Credo di soffrire di dipendenza affettiva

Inviata da Beatrice Tola · 9 feb 2022 Dipendenza affettiva

Buonasera,
sono una ragazza di 25 anni. Vi scrivo perché ultimamente penso di soffrire di dipendenza affettiva nei confronti del mio partner, con il quale sto insieme da circa 3 anni.
Vorrei sottolineare che è una relazione a distanza a causa del suo lavoro (io in Sardegna e lui in Emilia Romagna) e che fin da subito abbiamo deciso di accettare questa situazione, con l'obiettivo comune di avvicinarci per poter stare insieme al 100%.
Ho notato ultimamente un cambiamento nei miei comportamenti, lui è cambiato poco, anzi per certi aspetti credo sia migliorato.
Lui è un ragazzo che non ama il telefono, perciò quando siamo lontani lo usa poco, ma comunque si impegna perché sa che è l'unico modo per stare in contatto e mandare avanti la relazione. E' una persona che non ha bisogno di rassicurazioni, non ha bisogno che io gli dica ti amo ogni giorno, ma gli bastano le dimostrazioni.
Fino a poco tempo fa, anche per me era lo stesso.. certo io uso molto di più il cellulare e magari ogni tanto gli scrivo qualche frase sdolcinata, ma comunque senza aspettarmi nulla in cambio, perché lo amo così com'è.
In questo momento mi trovo in una situazione di "stallo" lavorativo, nel senso che sto concludendo il tirocinio per poi affrontare l'esame di stato a giugno.. tirocinio che non mi da stimoli, che mi permette di lavorare da casa ma che non fa sentire utile.
Ed è proprio da quando ho iniziato questo tirocinio che mi sento persa. Ho perso un po' la fiducia nei miei confronti, e credo che anche l'autostima ne stia risentendo parecchio. Ragione per cui tendo a riversare questi sentimenti sul mio povero ragazzo, che non c'entra niente.
Appena sento che le sue attenzioni diminuiscono anche solo per mezza giornata, entro nel panico. Inizio col mandargli parecchi messaggi, e nonostante io sappia che magari in quel momento sta lavorando oppure è impegnato in altro, lo chiamo insistentemente.
Accade il peggio quando esce con gli amici e magari non risponde per qualche ora, perché poi quando si fa sentire io gli tengo il muso o mi arrabbio, dicendo che poteva rispondere ogni tanto, che doveva darmi attenzioni ecc., quindi capite che non si tratta di gelosia (mi fido ciecamente).
Il problema principale di quei momenti durante i quali non penso razionalmente, ma mi faccio prendere dall'ansia, è che penso fermamente che la mia felicità dipenda da lui.
Siccome sto per la maggior parte del tempo in casa, non ho un lavoro, le miei amiche vivono quasi tutte fuori e ormai vivere in casa con i miei genitori sta diventando insopportabile, penso bene di prendermela con l'unica persona che mi sta vicino nonostante tutto. Purtroppo so anche che se continuo con questa ossessione prima o poi lo perderò.
Vorrei solamente riuscire a ritrovare me stessa, a ritrovare un po' più di autostima ed essere SEMPRE consapevole che la mia felicità dipende solo da me.
Ho comunque iniziato un percorso psicologico da qualche mese, proprio per questo motivo, ma ancora non ho notato miglioramenti...
Vi ringrazio di cuore per l'attenzione e leggerò con attenzione ogni risposta o consiglio che saprete darmi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 10 FEB 2022

Salve Beatrice, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Dott. Francesco Damiano Logiudice Psicologo a Roma

1677 Risposte

494 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 FEB 2022

Buongiorno,
resto disponibile se vorrai crearti uno spazio tuo personale di ascolto e supporto per gestire al meglio ciò che hai esposto.

Cordiali saluti.

Dott.ssa Margherita Romeo

Dott.ssa Margherita Romeo Psicologo a Roma

1779 Risposte

527 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 FEB 2022

Carissima Beatrice,
mi dispiace molto per quello sta vivendo in questo momento e che la faccia stare male e sofferente.

Da quanto leggo credo che stia vivendo un periodo di "arresto", infatti la sensazione è di sentirsi persa con poca fiducia in se stessa ricercando continue conferme e di colmare il vuoto e il disorientamento nella relazione con il proprio partner.
Queste conferme, questa sicurezza, il suo valore deve ricercarle dentro di lei, non fuori, è questo il tassello!

Aver iniziato un percorso psicologico è sicuramente un bel passo per cercare di fare chiarezza sulla sua situazione.

Rimango a disposizione, anche on line, se vorrà approfondire la conversazione, per trovare usando una metafora la sua strada in mezzo al buio e in questo mare aperto in cui si trova.

Un caro saluto
Dott.ssa Patrizia Busà

Dott.ssa Patrizia Busa' Psicologo a Pavia

24 Risposte

9 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 FEB 2022

Buongiorno Beatrice,
le dirò soltanto che lei deve tener presente che il processo psicoterapeutico richiede del tempo. Lei ha il giusto spazio per riflettere su di sé e i suoi rapporti compreso quello con il suo ragazzo. Ci vuole pazienza. Gli effetti di una psicoterapia non sono analoghi a quelli dei farmaci. Poi è sempre valido valutare se c'è un buon filing con il terapeuta e se ritiene che suo approccio sia adatto ai suoi bisogni. Ma tutto questo sarebbe da trattare nello spazio terapeutico.
Un saluto e buona giornata.

Dr. Gilberto G. Villela Psicologo a Roma

386 Risposte

154 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Dipendenza affettiva

Vedere più psicologi specializzati in Dipendenza affettiva

Altre domande su Dipendenza affettiva

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 34600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20550

psicologi

domande 34600

domande

Risposte 118150

Risposte