Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Depressione post separazione da una persona

Inviata da sharon90 · 11 dic 2017 Depressione

Dopo due anni di alti e bassi, un anno e 6 mesi di relazione e un anno di amicizia che non era semplice amicizia - nonostante la sua nuova ragazza - abbiamo deciso di non parlarci più e passare ad essere sconosciuti per il bene di entrambi. La nostra relazione è stata sempre problematica perché spesso io davo più di ricevere, lui mi ha tradita e io vivevo sempre con addosso un senso di gelosia e preoccupazione e non riuscivo a fidarmi di lui. Più volte mi aveva detto « non mi piaci abbastanza » e più volte mi sono sentita umiliata ma l’affetto e l’amore che provavo pnon mi permettevano di allontarmi da lui e andarmene per sempre...non importava se mi faceva stare più male che bene, io continuavo a sentirmi troppo legata a lui per mettere fine a tutto. Quando è finita davvero due mesi fa, all’inizio stavo bene perché mi sono sentita come se avessi levato un peso ma quando l’ho rivisto due giorni fa con una ragazza mi è venuto un attacco di panico ed è da quel giorno che ho ripreso a sentirmi male come mi sentivo tutte quelle volte che finivamo per litigare. Mi sento talmente male a livello psicologico da risentirne a livello fisico: mi sento un nodo in gola, un forte mal di testa che non mi permette di lavorare, mi viene continuamente da piangere e lo sogno ogni notte. È come se il mio inconscio non riuscisse a rassegnarsi e non riesco a far altro che a ripensare ai momenti felici passati con lui. Ero abituata a passare l’inverno e il Natale con lui e ora mi sento completamente sola in tutti i sensi. Mi sento in colpa anche per la fine della nostra storia e vorrei tanto rimediare ma non posso fare assolutamente niente, non posso neanche sapere come sta. È come un’ossessione e la cosa peggiore è che non riesco ad avvicinarmi a nessun altro..tanto che declino gli appuntamenti e non mi va neanche di essere toccata da nessuno. Vorrei poterlo dimenticare ma è come se lui mi abbia danneggiata irreparabilmente, non so più che fare, mi sembra di impazzire da quanto sto male.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 13 DIC 2017

Gentile Sharon
La sua lettera è “attraversata” dal tema della perdita. Prima, durante la relazione, per via della gelosia e del non fidarsi e dopo quando la perdita diviene reale. È un tema che ci accomuna in quanto esseri umani ma che in Lei sembra assumere tonalità intense al punto da interferire “troppo” e precarizzare il suo equilibrio. Potrebbe essere utile quindi affrontare questa situazione con una psicoterapia psicodinamica.
Un cordiale saluto.

Dr.ssa Loredana Muraca - Milano -

Dr.ssa Loredana Muraca Psicologo a Milano

24 Risposte

53 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 GEN 2018

Dopo un periodo tanto lungo e variegato,mi sembra normale che si è consolidato una abitudune a stare insieme che,oggi,da te potrebbe essere confuso dalla convinzione che i sentimenti sono ancora vividi.L'atteggiamento e le modalità di lui lasciano pensare che il problema è soltanto tuo forse a causa di una tua personalità molto sensibile.CAmbia le abitudini e accetta di conoscere e uscire con amici senza il pensiero dominante di trovare qualcuno che ricopra il vuoto sentimentale lasciato.Vedrai che il tempo sistemerà tutto.
Dr.Luciano Di Rienzo

Luciano Di Rienzo Psicologo a Avellino

81 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 DIC 2017

Buonasera,

Mi dispiace molto per il suo dolore e per il senso di solitudine. Purtroppo i legami invischianti come quello che ha vissuto portano quasi inevitabilmente questo tipo di strascichi. Quello che sta provando è terribile, ma è anche comune. Il mio consiglio sarebbe quello di rivolgersi ad un professionista per poter lavorare sugli elementi che la stanno facendo soffrire e che mantengono il suo dolore a questi terribili livelli, anche via Skype se dovesse avere il timore di farsi vedere nello studio di uno psicologo. Sia che decida di seguire il mio consiglio sia che non se la dovesse sentire comunque, vorrei farle osservare alcuni punti:
-) Capisco che si sente in colpa, ma se questo tipo di rapporto fosse stato bello e l'avesse resa felice, lei sarebbe stata tanto male al punto di non fidarsi di lui e provare sollievo?
-) Se lei non fosse stata abituata a passare l'inverno ed il Natale con lui, il dolore che ora prova sarebbe lo stesso o sarebbe anche solo leggermente di meno?
-) Lei si sente danneggiata irreparabilmente, e questa è una sensazione terribile, ma è una sensazione, non una realtà oggettiva. Senza dubbio lei al momento non è pronta per intraprendere un nuovo rapporto e deve prima superare il suo dolore, ma riguarda all'essere danneggiata irreparabilmente mi permetto di dissentire. Lei sta vivendo un presente orribile, ma questo non significa che sarà anche il suo futuro.

Buona serata!

