Depressione, conflitto interiore e problemi con le donne… aiuto!

Inviata da Daniele il 14 apr 2017 1 Risposta  · Depressione

Salve
Mi chiamo Alberto ho 22 anni (quasi 23 purtroppo) , sono studente e spero abbiate la pazienza di leggere questo messaggio in cui cerco di descrivere “brevemente” la mia situazione. Mi sta passando la voglia di fare qualsiasi cosa, all’università non riesco a stare attento alle lezioni, non ho voglia di uscire la sera, la mattina è un continuo rimando della sveglia, continuo a dimenticare sempre più cose, qualsiasi cosa è capace di distrarmi, tant’è che riterrei un bimbo di 10 anni più disciplinato di me. Non mi basta dire che sono stanco dell’università, delle mie attività o dei miei amici, sono stanco di me stesso, non ne posso più del mio conflitto interiore che tutti i giorni comincia già quando è ora di alzare il fondoschiena dal letto. Sono stufo di desiderare fortemente ottenere qualcosa e due minuti dopo non lo desideralo più come prima e così via.
Sto vivendo in continuo contrasto con quello che vorrei fosse il mio stile di vita e la mia idea di giovinezza: vorrei essere più disciplinato, vorrei saper rimandare le piccole gratificazioni e dedicarmi subito alle fatiche, voglio sacrificare il presente per la felicità a lungo termine; la vita non è fatta per divertirsi (se non in pochi momenti scelti) ma per farsi il mazzo e ottenere dei risultati… sento che è l’unico modo con cui posso essere davvero felice. Vorrei andare a letto stanco ma soddisfatto per aver mandato avanti con determinazione i miei obiettivi. La società di oggi è fatta per gente che produce non che pensa troppo. Ormai non posso più permettermi di sbagliare e invece sto sbagliando sempre di più… ma perché ho tutte queste fisse?? Penso che la mia paura più grande sia quella di rimanere SOLO… non ho mai avuto una ragazza e desidero tanto averne una ma credo che sia l’obiettivo più lontano al quale posso ambire… ecco perché lo chiamo OBIETTIVO:
Oltre al solito problema della timidezza, mi sono accorto che non mi va più di socializzare con le ragazze: è una cosa che mi sta antipatica, non è giusto che loro sono sempre piene di attenzioni, tanto per quanto possa parlarci non vuol dire nulla, loro rimarranno sempre indifferenti, fredde e acide. Se c’è qualcosa di davvero importante di cui parlare bene altrimenti mi sembra solo di fare lo zerbino e per i miei vissuti è una cosa che non sopporto! Ormai vedo le ragazze, soprattutto quelle più carine, come nient’altro che trofei, qualcosa la cui conquista dipende soltanto da me… Loro possono sempre scegliere tra tanti mentre quelli come me sono solo UNO dei tanti. Inoltre ho la convinzione deviante (o forse no) che per poter avere una ragazza bisogna essere persone di successo: la simpatia non basta, tutti siamo simpatici quand’é il momento, le donne vogliono sicurezza, intelligenza e maturità. sono sempre più convinto che, a meno che uno non sia un rimorchiatore, sia tutta una questione di ammirazione, di rendersi in un qualche modo interessante, che siano i soldi o meno ma bisogna fare in modo di dimostrarsi oggettivamente MIGLIORI rispetto a una moltitudine di altri maschi. Credere a queste cose è sempre meglio che credere alle fiabe. L’amore è forse una ricompensa solo per chi sa vivere in modo virtuoso. Forse se fossi almeno 5 cm più alto non mi farei tutte queste pippe mentali e sarebbe tutto più semplice… e invece mi ritrovo così. tutte le volte che vedo una ragazza bella e in gamba ho quel orribile senso di inferiorità, di non meritarmela e come se non bastasse la mia faccia cupa e depressa che ormai è una costante non fa altro che allontanare ancor di più le donne… mi sento inutile come uomo, come giovane, certe volte vorrei castrarmi e tutto ciò mi sta facendo letteralmente impazzire perciò chiedo consiglio.
Grazie tante per l’attenzione e mi scuso per lo sfogo.

amici , consiglio

Miglior risposta

Caro Alberto,
Da come scrivi mi sembra che la tua insofferenza verso certi aspetti di te e di come stai vivendo la tua vita stia davvero compromettendo la tua quotidianità e la tua serenità,
poter condividere le tue preoccupazioni con una persona esperta che ti possa essere al fianco nelle tue tempeste forse può aiutarti a trovare un nuovo modo per vivere.
Io non mi accontenterei di una "vicinanza a distanza", come può essere uno scambio di mail,
Spero che queste feste ti abbiamo potuto dare in po' di tregua,
In bocca al lupo,
Cecilia Angeli

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Aiuto.. depressione..Non so che mi sta succedendo

7 Risposte, Ultima risposta il 03 Febbraio 2018

Un conflitto di identità di genere

9 Risposte, Ultima risposta il 18 Gennaio 2016

Credo di avere bisogno di un aiuto, ma non sono sicura di meritarlo

2 Risposte, Ultima risposta il 13 Settembre 2017

Problemi con la propria sessualitá

3 Risposte, Ultima risposta il 19 Giugno 2016

Odio mia madre. Aiuto!

4 Risposte, Ultima risposta il 28 Ottobre 2015

Un piccolo aiuto-Crisi di mezz'età

4 Risposte, Ultima risposta il 10 Settembre 2014

Sono sempre più convinta di avere problemi

2 Risposte, Ultima risposta il 21 Dicembre 2017

Come posso innalzare l'autostima?

9 Risposte, Ultima risposta il 23 Dicembre 2018