Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

credo di essere affetto da philofobia. e ho perso l unico amore.

Inviata da danilo · 18 feb 2018 Terapia di coppia

salve, mi chiamo danilo 31 anni, mi definivo uno spirito libero e negli anni ho avuto diverse relazioni ,tutte andate male perchè non mi sentivo coinvolto. tra queste relazioni ho anche una bambina che ora ha 3 anni e che vive con me. 2 anni fa conobbi una ragazza di 18 anni ,per la prima volta feci l amore con una persona e non sesso,mi sentii strano ed impaurito dopo 3 mesi iniziai ad intraprendere altre conoscenze e posi fine a questa relazione. inizialmente contento di cio che avevo fatto mi accorsi che senza di lei i miei giorni non erano piu felici e notai che forse mi ero innamorato,ma non avendo il coraggio di chiamarla feci in modo di incontrarci e riscoppio subito la passione. la portai in famiglia e lei cresceva mia figlia come fosse la madre.convivemmo. dopo qualche mese io iniziai di nuovo a cercare inconsapevolmente altro, messaggi copia ed incolla su fb a qualunque donna. lei la trascuravo, avevo timore di far l amore con lei, avevo timore di questo sentimento che mi scoppiava in petto, non riuscivo a dimostrarle il mio amore per non essere abbandonato di nuovo ( ho vissuto senza padre e con una madre assente fin da piccolo) insomma facevo in modo che ai suoi occhi apparissi potente e distaccato, il contrario di quel che sono. lei mi lascia.. caddi nello sconforto piu totale mi sentivo di impazzire cercavo lei in ogni modo (cosa che non mi era mai successa nelle mie storie precedenti) finche riuscii a farle capire che l amavo e tornammo insieme. ma dopo 7 mesia ricaddi nello stesso errore. avevo l ansia tutte le notti, non la sfioravo,non le parlavo dei miei problemi,la maltrattavo, la giudicavo, la facevo sentire inutile ,lei dal canto suo mi torturava l anima incalzando su un territorio che in realtà era proprio l unico che non corrispondeva a me. mi accusava di non amarla ,di volere altre, .. io su queste affermazioni impazzivo perche volevo solo che lei comprendesse il mio disagio interiore senza doverglielo spiegare perche non ne avevo il coraggio. insomma se ne andata un mese fa ..per i primi tempi l ho cercata tutti i giorni e lei mi chiamava in piena notte solo per dirmi ti amo in lacrime. o mi manchi. ma quando ci siamo sentiti diceva che mi ama da morire ma non si fida piu ne di me ne di se stessa e per quanto voglia tornare non ne ha piu la forza. dopo qualche giorno ancora a tel dice di non amarmi piu,ne di mancarle ne nulla e di chiudere qui comp2letamente... poi non l ho piu cercata e lei dopo 4 giorni inizia con squilli anonimi . e quando io la ricontatto mi dice di stare malissimo ma che non tornerà mai più, perche crede che io abbia finto di amarla e l abbia presa in giro. ma purtroppo non è la realtà, ho preso in giro me stesso fingendo di non aver voglia di lei,ho preso in giro solo me stesso avendo paura di un amore cosi forte da non averlo saputo gestire, non ho saputo spogliarmi di ogni mia maschera e vivere un sentimento che con le maschere non ha nulla a che vedere. l ho capito solo adesso.. e adesso lei ha cambiato numero di tel non la sento da 5 giorni e non so nemmeno dove sia.. 2 giorni fa pero mi è arrivata una telefonata anonima ho risposto, lei ha attaccato . vorrei un consiglio, cosa devo fare, come posso fare adesso che ho rovinato tutto a rivivere l unica persona di cui mi sono innamorato? lei potrebbe tornare? cosa posso fare adesso per riuscire a farle comprendere la verità?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 FEB 2018

Gentile Danilo, sebbene la sua lettera appaia un po' confusa arrivano forti i livelli di ansia e di sofferenza che sta vivendo.
Le dinamiche di coppia che descrive sembrano caratterizzate da un potenziale distruttivo (in termini emotivi) molto elevato per sè e per l'altra persona. Le consiglio di pensare di intraprendere un percorso di psicoterapia in modo da affrontare tutte quelle dinamiche personali che l'hanno portata (e forse potrebbero portarla ancora) a fuggire dalla persona che ama. L'amore per una persona può essere sicuramente una bella spinta al cambiamento ma senza una presa di consapevolezza profonda dei propri funzionamenti, di ciò che fa scattare la paura, di ciò che avvicina e di ciò che allontana, difficilmente ci può essere un cambiamento reale, profondo e duraturo. Un cordial saluto. Luisa Fossati

Dott.ssa Luisa Fossati Psicologo a Firenze

363 Risposte

420 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16350

psicologi

domande 22400

domande

Risposte 83450

Risposte