Dottor Argo Penovi Psicologo a Collevecchio

5 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 DIC 2017

Gentile Sharon,
la fine di una relazione, seppur “problematica” come lei definisce la sua, a volte pone davanti ad uno scenario in cui la perdita della persona amata può portare ad una confusione del proprio senso identitario. Allo stesso tempo però, come nel suo caso, questo può rappresentare un’occasione per iniziare un lavoro che possa aiutarla a scoprirsi, e allo stesso tempo incrementare delle abilità che non la portino più a umiliarsi e farsi del male nell’ambito delle sue relazioni sentimentali. La invito a rivolgersi ad un professionista della sua zona, ed iniziare un percorso di Psicoterapia che possa sostenerla nell’elaborazione di questo dolore e che l’aiuti a ristrutturarsi in un modo per lei più efficace.

Cordialmente,
Dott. Colamonico Damiano

Dott. Damiano Colamonico Psicologo a Torino

643 Risposte

1118 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 DIC 2017

Buongiorno, la sua depressione è di tipo reattivo ad una perdita o ad una mancanza. Quello che vive è simile ad un disagio da lutto. pertanto, le consiglio una psicoterapia con l'ausilio dell' EMDR che serve per elaborare dei ricordi che oggi causano uno stress molto elvato.

Dott. Davide Perrone Psicologo a Torino

86 Risposte

18 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 DIC 2017

Cara, Sharon.
Capisco che arrivare a lasciare una persona a cui si sente legata non sia stato facile e rinunciarvi possa sembrare più sostenibile sè quella persona sembra totalmente fuori dalla propria vita. È bastato poco perché tutto rinvenisse a galla... ciò è probabilmente accaduto perché i motivi della separazione, ma anche del legame non sono stati da Lei sufficientemente compresi ed elaborati psicologicamente, ma solo congelati e messi fa parte. Credo, quindi, che per poter procedere nella sua vita sia fondamentale passare attraverso questi processi e ciò sarebbe possibile intraprendendo un percorso psicoterapeutico. Sarebbe importante capire perché è stato per Lei preferibile accettare una relazione così sbilanciata... così come se ritiene di meritarsi amore da parte degli altri, ma anche quanto se ne vuole Lei...
In bocca al lupo, Sharon! Chiami un professionista. È bene e bello desiderare di stare meglio.
Dott.ssa Ilaria Gisondi
Trezzano sul Naviglio (Mi)

Dott.ssa Ilaria Gisondi Psicologo a Trezzano sul Naviglio

78 Risposte

16 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 DIC 2017

Buongiorno Sharon
Chiudere una relazione significa affrontare una separazione, una perdita e quindi un vero e proprio lutto. Ma non solo, significa anche dover riorganizzare la propria vita, modificare abitudini, perdere amici e luoghi in comune e dover ricominciare tutto daccapo.
Tutto questo é estremamente doloroso e faticoso. Si cede quindi spesso ai ricordi positivi, che spesso però sono solo quelli dell’inizio del rapporto e ci si dimentica di tutte le cose negative che sono accadute e che hanno duramente cambiato e limitato la vita quotidiana: dalla perdita della gioia e della serenità, alla propria autostima, al naturale desiderio di essere desiderata ed accettata per ciò che si é.
Le consiglio di trovare un professionista di cui si fida per una psicoterapia profonda.
Sono certa che potrà lasciarsi tutto questo alle spalle ed investire in relazioni costruttive e serene.
Un caro saluto
Dott.ssa Fabiana Nicolini

Dott.ssa Fabiana Nicolini Psicologo a Bologna

124 Risposte

45 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 DIC 2017

Gentile Sharon,
la sua difficoltà a distaccarsi emotivamente da questa persona poggia su un basso livello di autostima in quanto lei stessa ammette che la relazione è stata sempre problematica e senza reciprocità.
Anche quando vi è un buon livello di autostima, la fine di una relazione sentimentale comporta sofferenza per un certo periodo di tempo per cui è facile immaginare come possa essere difficile e dolorosa questa esperienza quando il livello di autostima è basso.
Anzichè stare a ristagnare in questi pensieri negativi, si decida ad intraprendere un percorso di psicoterapia per ristrutturarsi e tornare ad aprirsi alle cose belle della vita con più energia e migliori competenze emotive.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6881 Risposte

19180 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 DIC 2017

Gentile Sharon,
Seppur la propria relazione era piuttosto problematica sin dall'inizio, per lei dimenticare è difficile ed inevitabilmente doloroso.
Per diverso tempo si è annullata nella relazione, ha elemosinato affetto che purtroppo non ha ricevuto in modo consono.
Ora inizia, dopo un momento di benessere e libertà, a stare peggio nel corpo e nella mente. La ferita è aperta e dolorante.
Le consiglio, se possibile di intraprendere un adeguato percorso psicologico per voltare pagina definitivamente.
Questa relazione non le ha portato felicità e serenità come merita.
Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2628 Risposte

2184 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16400

psicologi

domande 22500

domande

Risposte 83650

Risposte