Credo che traumi passati mi facciano odiare il sesso

Inviata da Helena · 19 nov 2019 Problemi sessuali

Salve, mi chiamo Helena, ho 24 anni e ho avuto una vita costellata di eventi tragici, lutti e mi sono sempre trovata ad affrontare momenti molto pesanti. Questo mi ha resa più forte sotto alcuni aspetti ma fragile sotto altri. Potrei scrivere centinaia di righe sul mio passato ma ora vorrei concentrarmi su qualcosa di molto più banale, qualcosa in ambito amoroso che mi fa soffrire molto. Sono fidanzata con un uomo molto più grande di me ma visto che molti miei amici sono suoi coetanei questo non è mai stato un problema, anzi, entrambi abbiamo sempre trovato la nostra differenza d'età una cosa dolce. La cosa è nata come un'amicizia (platonica) che diventando molto profonda con il tempo e un po' di imbarazzo si è trasformata in amore. Lui si dichiarò per primo senza aspettarsi di essere ricambiato. Insomma, sembrava una storia impossibile e invece è nata una storia bellissima. Non mi ero mai sentita così amata e trattata come una principessa. Mi ha sempre portata sul piedistallo e mi ha persino preso un bellissimo anello di fidanzamento come segno del nostro amore. Per certi aspetti lo trovavo un uomo perfetto, per altri lo trovavo insistente e pesante perché è un maniaco del controllo. Vuole che io faccia sempre e per forza quello che mi indica lui perché lui crede di avere la risposta ad ogni domanda e che siano tutti scemi. Insomma, c'era capitato di discutere qualche volta ma erano eventi rari, in genere siamo sempre stati estremamente in sintonia su tutto. Oggi, improvvisamente è passato dalla proposta di vivere per sempre insieme, sposarci ecc ecc (tutte cose che vuole lui) al riempirmi di insulti e cattiverie. È andato a pescare cose inimmaginabili. Aveva dei forti dolori per via di un'ernia (qualche tempo fa, non molto, ho fatto un anno di ospedale più morta che viva ma non vado in giro a insultare la gente per strada!). Probabilmente aveva anche bevuto, capita spesso ma rimane sempre tranquillo. Non ha problemi di alcolismo ma adora il vino. Questa cosa mi ha fatto soffrire molto anche perché lui è diventato un importante punto di riferimento. Nonostante la grande differenza di età era il mio migliore amico, l'unico con cui parlavo di tutto e mi sentivo a mio agio. Non intende lasciarmi ma dopo tutto questo non sono più sicura di voler restare con lui. In più è successa un'altra cosa. Stavamo pomiciando quando mi è venuta come una crisi di panico. Ho cercato di dirgli di smetterla, non ha voluto e sono partita con una crisi d'ansia e qualche lacrima. Questo lo ha fatto incazzare molto.
In realtà conosco il motivo della mia reazione e non è lui, si tratta del mio ex. Aveva delle dipendenze ed era spesso fuori di testa. In alcuni momenti mi costringeva ad avere rapporti sessuali e mi prendeva a botte. Era il mio primo uomo in tutti i sensi e per qualche strana ragione tutto questo mi sembrava normale al momento ma ora mi rendo conto che quella situazione mi ha lasciato dei segni psicologici. Dopo di lui ho avuto solo il mio attuale fidanzato. Credo di avere un problema con il sesso, mi fa sentire estremamente a disagio. Il mio corpo piace agli uomini ma gli apprezzamenti non mi fanno sentire a mio agio nemmeno se in giro per strada. Il sesso mi fa sentire estremamente male psicologicamente e non so come fare. Non posso parlare di questo con il mio migliore amico perché è diventato il mio compagno e sarebbe strano. Ho provato a farlo ma non ci sono riuscita. Non so se questo mio malessere psicologico sia dovuto alla storia con il mio ex o a qualcuno degli eventi tragici che ho vissuto ma gli altri eventi non avevano a che fare con il sesso quindi non credo.
Grazie in anticipo per il sostegno e per i consigli.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 20 NOV 2019

Gentile Helena,
alcuni aspetti della sua richiesta andrebbero approfonditi tramite un contatto diretto. Potrebbe essere utile per esempio esplorare l'attuale rapporto tra lei e il suo compagno, l'eventuale presenza di questioni non dette o non del tutto consapevoli e delle modalità comunicative (come collocare, al di là dell'uso di alcool, la reazione del suo compagno? Come collocare la sua crisi di panico, che in altre occasioni non si era presentata?). Sembrerebbe esserci anche un malessere legato alla relazione pregressa, forse non ancora del tutto elaborato e superato, e che potrebbe ripercuotersi sul suo vissuto attuale relativamente alla sessualità.
Le suggerirei di rivolgersi ad uno psicoterapeuta, eventualmente anche specializzato in sessuologia, in modo da dipanare i suoi dubbi e proseguire il suo percorso con serenità.
Un cordiale saluto
dr. Luca Flesia

