Crisi psicofisica dopo lutto

Inviata da Antonella il 8 mar 2019 Elaborazione del lutto

Salve, sono Antonella e ho 20 anni.
Mia mamma è venuta a mancare 20 giorni fa dopo due anni di lotta contro un tumore al pancreas. Inutile dire che la perdita mi ha devastata.
Sono sempre stata una ragazza abbastanza studiosa ed esesigente nei confronti di me stessa. Da quando hanno diagnosticato questa malattia a mamma purtroppo, la mia vita è radicalmente cambiata. Passavo molto tempo in ospedale con lei per via delle chemio e stare a contatto con gli altri pazienti, sentire le loro storie, il loro coraggio nel combattere ogni giorno per la vita mi ha fatto innamorare della medicina. L’ospedale per me era diventato un luogo si, di tanta sofferenza ma anche di tanto amore. E così è nato il mio sogno di diventare un medico per poter io stessa aiutare e sostenere tutte le persone, che come mia mamma, hanno lottato e lottano contro questa malattia a volte più grande di loro.
Dopo la maturità però non sono riuscita a superare il test d’ammissione a medicina e ho frequentato un anno di biologia..Ma L anno dopo ho riprovato il test e sono riuscita finalmente ad entrare. Purtroppo però la situazione di mia mamma in questi ultimi mesi si è aggravata.. le sono stata accanto fino a quando non è andata via, stringendole la mano..
Ovviamente non sono riuscita ad essere al passo con gli studi e ho praticamente dato solo un esame. Da quando è venuta a mancare, è come se il mondo mi fosse crollato addosso. Ho cercato di riprendere le lezioni all’università e anche gli studi. Ho cercato di dare un altro esame ma L esito è stato negativo perché con la mente ero altrove...La sua mancanza mi devasta. Cerco sempre di farmi forza ma non riesco a trovare la giusta concentrazione, ogni cosa mi sembra estremamente difficile da quando non c’e, e mi manca tantissimo.. vedo i miei colleghi essere così concentrati e molto avanti rispetto a me.. e vorrei anche io essere come loro.. questa situazione mi fa stare ulteriormente male perché ho lottato tanto per entrare in questa facoltà ed ora non riesco ad essere efficiente quanto vorrei. Ho perso l’interesse nello studio..
Ho pensato quindi di prendermi un momento di pausa..qualche mese per me, per rimettermi in sesto, ritrovare l’energia e la carica che mi avevano fatto innamorare e intraprendere questo percorso.
Ciò che mi frena sono un po’ le conseguenze di prendere questo tempo..l’idea di buttare via un anno e il dare un dispiacere al mio papà, che cerca sempre di spronarmi e starmi accanto. Non vorrei essere una delusione per lui e per mia mamma, che era tanto orgogliosa di me.. ma in questo momento è proprio come mi sento. E provo un profondo senso di colpa per questo.
È sempre stato quello che ho voluto fare ma ora riesco a sentire solo il vuoto attorno a me.
Voi cosa consigliate? Quale sarebbe la strada più giusta?
Ringrazio chi eventualmente mi darà una risposta.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Antonella,
l'elaborazione di un lutto richiede necessariamente del tempo, soprattutto se riguarda figure significative come i genitori. Penso sia ammirevole il modo in cui hai saputo trasformare un momento così doloroso in una passione per aiutare gli altri nella loro sofferenza, intraprendendo la strada della medicina.
Il solo consiglio che posso darti è "datti tempo", rispetta il modo in cui ti senti ora, che è più che normale considerata la tua recentissima perdita. Probabilmente in questo periodo sarebbe d'aiuto se provassi ad essere un po' meno esigente con te stessa e vedrai che appena te la sentirai riprenderai il tuo percorso con tutta la determinazione che mi sembra caratterizzarti.

Ti faccio i miei migliori auguri per il tuo futuro e resto a disposizione per ulteriori necessità o chiarimenti.

Un saluto cordiale,

Dott.ssa Simona Fantoni
Psicologa (Bologna)

Dr.ssa Simona Fantoni Psicologo a Bologna

6 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Antonella, l'esperienza che stai vivendo è molto intensa ed impegnativa. Come del resto lo è stata quella dell'assistenza della mamma nella malattia.
Sono eventi stressanti, per quanto naturali e facenti parte della nostra condizione esistenziale.
Richiedono, anche se non vorremmo, dei tempi di recupero.
Spesso accade che mentalmente ci sentiamo pronti ma il corpo non ci dà le risposte che ci aspettiamo.
Considera che lo stress ed il dolore della perdita hanno effetti anche sull'attività del nostro cervello e le funzioni che ne risentono maggiormente sono la concentrazione e la memoria.
Suggerirei non tanto una pausa (l'inattività potrebbe amplificare il vissuto di colpa ed il senso di vuoto) quanto un rallentamento: considera quali e quanti esami dare per questo anno.
Un sostegno psicologico ti può supportare in questo passaggio.
Resto a disposizione per qualsiasi necessità.
Un forte abbraccio di cuore.
Dott.ssa Paola De Marco

Dott.ssa Paola De Marco Psicologo a Mestre

47 Risposte

27 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Elaborazione del lutto

Vedere più psicologi specializzati in Elaborazione del lutto

Altre domande su Elaborazione del lutto

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19650

domande

Risposte 77200

Risposte