Depressione o tristezza naturale?

Inviata da Riccardo · 30 ago 2016 Depressione

Salve dottori, sono un ragazzo di 20 anni, vi scrivo per chiedere qualche informazione e capire a primo acchitto secondo voi se il mio è uno stato di tristezza naturale dovuto alla mia condizione attuale di vita o se sia qualche forma depressiva di cui ho tanta paura. Ho letto che chi sia affetto da depressione non ha più voglia di vivere, di uscire, di mangiare e di fare anche una semplice doccia, magari avendo anche apparentemente una vita gratificante, nel mio caso la faccio breve, quest estate è stata molto dura per me, ho perso i pochi amici fidati che avevo per motivi personali, quindi ho passato l'intera estate in solitudine ed ho sofferto non poco, soffro molto la solitudine, poi a volte mi faccio domande esistenziali sulla vita perché desidero avere una ragazza, un lavoro che mi dia soddisfazioni e invece non ho nulla di tutto questo, faccio anche musica quindi sono una persona molto creativa che sogna una vita migliore, sono sempre stato un ragazzo socievole e simpatico ma non nascondo che negli ultimi periodi ho sofferto di varie fobie, ossessioni e attacchi di panico, soprattutto sono un soggetto ansioso, il fatto è che ho paura di essere depresso, però a differenza di chi è depresso a me se propongono qualcosa che mi alletta improvvisamente divento allegro e mi sento in pace con me stesso, se propongono di uscire e fare qualcosa di divertente accetto divertito, poi riguardo l'appetito non manca mai anzi mangio parecchio (chi soffre di depressione non ha voglia di fare nulla) invece quando torno a casa da solo i pensieri distruttivi invadono la mia mente, perché mi sento insoddisfatto della mia vita, come se lo stare in casa e non avere uno scopo mi faccia stare male e fare tutte queste fisse, anche perché basta l'appoggio di una persona fidata che mi dia rassicurazioni mi sento subito meglio, lei crede che si tratti di depressione o sia un male di vivere legato alla mia condizione vitale (senza lavoro, senza ragazza, pochi amici) è quindi normale? Sento come se mi manchi qualcosa nella vita e attualmente soffro perché non riesco a trovare uno scopo concreto. Pensa sia il caso di fare qualche seduta o secondo lei risolti questi problemi sociali torni ad essere sereno senza bisogno di sedute psicologiche? Confido in un parere sincero, ringrazio in anticipo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 1 SET 2016

Gentile Rik,
da quello che scrivi non direi che sei affetto da depressione ma piuttosto da instabilità emotiva, ansia ipocondriaca e insoddisfazione derivante anche da un basso livello di autostima.
Tu stesso dici che hai sofferto di fobie, ossessioni e attacchi di panico e molto probabilmente per questi disturbi (che sono diversi dalla depressione) non hai mai fatto psicoterapia.
A 20 anni sei insoddisfatto della tua vita ma cosa pensi di fare dal momento che, a quanto sembra, non studi nè lavori?
Quanto alla carenza di amici (che perdi) e alla mancanza di una fidanzata, forse dovresti prima acquisire delle competenze sociali oltre a migliorare l'autostima.
Pertanto, più che qualche seduta, ti gioverebbe un vero e proprio percorso di psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7207 Risposte

20471 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 AGO 2016

Buonasera RK,
dalle sue parole e dalle sue richieste emerge la sua grande capacità introspettiva, oltre alla volontà di stare meglio e avere degli scopi nella vita. Le consiglio di iniziare con il domandarsi come mai proprio ora sono affiorati in lei questi interrogativi. Il consiglio che posso darle è quello di individuare i valori importanti nella sua vita e cercare di impegnarsi per seguirli, a prescindere da quello che ora possiede o no. Qualora lei senta il bisogno di avere dei chiarimenti o voglia affrontare le sue difficoltà potrebbe rivolgersi ad uno psicologo per intraprendere un percorso che possa aiutarla a migliorare la sua qualità di vita.
Restando a disposizione per eventuali chiarimenti, le porgo cordiali saluti,
Dott.ssa Annalisa Settanni
Psicologa Psicoterapeuta cognitivo-comportamentale - Triggiano (BARI)

Settanni Annalisa Psicologo a Triggiano

21 Risposte

20 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 AGO 2016

Gentile Rk,
penso che il suo stato attuale sia una reazione ad alcuni eventi che cita come la perdita di alcuni amici, il non avere un lavoro e non avere una ragazza. È positivo che abbia la passione per la musica, che abbia appetito, che si senta meglio quando riesce a confidarsi con qualcuno e che se spronato e coinvolto, si dedica a varie attività con soddisfazione. Questi elementi mi fanno pensare che non ci troviamo davanti a una depressione, ma soltanto a un momento un po' particolare in cui lei ha bisogno di trovare la sua strada e i suoi obiettivi. Vale la pena chiedersi: chi è Rk? Quali sono le sue doti? Cosa gli riesce bene? Cosa gli piacerebbe fare nella vita? Come si vede tra 10 anni? Inizi a pensare a queste risposte e si mantenga attivo nel portare avanti le sue passioni e i suoi interessi, come ad esempio la musica.
Potrebbe essere utile darsi da fare a cercare un lavoro o un corso di studi che potrebbe piacerle, interessarle e in cui pensa di riuscire bene. A 20 anni una domanda che molti si pongono è se intraprendere l'università o meno. Alcuni pur di riuscire a frequentarla, hanno anche dei lavoretti in parallelo per mantenersi gli studi. Potrebbe interessarle questa ipotesi o preferirebbe lavorare? E nel caso volesse lavorare, quale lavoro le potrebbe piacere, in quale potrebbe avere le capacità per riuscire? Se da solo ha difficoltà a rispondere a queste domande, prepari un suo curriculum e si rivolga alle agenzie per il lavoro. Se anche il lavoro non arriva subito, consideri che può dedicarsi al volontariato o ad altre sue passioni.
Riguardo alla ragazza: lei è molto giovane e oggi non mancano le occasioni per fare nuove conoscenze, tra social networks e siti di incontri, presentazioni di amici, frequentazioni di pubs, discoteche, eventi, palestre o altri luoghi in cui ama andare.
In sintesi, vedo molte strade e molte possibilità davanti a lei, si tratta solo di capire cosa scegliere e cosa fare, tenendo conto che se strada facendo una scelta non la soddisfa può anche tornare indietro e cambiare strada. Questo percorso di riflessione, di domande su stesso e su cosa può fare nella vita può portarlo avanti sia da solo oppure, se ne sente la necessità, anche appoggiandosi a uno/a psicologo/a della sua zona.
Le auguro tutto il meglio per il suo futuro.

Cordiali saluti,
dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta a Sustinente (MN) e Padova

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

725 Risposte

2217 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26600

domande

Risposte 92300

Risposte