Dott. Luca Flesia Psicologo a Belluno

53 Risposte

173 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 NOV 2019

Cara Helena,
è stata ed è molto forte e capace nel riuscire a sviluppare la sua vita affettiva in modo così intenso, nonostante gli eventi tragici subiti. Complimenti! Il mio (modesto!) punto di vista personale è che il suo compagno sicuramente ha dei lati belli, se la storia è stata così intensa, ma anche degli squilibri di personalità piuttosto evidenti. Se le vuole veramente bene dovrebbe acconsentire ad un percorso di terapia di coppia. In ogni caso Lei mi sembra piuttosto fragile per alcuni aspetti. Le consiglio col cuore, e non per spirito di categoria, di cercare un percorso psicoterapeutico. Abbiamo sentito troppe di queste storie finite in modo doloroso, se non tragico. Lei è senz'altro la parte più fragile. Se non lo conosce, le raccomando di leggere: "donne che amano troppo" della Norwood.
Potrei scrivere ancora ma dubito che le sarebbe utile, ha bisogno di confrontarsi, sopratutto se non ha amici validi. Un cordiale saluto. dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

1004 Risposte

419 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 NOV 2019

Gentile Helena,
quando lei dice che eventi tragici e lutti l'hanno resa più forte sotto alcuni aspetti, bisognerebbe capire qual'è il suo concetto di forza.
Ciò premesso, le dico che, a mio parere, una relazione di coppia con grande differenza di età tra i partner sicuramente è sbilanciata anche per altri fattori ed infatti nel suo caso lei è stata vista e si è messa in una situazione di sottomissione come persona fragile da proteggere ma anche contemporaneamente da dominare per cui una reazione a questa dominanza può poi scatenare nell'altro frustrazione e aggressività specialmente in caso di abuso di alcol.
Altra cosa che non sempre va bene tra un uomo e una donna è il viraggio dall'amicizia (magari di lunga data) all'amore perchè le confidenze fatte in regime di amicizia possono ritorcersi contro in un secondo momento con accuse, offese e scontri cattivi.
Quanto ai suoi problemi relativi alla sessualità e derivanti dalla sua precedente relazione, essi devono essere elaborati insieme alle altre problematiche in un percorso di psicoterapia da iniziare il prima possibile anche per approfondire i comprensibili e giustificabili dubbi che le stanno venendo nel prendere atto dei lati disfunzionali e dannosi di questa relazione.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7462 Risposte

20932 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 NOV 2019

Gentile Helena, dalla situazione che descriva mi arriva più che un problema sessuale una modalità relazionale con il suo attuale compagno problematica nella quale lei sembra essere prevaricata (almeno nei momenti che descrive) pertanto le difficoltà nell’intimità sembrerebbero più la conseguenza di queste modalità che forse non sono sintonizzate sui suoi bisogni. Considerando che descrive un rapporto con il suo ex caratterizzato da violenze e sente che ci sono dei traumi nel suo passato, la inviterei a entrare in analisi o in psicoterapia psicoanalitica in modo da elaborare tali vissuti, prenderne consapevolezza ed evitare che continuino a ripetersi nel presente. Resto a disposizione per informazioni o approfondimenti
Cordiali saluti
Dott.ssa Valeria Mavilia

Dott.ssa Valeria Mavilia Psicologo a Spadafora

112 Risposte

70 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 NOV 2019

Gentile Helena, descrive esperienze di violenza subita nelle relazioni e che sembra ancora subendo. Se non di violenza fisica attualmente sembra comunque essere sottoposta alla rabbia improvvisa del suo compagno e a maltrattamenti. Come mai si reputa allora di avere difficoltà nella sfera sessuale? L’intimità sessuale dipende molto dal sentirci protetti in quel momento. All’interno di comportamenti sessuali condivisi dove ognuno ha diritto a mettere i propri limiti.
Sembra incolparsi per le sue difficoltà e pertanto le consiglio di entrare in un rapporto psicoterapeutico che le permette di esprimersi senza sentirsi giudicata o sopraffatta.

Saluti

Dott.re Lorenzetto Claudio Psicologo a Ferrara

359 Risposte

121 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 NOV 2019

Buongiorno Helena, la situazione che descrive è molto complessa e caratterizzata da una sofferenza e da una confusione importante e quasi palpabile. Con il suo attuale compagno pare inoltre essere invischiata in un rapporto di sudditanza e dipendenza psicologiche tali da impedirle di esprimere se stessa, e da qui potrebbero originare le crisi di panico, così come potrebbero nascere da eventi irrisolti più o meno inconsci del suo passato. Le consiglio pertanto di riflettere attentamente sulla sua situazione e capire cosa è importante per lei, cosa la fa stare male e quali sono i suoi reali bisogni. Potrebbe inoltre chiedere l'aiuto di uno Psicoterapeuta al fine di elaborare i traumi irrisolti, promuovere la sua autonomia e vivere al meglio la sua vita presente. Resto disponibile per ulteriori approfondimenti. Saluti.

Dottoressa Romano Morena Psicologo a Forlì

10 Risposte

2 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Problemi sessuali

Vedere più psicologi specializzati in Problemi sessuali

Altre domande su Problemi sessuali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18350

psicologi

domande 29000

domande

Risposte 99150

Risposte