Credo che mi abbia nascosto l'esistenza di suo figlio e non capisco il perchè.

Inviata da Fabiola · 16 giu 2017 Terapia di coppia

Gentili Dottori,
per circa due mesi ho frequentato un ragazzo un po' più giovane di me (lui 30 io 33) e sembrava che le cose andassero molto bene nonostante la frequentazione non fosse costante. Avendo orari e impegni di lavoro completamente differenti, la possibilità di vedersi era di una volta a settimana, a volte una volta ogni due settimane. Ma nonostante questo, continuavamo a sentirci via telefono o per messaggio. Avevamo molti interessi in comuni, una chimica incredibile e fin dall'inizio lui ha mostrato un grande interesse nei miei confronti. Nonostante la tipica frase "andiamoci con i piedi di piombo, con calma", non riesco a smettere di analizzare tutte le altre occasioni in cui mi domandava: "cosa ne pensi dei bambini?", "ne vuoi avere in futuro?" , "ti vuoi sposare?".."se dovesse andare bene tra noi, verresti a vivere con me?". Erano tutte frasi che mi spiazzavano dette da un ragazzo in così poco tempo. Una delle frasi che più mi colpì e che mi disse svariate volte fu: "non mi fare soffrire, ho sofferto molto in passato, tu non sai la vita complicata che ho io". Questo per riassumere un po' gli input che ricevevo da parte sua. Piano piano ho cominciato ad aprirmi pure io, ad abbattere le mie barriere di difesa e gli ho aperto il mio cuore. Automaticamente ho cominciato a chiedergli più attenzioni e la possibilità di vederci un po' più spesso sempre nel rispetto degli impegni personali. Dopo una piccola discussione tranquilla, mi disse che anche lui avrebbe voluto vedermi un po' più spesso, ma non potevamo sempre riuscire a coinciliare e che quindi dovevo essere più comprensiva. Gli feci notare che tutte le sue frasi e domande si riferivano ad un futuro ipotetico che ancora non sapevamo se l'avremmo vissuto o meno e che secondo il mio punto di vista era più sensato vivere il presente e conoscerci. Nelle ultime settimana ho cominciato ad avere dubbi sul suo reale interesse, vedevo una diminuizione nelle telefonate e negli appuntamenti, e la sua scusa era che non voleva promettermi qualcosa e poi non poter rispettarla e causarmi sofferenza. Ho deciso quindi (pentendomi adesso) di metterlo un po' alle strette e di prendere una decisione, e lui ha deciso di interrompere la relazione con dispiacere in quanto pensa che cerchiamo cose diverse e a tempi diversi e non voleva vedermi soffrire. Nel frattempo, ho cominciato a sospettare la presenza di un figlio di circa 8 anni, ho rimesso insieme i miei ricordi e insieme a dei commenti e foto che ho visto su FB, credo che mi abbia nascosto questo parte della sua vita. Non riesco a capire come mai, non riesco a capire se sono stata io che non l'ho messo a suo agio per potermi dire una cosa del genere, non riesco a capire se tutte le sue domande riguardo questo tema erano per cercare di indagare che tipo di persona ero o come avrei potuto reagire. Il punto è che mi sono sentita come in un colloquio dove però non sapevo il tipo di lavoro, non mi ha dato tutti i dettagli, non ha condiviso con me la verità. Mi piacerebbe ricevere una vostra opinione al riguardo, purtroppo non riesco in un post ad inserire tutti i dettagli della storia e tutte le frasi, quello che però posso aggiungere è che in diverse occasioni ho avuto la sensazione che stesse al punto di volermi dire qualcosa e alla mia domanda "dimmi" mi rispondeva "no, è troppo presto"....adesso è da una settimana che non parliamo, che non so nulla di lui, e l'unica cosa che vorrei è fargli sapere che io non lo giudicherei, che sono una persona comprensiva e che avendo saputo tutta la verità prima avrei affrontato il tutto probabilmente diversamente, cercando di essere meno opprimente. Ho paura di non ricevere una risposta a una mia possibile chiamata, ma il dubbio mi sta divorando dentro.
Grazie in anticipo

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 16 GIU 2017

Salve Fabiola
Da quello che riporta, sembra che la relazione sia nata poco tempo fa, due mesi fa mi pare di capire, e vi vedevate con poca frequenza.
Non saprei dirle il perché il suo compagno non le abbia fatto presente la sua situazione, ma possiamo ipotizzare insieme delle spiegazioni.
Magari la sua vita è stata difficile, come le ha detto, magari ha bisogno di tempo, magari è stato ferito e ha le sue difese... Insomma le risposte che cerca potrà darle solo lui.
Capisco che si sente ferita perché le è stata negata la possibilità di conoscere la verità, ma forse il vedersi di rado e vivere poco i momenti insieme e il fatto che lui abbia avuto delle esperienze passate negative, hanno giocato un ruolo importante nella sua scelta di dirle solo alcune cose di sé.
Il mio consiglio è quello di capire che significato ha per lei conoscere la sua situazione e in che modo questa "negazione" della verità la fa soffrire.

Se vuole, resto a disposizione
Dottssa Fabrizia Tudisco

Dott.ssa Fabrizia Tudisco Psicologo a Napoli

503 Risposte

951 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 GIU 2017

Gentile Fabiola,
a mio avviso, lei non dovrebbe farsi alcun senso di colpa perchè non è stata lei la persona poco sincera che ha fatto una importante omissione.
Ritengo che questa cosa andava detta da subito e non dopo la formazione di un legame più forte di attaccamento che l'avrebbe messa in imbarazzo e crisi ancora più grave.
Non credo sia una buona idea quella di chiamare questa persona mentre lo è quella di voltare pagina.
Credo anche che lei non ha bisogno di iniziare una relazione d'amore partendo già con una simile complicazione.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7048 Risposte

20149 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16850

psicologi

domande 23750

domande

Risposte 85750

Risposte