Credo di avere problemi mentali dalla nascita...

Inviata da Miry · 27 giu 2018 Psicologia risorse umane e lavoro

Salve... mi chiamo Miriana ho 21 anni, innanzi tutto inizio col dire che per me è molto difficile sfogarmi.. lo sto facendo per la prima volta. Credo di avere un disturbo mentale.. non capisco se ci sono nata ( post trauma parto) oppure ho avuto trauma da piccola ( non ricordo nulla) Sono sempre ansiosa , mal di testa continui , bipolare, paranoica .. ho subito bullismo da piccola perchè avevo sostegno ( infatti la mia grammatica e pessima) sarò ritardata non lo so... ma però sono molto sveglia al di fuori dalla scuola .. ho sempre deluso i miei perché non ho la patente e ne un lavoro.. ho paura di fare tutto ciò. Mi sento ancora una bambina... sono fidanzata da 4 anni con un ragazzo MERAVIGLIOSO.. però ultimante ci sono state brutte litigate ..sono possessiva e gelosissima e quando lui sbaglia con le parole e diventa offensivo inizio tirare sberle.... ovviamente non mi fanno bene tutte ste circostanze .. poi soffro pure di cervicale con questo caldo.. ho l vulvodonia da 2 anni.. la mia ginecologa crede che sia per l’ansia e una vita insoddisfacente..e mi h consigliato di parlare con una psicologa ( me ne vergogno) cerco di farlo qui online, ovviamente per me stessa dovrò farlo più avanti. Poi la cosa più importante... mi spaventa anche a me... ogni giorno metto le cuffie con musica al massimo e inizio correre per caso e penso penso penso me... magari che sono al centro del mondo, una vip boh. Insomma FILM MENTALI.. per qualsiasi emozione bella o brutta che provo ho voglia di ascoltare musica a tutta volume correre e pensare ... lo faccio da 10 anni.. ho iniziato con i cartoni e dopodiché con la musica.... Credo di essere metà normale e l’altra metà anormale ... perché come ho già detto, sono molto sveglia in altri contesti so cosa è giusto e sbagliato... sono molto razionale. Ho problemi anche ha parlare.. mi mangio le parole ... forse perché i miei sono originari del sud boh ... ovviamente quando parto fuori dalla mia città tutti questi sintomi svaniscono. Vorrei dare soddisfazione hai miei genitori.. trovare un lavoro e prendere la patente.. sul aspetto fisico non ho problemi.. sono normale.. mora altezza 1,65 non mi reputo brutta .. piaccio molto hai miei coetanei.. ma ora he sto crescendo sono molto preoccupata... aiutatemi per favore

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 29 GIU 2018

Gentile Miry,
questa sensazione generalizzata di malessere andrebbe valutata in maniera più approfondita.
Mi sembra di capire che i suoi genitori ed il suo ragazzo siano persone affettuose e disponibili ad aiutarla.
Le consiglio di consultare una psicologa o un consultorio della sua zona di residenza ed iniziare un percorso terapeutico che le permetta di affrontare il disagio che sta provando ed individuare le possibile strategie risolutive.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1360 Risposte

1237 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 GIU 2018

Cara Miriana,
la vorrei aiutare davvero, e lo farò. Il mio aiuto consiste nel dirle: "segua il consiglio della sua ginecologa". Alcune delle cose che lei riporta son più che normali, altre naturalmente denotano uno stato di forte ansia, e l'ansia quando è così forte e bloccante nei confronti dei propri obiettivi (raggiungere traguardi, avere determinati comportamenti, sentirsi in un certo modo) va affrontata con un percorso di psicoterapia.
Vorrei qua insistere sul fatto che si vergogna. Perché? Cosa c'è di male? Sa quanta gente ci va dallo psicologo? Capisco in realtà la vergogna, andare dallo psicologo è visto da molte persone ancora come a) una ammissione di non essere contenti e realizzati e, b) un segno di debolezza per il non essere in grado di risolvere "da soli" le proprie difficoltà.
Andare da uno psicologo psicoterapeuta e decidere di affrontare le proprie ansie, di chiarire a se stessi in cosa consista di preciso la propria sofferenza e a cosa sia dovuta, imparare a fronteggiarla, cambiare... beh tutto questo è: consapevolezza, responsabilità, maturità, coraggio. E di queste cose non c'è da vergognarsi, anzi.
Se decide di iniziare questa avventura, trovi un/a psicoterapeuta nella sua zona o si rivolga al consultorio o all'azienda sanitaria, o chieda consiglio alla ginecologa che le ha consigliato il percorso psicologico.

Cordiali saluti,
Dott. Paolo Zandomeneghi

Dott. Paolo Zandomeneghi Psicologo a Rovereto

51 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Altre domande su Psicologia risorse umane e lavoro

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17400

psicologi

domande 25650

domande

Risposte 90400

Risposte