Depressione ciclica nelle relazioni

Inviata da Giuseppe Scavello · 25 mag 2017 Depressione

Salve gentili dottori,
Vi scrivo in merito ad un quadro problematico e frustrante che si ripete ormai da diversi anni con lo stesso copione, facendo una piccola anamnesi.
Tutto inizió alla fine delle scuole superiori intorno ai 18 anni, quando ebbi il mio primo episodio depressivo. Apparentemente senza motivo, da un giorno all'altro(in maniera apparentemente repentina) iniziai ad accusare tutti i sintomi di una depressione.A quel tempo mi trovavo in una relazione con una ragazza(che durava da circa 6 mesi) e scelsi di troncare in quanto la situazione non era più sostenibile ed ero impaurito per quello che mi stava accadendo.L'episodio depressivo duró ulteriori 3 mesi e poi si concluse grazie alla vicinanza delle persone a me care, senza l'ausilio di farmaci.La mia vita trascorse da allora in apparente serenità e circa 2 anni dopo intrapresi un'altra relazione.Quest'ultima duró circa un anno senza particolari problemi(eccetto una mia non completa soddisfazione a livello sessuale), dopodiché la depressione si ripresentó(sempre da un giorno all'altro) e conclusi nuovamente la relazione...con sofferenza, ma questa volta l'episodio depressivo svanì nel giro di qualche giorno. Questo esatto copione si ripetette anche con la mia successiva ragazza, con la quale tutto sembrava filare liscio(eccetto anche con lei una non completa soddisfazione a letto)...dopo circa 9 mesi, anche con lei, subentró una depressione inspiegabile e repentina e ci lasciammo(anche in quel caso l'episodio depressivo svanì in qualche giorno).Attualmente sono in una nuova relazione da 5 mesi...lei è fantastica, non abbiamo alcun problema di natura sessuale e per la prima volta nella mia vita mi sento di condividere con una persona un percorso di vita serio. Ed ecco che ieri, come da copione,si ripresenta la stessa identica sensazione...per adesso solo una sensazione ma tutti i sintomi chiave e i disturbi del sonno, conoscendomi, non tarderanno ad arrivare...ma io non ne voglio sapere di mollare la presa questa volta perché sono convinto che alla base ci sia qualche problema più grande di me.
Che sia una paura inconscia di impegnarsi in una relazione seria? Che sia tutto ciò compatibile con un disturbo di personalità o qualche profilo particolare?Che sia la depressione causa del mio voler troncare(con un malfunzionamento biochimico cerebrale) o la depressione sia conseguente a qualche forma di insoddisfazione nascosta? Inoltre, pensate che i farmaci possano aiutarmi? E cosa ancora più importante, pensate che sia già il caso di parlarne alla mia ragazza?
Circa un anno fa ebbi un consulto con uno psichiatra che mi diagnosticó una distimia e mi prescrisse una terapia con 5 gocce di sintopram....terapia che, ahimè, non ho mai iniziato.
Ma questa volta sono deciso a venirne a capo e a tentare anche l'uso dei farmaci se necessario...non voglio per nessun motivo rovinare la mia relazione attuale.
Un sentitissimo Grazie a chiunque mi voglia prestare attenzione

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 26 MAG 2017

Gentile Giuseppe,
sembra proprio che lei dopo un certo periodo vada soggetto ad inibizione nell'impegnarsi seriamente in una relazione sentimentale sicché subentrano sintomi che lei interpreta come depressione ma che può essere solo ansia somatizzata.
Suggerisco un percorso di psicoterapia per approfondire il problema e risolverlo.
Cordiali saluti.
Dr.Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7180 Risposte

20397 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GIU 2017

Gentile,
come sta adesso? Come le hanno consigliato i miei colleghi, sarebbe bene affrontare queste tematiche con la guida di un professionista per iniziare a trovare un equilibrio e delle nuove consapevolezze.
Per approfondimenti non esiti a contattarmi.
Buona giornata
Dott.ssa Ilaria Albano

Dott.ssa Ilaria Albano Psicologa Psicologo a Milano

269 Risposte

323 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 MAG 2017

Buon giorno Giuseppe, la depressione è una parola che può indicare vari differenti disturbi. Inoltre non mi sembra, da quello che dici, che nel Tuo caso si tratti di franca depressione. Sopratutto il fatto che si manifesta come un sintomo legato a particolari situazioni esistenziali, che insorge rapidamente e che rientra in tempi brevi al cessare di tali situazioni. Non e' il decorso della vera depressone. Mi viene il sospetto che Tu dia il nome depressione ad un disturbo che in realtà è qualcos'altro. In questo caso i farmaci possono fare quasi niente. Suggerirei una psicoterapia psicodinamica intensiva. Voglo dire più sedute a settimana di durata di almeno due ore. La metodologia micropsicoanalitica mi pare la più indicata.
Resto a disposizione e Ti saluto cordialmente. Dr. Marco Tartari, Roatto Asti

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

743 Risposte

447 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 MAG 2017

Carissimo, complimenti per la determinazione! Sicuramente e il primo passo per riuscire con coraggio ad arrivare fino in fondo, senza farsi intimorire dai diversi ostacoli che potrebbero insognere. Per una valutazione forse bisognerebbe capire come sono state le sue relazioni affettive in passato. Quindi quelle con i suoi genitori, con i suoi nonni, amici, ecc. Le sue prime esperienze sentimentali e sessuali. Quali sono eventualmente le immagini che rivive inconsapevolmente, nella relazione. Resto a disposizione se lo volesse anche ob line.
Cari saluti.
Dott.ssa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

481 Risposte

228 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 MAG 2017

Buonasera Giuseppe
È stato molto dettagliato e bravo nel descriverci la sua storia.
Mi chiedevo però: cosa intende per depressione?
Credo che sia utile capire che emozioni prova quando avverte questa depressione.
Fermiamoci su un episodio, l'ultimo che ha detto accaduto da poco che le sta facendo credere di essere nuovamente nel vortice depressivo: cosa è successo prima di sentirsi così? Cosa ha provato e cosa ha fatto? Che pensieri ci sono stati in quel momento?
Immagino sia difficile da riportare, ma provi a fare uno zoom sulla scena di questo episodio e guardare in moviola tutti gli istanti, cosa ha provato e cosa ha pensato.
Credo che questo tipo di osservazione possa essere utile per capire cosa succede in questi momenti, se le relazioni hanno un nesso o se sono "solo" situazioni elicitanti.
Se vuole, sono a disposizione
Un caro saluto
Dottssa Fabrizia Tudisco

Dott.ssa Fabrizia Tudisco Psicologo a Napoli

503 Risposte

955 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17400

psicologi

domande 25650

domande

Risposte 90400

Risposte