Depressione post-coito: cosa fare? C'è un rimedio?

Inviata da Emma · 6 ago 2018 Depressione

Sono una ragazza di 20 anni e sto con il mio ragazzo da qualche mese. La nostra vita sessuale è magnifica, siamo entrambi molto soddisfatti e molto connessi da questo punto di vista e ne parliamo molto apertamente. Il problema è che, lui, dopo l'eiaculazione (a volte subito dopo, a volte ore dopo) comincia a sentirsi triste, depresso vuoto, tanto da arrivare a pensare di non voler più fare sesso per quanto si sente terribile. La cosa peggiora se viene più volte in un giorno, ma a volte capita anche solo dopo un'eiaculazione. Soffre, appunto, di depressione post coito. Ho provato più volte a dirgli di andare da un medico, ma la vergogna di parlarne con qualcuno glielo impedisce. Le mie domande riguardo la questione sono: da cosa dipende questa depressione? Potremmo entrambi evitare che succeda pur non rinunciando alla nostra vita sessuale? E, soprattutto, andando da un medico otterrebbe una soluzione, oppure è una "malattia" senza rimedio? Vi sarei grata se rispondeste a queste mie domande. Ovviamente il problema ha una forte influenza su di me, tanto che arrivo a non prendere mai l'iniziativa, lascio fare sempre a lui in quanto penso spetti a lui a dover decidere se è pronto o meno a sentirsi di nuovo triste e depresso, e inoltre arrivo sentirmi in colpa ogni volta che abbiamo un rapporto. So che la cosa non dipende da me, in quanto, come ho detto prima, ci sentiamo molto a nostro agio in questo ambito e il problema era presente in lui anche quando frequentava altre ragazze.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 17 AGO 2018

Gentile Emma,
non dovrebbe incoraggiare il suo ragazzo a rivolgersi ad un medico bensì ad uno psicologo-psicoterapeuta in quanto il problema è chiaramente di natura psicologica.
Poichè questo stesso problema esisteva anche quando in passato lui frequentava altre ragazze, sembra essere dovuto ad un conflitto intrapsichico anzichè interpersonale.
Pertanto è necessario un percorso di psicoterapia per comprendere le origini di questo conflitto e trattarlo adeguatamente.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7048 Risposte

20148 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16850

psicologi

domande 23700

domande

Risposte 85700

Risposte