Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Crisi matrimoniale, che fare?

Inviata da elisa il 6 dic 2014 Terapia di coppia

Salve, mi chiamo elisa e ho 30 anni sono sposata da 10 con mio marito e abbiamo una bimba di 3 anni. Da quando ci siamo conosciuti è stato subito amore, siamo sempre stati una coppia molto affiatata , poche discussioni, e le cose le abbiamo sempre decise insieme. Nel 2008 mio marito ha avuto un'attacco di panico, è stato una volta sola da una psicologa dove gli aveva somministrato anche dei farmaci e poi non c'è piu andato ha fatto tutto da solo e nel giro di un anno ha lasciato i farmaci ed era migliorato. Nel 2010 finalmente rimango incinta (abbiamo avuto dei problemi a riguardo essendo che io soffro di ovaie policistiche) da una vita passata in una città piena di impegni decidiamo di ritornare al mio paese d' origine per avere piu tranquillita per noi e la bambina. Sono passati 3 anni e in questi anni sono successe un po di cose: il mio problema fisico mi ha fatto chiudere in me stessa e di conseguenza ho mancato come moglie , problemi economici , problemi con i miei suoceri , mi sono fatta anche travolgere troppo dalla mia famiglia che si sta separando.... tutto questo per arrivare che mio marito si è allontanato di casa perche si sentiva esplodere e paura di avere un'altro attacco di panico... dopo varie discussioni ho capito che avevo sbagliato nei suoi confronti e che anche lui a non dirmi niente....ma si è arrivato ad un punto dove mi dice che non sa se prova ancora qualcosa per me..... io ci sono rimasta secca... ora vuole rientrare a casa per il bene della bambina e per darci una possibilità , lui dice che vuole i suoi spazi e di stargli meno addosso. ....io lo amo come il primo giorno...non riesco a capire come fa a non sapere se mi ama? Puo ritornare ad amarmi? Come mi posso comportare io?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Elisa,
molti problemi e molto stress hanno investito come un ciclone la sua famiglia e sia lei che suo marito avete fortemente risentito di tutto questo.
Suo marito sembra essere più fragile di lei e reagisce con queste crisi di panico e con uno stato di apatia.
Il rapporto sembra essere incrinato tra voi e difficile dire come riprenderlo in modo positivo.
Certo lei, pur interessandosi di come lui stà, dovrà anche evitare di assillarlo troppo.
E' necessario mantenere un grande equilibrio.
Credo sia importante affidarsi ad un percorso di Psicoterapia sia individuale che di coppia. Importante per entrambe intendo.
Auguri e cordiali saluti
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6814 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Elisa,
se un matrimonio va in crisi, la responsabilità è sempre di entrambi e, proprio per questo, il problema va risolto insieme.
La invito a prendere in considerazione l'idea di consultare uno psicoterapeuta della coppia.
Saluti

Dott.ssa Valentina Nappo Psicologo a Napoli

41 Risposte

107 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Elisa, pare che la vostra coppia non abbia retto all'arrivo di vostra figlia e a tutte le sue implicazioni. È un momento tipicamente critico e vi consiglio di rivolgervi ad un centro pubblico (consultorio) o privato che vi possa aiutare. Auguri

Alessandro Degasperi Psicologo a Trento

91 Risposte

55 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Elisa,
le suggerisco di dare una possibilità sia a suo marito che a lei.
La vostra potrebbe essere una crisi coniugale solo "passeggera", causata dai numerosi eventi stressanti che sono venuti a susseguirsi.
Quello che posso dirle è, eventualmente, parlare con un professionista riguardo ai suoi problemi di salute ed anche riguardo una comunicazione funzionale col suo coniuge in modo da ascoltare ed essere ascoltata.
Nel frattempo le faccio i miei più sinceri auguri,
cordialmente,
Dott.ssa Roberta Alici. Psicologa, Psicoterapeuta (Ravenna, Firenze).

Dott.ssa Roberta Alici Psicologo a Ravenna

20 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Elisa,
provi ad ascoltare suo marito, provi a dare una possibilità sia a lui che a lei-
La sua potrebbe essere una crisi "passeggera" causata dai vari eventi che si sono presentati nella vostra vita.
Eventualmente può pensare a parlare con un professionista riguardo ai suoi problemi di salute e con l'obiettivo di instaurare una comunicazione funzionale al rapporto col coniuge, in modo da poter essere ascoltata ed ascoltare.
Le porgo sinceri auguri, cordialmente,
Dott.ssa Roberta Alici, Psicologa, Psicoterapeuta (Ravenna).

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Elisa
probabilmente si è fatta travolgere troppo dai problemi familiari esterni e non si è focalizzata sui disagi di suo marito. Stia tranquilla che nelle coppie capita molto spesso. Se suo marito vuole riprovarci vuol dire che tiene ancora a lei e ha bisogno di un'altra possibilità. Ritornare insieme adesso vuol dire anche capire a cosa é dovuto il malessere di suo marito,capire l'origine degli attacchi di panico,che creano tanta paura e difficoltà nel gestirli. Consiglio a suo marito di iniziare una psicoterapia,di andare quindi da uno psicologo o psichiatra psicoterapeuta. I medicinali possono servire per calmare momentaneamente l'attacco di panico ma non aiutano a capire l'origine e come affrontarli.
Un caro saluto
Dott.ssa Daniela Ciccarelli

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile signora Elisa,
che fare? terapia di coppia assieme ad un capace psicoterapeuta.
dr paolo zucconi, psicoterapeuta comportamentale in friuli venezia giulia

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15850

psicologi

domande 20200

domande

Risposte 80000

Risposte