetta di potersi sentire in pace con se stessa. Dal suo breve racconto emerge infatti tanta confusione su ciò che sarebbe meglio fare, su quale uomo scegliere come suo partner e sul modo più efficace per riabilitare la sua vita. Lo stato depressivo a cui fa riferimento necessita tuttavia di essere meglio analizzato in una sede appropriata. A tal proposito le consiglierei quanto prima di intraprendere nuovamente una Psicoterapia rivolgendosi al suo precedente terapeuta o ad un nuovo professionista. In questa fase sarebbe necessario che lei potesse avere i mezzi e l’opportunità per ristrutturarsi in un modo più funzionale, per poter riprendere a vivere la sua vita in ottica del suo benessere. Non esiti nel cercare aiuto e si rivolga quanto prima ad uno psicoterapeuta della sua zona.

Cordialmente,
Dott. Colamonico Damiano

Dott. Damiano Colamonico Psicologo a Torino

643 Risposte

1139 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 FEB 2018

Cara Silvia....te scrivi che senza una "guida" esterna non sai vivere.
E' normale che senza la presunta guida indispensabile ti senta disperata come una bambina che perda la mamma.
Questo sembra proprio essere il tuo problema, e non separazione o rottura di fidanzamenti.
Proprio sicura di essere tanto incapace a vivere da sola?
Forse dovresti riprendere la psicoterapia, magari cambiando terapeuta.

Anonimo-157342 Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

452 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 GEN 2018

Cara Silvia
La sua richiesta di aiuto non può che essere accolta ma solo lei si può aiutare.

Le suggerirei di fermare questo vortice di emozioni e sensi di colpa, di se e ma, che la paralizzano, facendola restare immobile, incapace di scegliere e quindi di vivere.
Lei sta galleggiando sulla sua vita.

Lei deve prendere una decisione che le appartiene e che può sostenere nel tempo.

Le suggerisco di intraprendere un percorso con una psicoterapeuta ( potrebbe ricontattare quella che aveva, ma anche partire da 0 con una nuova) . Questo potrà aiutarla a prendersi oggettivante il suo spazio, a ritrovare un senso nelle sue azioni e ad accettare lei in primis la donna che sente di essere senza temere eccessivamente il giudizio degli altri.

Si prenda il tempo che le occorre.
Abbia cura di sé.
Un caro saluto
Dott.ssa Fabiana Nicolini

Dott.ssa Fabiana Nicolini Psicologo a Bologna

124 Risposte

52 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18800

psicologi

domande 30000

domande

Risposte 102150

Risposte