Crisi coppia a distanza

Inviata da Laura. 1 nov 2018 1 Risposta  · Terapia di coppia

Buongiorno,
Mi chiamo Marco e da due anni ho una relazione a distanza con la mia bellissima ragazza, abbiamo io 21 e lei, un anno più piccola, 20 anni.
A parte i primi mesi in cui tutto sembrava nuovo e bellissimo e un periodo di assestamento da 8 mesi stiamo attraversando un periodo molto burrascoso, di alti e bassi. Ha iniziato lei quando appunto questo febbraio ha avuto una crisi, aveva paura di aver perso i suoi sentimenti, so faceva domande su domande, se mi amava e altro (è una ragazza ansiosa, in tutti gli ambiti della sua vita, e tende a "bagnarsi prima che piova"). Da lì ci sono stati momenti belli e momenti no, ha tirato spesso fuori la cosa dicendo che in alcuni momenti le sembrava di non provare le stesse cose di prima, e in altri momenti diceva di amarmi, abbiamo passato l'estate insieme e siamo stati benissimo, ha una casa per l'estate nel mio stesso paese ed ecco il modo per cui ci siamo conosciuti infatti e diciamo che abbiamo vissuto una relazione normale diversamente dagli altri mesi in cui quando ci vediamo viviamo giorni sotto lo stesso tetto a causa della distanza. Tornata dalla vacanza era sicura di cosa provasse, era felicissima, per poi dopo qualche settimana ritirare fuori il discorso finché non ha deciso che così non poteva andare e che voleva prendersi un momento per lei in modo da capire se provava qualcosa per me ancora o no e quali fossero i motivi che causavano tutto ciò. Passano dei giorni senza sentirsi e dopo qualche giorno mi dice che sente di amarmi ma che ha paura che i motivi per cui ha questo sentimento in affievolimento sono legati al mio carattere, insomma mi dice di volere un ragazzo che le dimostri voglia e felicità di fare le cose con lei, entusiasmo e non di darle il contentino, vuole un ragazzo che prenda l'iniziativa come fa spesso lei che propone posti nuovi da provare insieme ecc.. Quindi che le venga dimostrato amore anche così e non solo standole accanto e dicendole che la amo e infatti condivido a pieno questa cosa, decidiamo di riprovarci, ci rivediamo ed era felicissima di rivedermi, non vedeva l'ora per poi dopo aver passato un piacevole pomeriggio a casa, la sera inizia a sentirsi spenta, non si sente di fare l'amore e la mattina scoppia in lacrime in quanto ha paura che ormai la relazione sia stata segnata da questo brutto periodo , che non tornerà a stare bene perché al telefono le cose vanno benissimo, quando siamo lontani siamo più vicini, ci sentiamo per la voglia di sentirci perché ci manchiamo mentre quando ci vediamo escono queste sensazioni e abbiamo litigato anche pesantemente quel giorno. È il nostro anniversario , facciamo un viaggio e si sente tensione a causa di ciò che è successo i giorni prima ma riusciamo a romperla e a passare un bellissimo primo giorno senza arrivare a fare l'amore anche per via del suo stato di salute, prende la pillola da appena un mese, è nel periodo di ciclo e anche in un periodo di scombussolamento generale tra università e tutti gli altri fattori. Il secondo giorno è diverso , normale, niente di rilevante, la mattina facciamo un piacevole giro e il pomeriggio rimaniamo a casa per colpa del maltempo, sul letto a vedere un film e mi dice che vedermi così preso, appiccicoso in certi momenti e voglioso di farlo la mettono in pressione perché per quanto accaduto non si sente pronta. Questa situazione nonostante i bei momenti la sento nell'aria , in alcuni momenti ci sono dei silenzi che mi preoccupano e io voglio tornare a parlare, ad essere spensierato, a divertirmi con lei e riconquistarla e dimostrarle tutto, voglio uscire da questa situazione e vivere più spensierato, tornare a farla sorridere, avere voglia di me. Non riesco a capire come i giorni prima di vederci parlassimo di farlo, fantasticavamo e ora sia tutto così "spento", c'è questa aria che mi spaventa e che mi preoccupa, mi influenza e mi porta a pensare nonostante sia sempre stato sicuro volerà.
Voglio uscirne, definitivamente con lei, cosa potrei fare?

amore , crisi , capire

Miglior risposta

Carissimo, penso che sia difficile pensare di sistemare le cose da solo. La sua ragazza pare essere confusa e ha bisogno di tempo e pazienza per rasserenarsi e decide cosa vuole. Non può farlo lei al posto suo. Dunque, dovreste affrontare la questione di rettamente e capire sostanzialmente una cosa: cosa vuole la sua ragazza. Quali sentimenti ed emozioni prova, cosa la rende insicura, quali sono le sue paure. POi le faccia capire che lei ha necessità di una situazione più serena e sia fermo su questo. Deve essere la sua ragazza a decidere.
Se poi lei, non ha voglia di affrontare la situazione e dunque, vorrebbe allontanarsene, sono sicura che sa già come fare, forse ha timore di deluderla, ma mi creda se saprà darle la giusta spiegazione, la sua ragazza capirà, certo dovrà, in questo caso, tirare fuori tutto il suo disagio e farglielo capire bene.
Resto a disposizione cordiali saluti.
Dott.ssa Barbara De Luca

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Crisi di coppia e pausa

3 Risposte, Ultima risposta il 15 Marzo 2017

Crisi di coppia per tradimento

2 Risposte, Ultima risposta il 10 Gennaio 2018

Crisi di coppia...lui infatuato di un'altra

8 Risposte, Ultima risposta il 22 Ottobre 2015

Pesante crisi di coppia mentre sono incinta

2 Risposte, Ultima risposta il 26 Maggio 2018

Ansia e crisi di coppia

2 Risposte, Ultima risposta il 04 Aprile 2018

Crisi di coppia

10 Risposte, Ultima risposta il 31 Ottobre 2015

Coppia crisi

7 Risposte, Ultima risposta il 24 Ottobre 2015

Crisi di coppia dopo anni dalla nascita di un figlio

4 Risposte, Ultima risposta il 05 Luglio 2017

Crisi di coppia per carattere accondiscendente

6 Risposte, Ultima risposta il 09 Novembre 2017