Credo di aver vissuto in una famiglia tossica

Inviata da Honey · 8 mar 2021

Salve, scrivo perché per caso mi sono imbattuta nella lettura di un articolo che parlava di famiglia tossica. È da un po’ di anni che sono andata a vivere lontana dalla mia famiglia, ho sempre avuto il bisogno di evadere da quell’ambiente. I miei genitori non mi hanno mai dato fiducia, non mi hanno mai permesso di uscire troppo e quindi di crearmi relazioni sociali o amicizie. A 15 anni il primo fidanzato conosciuto a scuola, i miei genitori sono diventati asfissianti e ossessivi dopo aver saputo ciò. La mia relazione è stata tossica ed è durata 5 anni. Ero troppo possessiva e gelosa, avevo mille paranoie, ma dopo 5 anni mi sono resa conto di non amarlo davvero, e forse mi sono buttata in questa relazione solo per scappare dalla mia famiglia. Dopo di lui ho conosciuto un altro ragazzo con cui convivo lontano dalla mia famiglia da circa 4 anni. Ora sto bene sto provando a trovare la mia dimensione nel mondo, a darmi importanza e a non sentirmi sempre inferiore, visto che i miei genitori mi hanno lasciata stare dopo un po’ che mi sono fidanzata, quasi come se io avessi bisogno di stare con qualcuno per farli stare buoni e non soffocarmi. ho paura che questi atteggiamenti da parte loro possano ripercuotersi su di me e sulla mia relazione attuale, o sulla mia vita. Ho paura di essermi buttata di nuovo in una relazione senza amore pur di scappare o perché loro mi hanno inculcato l’idea che ho bisogno di un uomo per scrollarmeli di dosso.
Come posso superare certe cose che mi si sono state inculcate da sempre? a volte non riesco ad essere libera ed indipendente.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 MAR 2021

Gentile Honey,
diventare adulti e autonomi non è qualcosa che accade da un momento all'altro, nè tramite qualcun altro, che tuttavia può essere un valido aiuto in questa direzione. La famiglia perfetta non esiste e nella vita di ogni persona ci sono delusioni e sofferenze. Sicuramente un percorso personale con uno psicologo può aiutarla, se ne sente la necessità, a guardarsi dentro per comprendere meglio la sua sofferenza. Conoscersi a fondo è proprio la chiave per essere consapevoli di quali sono gli atteggiamenti che tendiamo a mettere in atto che possono far male ad una relazione. Tutti lo facciamo perchè tutti abbiamo dei bisogni non soddisfatti.

Se è interessata ad intraprendere un percorso di conoscenza di sè, non esiti a contattarmi.

Un caro saluto,

Dott.ssa Chiara Crespi

Dott.ssa Chiara Crespi Psicologo a Rapallo

21 Risposte

8 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 MAR 2021

Buongiorno Honey
la nostra famiglia d'origine rappresenta la matrice di base su cui iniziamo a definire e costruire la nostra persona e la nostra identità. Nel bene o nel male, è da quel modello che partiamo e su quel modello ci formiamo, cresciamo e muoviamo i nostri passi nella vita.
Le loro impronte sono le nostre radici.
Tuttavia, crescendo, acquistiamo autonomie, modalità nuove di pensiero, valori, idee, progetti nostri, che in qualche modo vengono messi a confronto con quelli familiari. Se non si discostano troppo, continuiamo il nostro cammino con un buon equilibrio. Se invece scopriamo che la nostra matrice iniziale non ci calza più bene addosso, arrivano le crisi, le domande, i grandi interrogativi...come quelli che ora ha Lei.
Farebbe bene, a mio avviso, a cercare aiuto in un Professionista di Psicoterapia Familiare, che possa con Lei ripercorrere le Sue radici, per poi analizzare il fusto che da lì è generato e i rami che si stanno formando ora, cercando di donare nuovo equilibrio a questo albero in evoluzione, ripristinando meccanismi familiari funzionali e portatori di benessere.
Lo faccia per Lei, per poter essere più consapevole delle Sue relazioni affettive e di coppia e per prepararLa al Suo futuro ruolo di mamma, se deciderà di volerlo essere. Conoscere le nostre origini ci consente di gettare meglio le basi per il nostro futuro, anche in termini generazionali.
In bocca al lupo di cuore, resto a disposizione.
Serena

Dott.ssa Serena Brunelli Psicologo a Ravenna

30 Risposte

19 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 MAR 2021

Gentile Honey,
lei parla di genitori asfissianti e oppressivi ma intanto si è fidanzata a 15 anni e dopo 5 anni si è resa conto che questa relazione era tossica.
Ora, dopo 4 anni di convivenza con un altro ragazzo le vengono nuovi dubbi su questa relazione in corso.
Il suggerimento è di intraprendere un percorso di psicoterapia per elaborare eventuali traumi del passato vissuto nella famiglia di origine ed acquisire un migliore equilibrio psicologico nella sua vita attuale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7408 Risposte

20802 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 MAR 2021

Cara Honey, un percorso di psicoterapia aiuterebbe sicuramente ad inquadrare quelle cose che le "sono state inculcate da sempre" in modo da essere "libera ed indipendente". Che si tratti di famiglia "tossica" o meno, il processso di individuazione ed autonomia è sempre difficile e, da quello che scrive, mi pare che lei l'abbia già intrapreso su un piano esterno (andandosene di casa e convivendo), ma risulta più difficile su quello interiore, sentendosi comunque incastrata inalcune dinamiche. I nostri atteggiamenti e vissuti interni, infatti, hanno sempre ripercussioni su noi, la nostra vita e le nostre relazioni (sentimentali e non): la terapia aiuta a comprenderle ed incalanarle positivamente. Saluit

Rebecca Silvia Rossi Psicologo a Andria

134 Risposte

55 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 MAR 2021

Cara Honey, lavorare su se stessa, attraverso un percorso psicologico, L'aiuterebbe ad elaborare i vissuti legati alle dinamiche instaurate nella famiglia d'origine e da Lei interiorizzate, per non permettere a queste di condizionare negativamente se stessa, la Sua autonomia, e le Sue relazioni.
Le auguro buona fortuna e serenità.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1552 Risposte

840 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 MAR 2021

Buonasera Honey,un percorso di Psicoterapia potrebbe esserLe d'aiuto per trovare un equilibrio tra vicinanza e lontananza rispetto alla Sua famiglia d'origine, per elaborare esperienze disfunzionali vissute sia all'interno che all'esterno di essa, etc.
Resto a Sua disposizione
Dottoressa Daniela Raffa
(Psicologa/Psicoterapeuta/
disponibile per terapie online)

Dottoressa Daniela Raffa Psicologo a San Giovanni la Punta

161 Risposte

65 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18100

psicologi

domande 28300

domande

Risposte 97200

Risposte