Depressione? Ansia? Bassa autostima? O tutto insieme?

Inviata da Nausicaa il 4 giu 2019 4 Risposte  · Ansia

Salve a tutti. Innanzitutto grazie per la vostra disponibilità.
Ho 35 anni e avrei bisogno di un papiro per descrivere la mia vita, ma penso basti elencare tre cose fondamentali:
- un incontro con un pedofilo ad 8 anni. Mi tirai fuori da sola in quella situazione. A 13 anni non ebbi la stessa fortuna, ma mi andò benino, tutto sommato;
- il rapporto coi miei genitori, da sempre conflittuale. Sono sempre stata una bambina più interessata alla cultura, volevo fare l'artista e ho studicchiato molte cose da autodidatta, in primis il disegno dei fumetti. Sono molto portata per l'arte e le materie ad essa inerenti, ma i miei hanno demolito ogni mia richiesta. Anzi, hanno sempre espresso apertamente il loro pensiero, ovvero che le mie passioni fossero delle stupidaggini che non mi avrebbero mai portata a niente, facendo anche paragoni con i miei cugini, più bravi in tutto, ovviamente;
- alle elementari e all'asilo non ero esattamente la bambina più socievole del mondo, così a volte sono stata vittima di un blando bullismo. Non mi piaceva stare con quelli della mia età, preferivo disegnare, leggere e darmi alla musica. Ho sviluppato queste tre passioni già a 4 anni. A 12 ho iniziato a scrivere libri. A 9 a studiare danza. A 12 a suonare il pianoforte. A 16 il basso. Dopo i 20 ho iniziato a recitare. Nonostante i complimenti che ricevevo, però, non ci ho mai creduto veramente e pensavo fossero solo convenzioni sociali. Tuttora la vedo così. Non accetto i complimenti.
Ora il mio problema principale sono i rapporti di coppia: non mi sta mai bene nulla e se non soffro un pochino, non m'innamoro. Oppure l'amore si spegne. Mi rendo conto che sia una visione distorta la mia e vorrei davvero correggerla, anche per stare tranquilla io e far stare tranquillo quel pover'uomo del mio attuale compagno (che è uno psicologo anch'egli, non mi molla e subisce ogni 15-20 giorni i miei dubbi sulla nostra relazione).
Credo sempre di non essere all'altezza di ogni situazione. Ho un lavoro nell'ambito legale che adoro alla follia e mi sono imposta di cambiare perchè il mio attegiamento distruttivo lo stava inquinando. Fondamentalmente sto bene solo a lavoro e mi sento realizzata solo li. Ho smesso di eseguire tutte le mie passioni. Mi manca la spinta che mi faceva considerare buone le idee.
Mi sento spenta, appiattita. La mia vita non ha un gran senso. Lui è un uomo fantastico ma non sento più nulla nei suoi confronti. Eppure ha tutto quello che ho sempre sognato!
Dimenticavo di dire che, per una decina di anni, ho praticato regolarmente l'autolesionismo nei momenti di rabbia, inquadrandolo esattamente come una punizione. Raramente capita ancora.
Non so davvero dove andare per correggere la mia mente deviata.
Grazie a chi avrà avuto la pazienza di leggere questo polpettone.

Miglior risposta

Buongiorno Nausicaa,
la sua vita è stata connotata nei primi anni da episodi che possono essere definiti realmente traumatici e che in qualche modo le hanno lasciato dei segni. Ha avuto la forza di risollevarsi da sola, ha grandi risorse che le hanno permesso di investire su alcuni suoi talenti anche a dispetto di un ambiente che, da quanto scrive, non sembra essere stato molto supportivo.
Ora però forse è il momento di andare a prendersi cura della bambina che è stata, una bambina che ha dovuto subire cose brutte che non meritava. Le suggerisco un percorso psicoterapeutico con un professionista che utilizzi il metodo EMDR per rielaborare quello che ancora è rimasto come congelato tra i suoi ricordi e i suoi vissuti.
Se lo desidera rimango a sua disposizione.
Un cordiale saluto,
drs Lucia Mantovani, Milano

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno,
lei identifica immediatamente il suo sentirsi con l'episodio a 8 anni di aggressione sessuale.Il resto è probabilmente una descrizione di compensazioni anche positive a un profondo senso di inferiorità.Le suggerisco di iniziare un percorso psicoterapeutico dove potrà viversi sentendosi protetta e non giudicata.

Saluti,
Dott.re Lorenzetto Claudio
Psicologo psicoterapeuta adleriano

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

6 GIU 2019

Logo Dott.re Lorenzetto Claudio Dott.re Lorenzetto Claudio

184 Risposte

64 voti positivi

Gentile Nausicaa, peccato che i suoi le hanno dato un nome meraviglioso ma poi non si sono comportati come avrebbero dovuto. La pazienza di leggere l'ho avuta, e mi dispiace per lei. Ma cosa ci chiede? Se è stata autolesionista, avrebbe avuto bisogno di un serio percorso psicologico. Gli amici, tanto meno i congiunti, non si possono curare. Possibile che in tanti anni non abbia fatto nulla? Più che una specifica tecnica (anche se approvo pienamente l' EMDR) le consiglio di trovare un/a terapista di alto livello e di cui ha piena fiducia. Un caro saluto
dr. Leopoldo Tacchini

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

6 GIU 2019

Logo Dott. Leopoldo Tacchini Dott. Leopoldo Tacchini

718 Risposte

299 voti positivi

Buongiorno Nausicaa, non so se ha mai intrapreso un percorso terapeutico ma vista la molteplicità dei vissuti dolorosi che ha descritto credo proprio che un aiuto in tal senso potrebbe essere importante. Per capire bene cosa sta succedendo e cosa le impedisce di portare avanti una relazione, probabilmente è utile "rileggere" un po' la sua storia. Da quanto scrive sembra che abbia passato la vita con un senso di invisibilità e immersa in tentativi di emergere. Senz'altro il versante relazionale sembra essere pieno di traumi che sarebbe opportuno affrontare con l'aiuto di un terapeuta. Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento. Buona giornata Daniele Regini

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

6 GIU 2019

Logo Dott. Daniele Regini Dott. Daniele Regini

134 Risposte

69 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Ansia, timidezza, bassa autostima, paura di essere lasciata

2 Risposte, Ultima risposta il 15 Giugno 2017

Gelosia, bassa autostima, e non volerle affrontare

1 Risposta, Ultima risposta il 17 Agosto 2017

Autostima bassa. Fiducia in relazione

3 Risposte, Ultima risposta il 03 Luglio 2018

Bassa autostima cronica?

1 Risposta, Ultima risposta il 01 Febbraio 2018

Bassa autostima in amore

3 Risposte, Ultima risposta il 13 Settembre 2017

Paura costante che possa finire e bassa autostima

5 Risposte, Ultima risposta il 15 Gennaio 2019

Autostima molto bassa, sensi di colpa e asocialità

7 Risposte, Ultima risposta il 20 Luglio 2016

Bassa autostima e senso di inadeguatezza sociale

2 Risposte, Ultima risposta il 12 Giugno 2017