Credo che il mio ragazzo stia male e non lo amo più.

Inviata da Jasmine Iannì · 8 apr 2020 Terapia di coppia

Ho un grosso problema, credo mi stia portando dei problemi a livello psicologico.
Sono fidanzata da 8 mesi con un ragazzo meraviglioso.
Ci siamo conosciuti in estate e per i primi mesi sembrava fosse l'inizio di una fiaba, ma a differenza di questo,purtroppo, la mia non credo sia finita nel migliore dei modi.
Ho iniziato a percepire un suo atteggiamento maniacale ed esuberante già dai primi giorni, ma credevo che fosse un comportamento semplice e facile da gestire.
Ha avuto un'infanzia difficile, sua madre soffre del disturbo bipolare e molti suoi atteggiamenti l'hanno portato a non rivolgerle più la parola.
Di questa cosa non ne abbiamo parlato più di tanto, si è sfogato con me già dalla prima uscita, ma per come sono fatta non mi sono mai voluta intromettere più di tanto, né ho mai voluto essere invadente nella sua scelta, anche perché nei suoi confronti prova un odio percepibile e credo che molti problemi che lui ha siano dovuti proprio dalle azioni che aveva sua madre, già da quando era piccolo.

I primi mesi insieme a lui sono stati stupendi, ci trovavamo a livello caratteriale e mi faceva stare bene, mi faceva ridere e dopo tante delusioni, finalmente riuscivo a vedere la luce, credendo davvero di aver trovato l'anima gemella.
Al di là di questo è un ragazzo fantastico, premuroso. Ovviamente a tutto c'è sempre un "ma" , e i difetti molto spesso si fanno notare subito, anche dopo qualche mese.
Tutto è iniziato quando notavo molti suoi atteggiamenti poco maturi e infantili. Ha solo 24 anni e io 21.
Notavo innanzitutto che a livello di intimità non ci trovavamo proprio... mi spiego meglio:
Sono un tipo di ragazza molto passionale e vorrei sentirmi desiderata, in particolare nei primi mesi di relazione, nell'aspetto fisico e 'focoso' della situazione. Vedevo che molto spesso nel fare l'amore era molto restio, all'inizio pensavo fosse una cosa momentanea, dunque non dicevo mai nulla. Sentivo che il fare sesso per lui era come se mi facesse un favore, e che non farlo non avrebbe cambiato nulla.
Anche perché non volevo sembrare capricciosa e troppo esigente e poi capivo i problemi che ha e cercavo di non sembrare troppo puntigliosa.
Vedevo che comunque solo con me per più di 3 ore non riusciva a stare. Abitiamo abbastanza lontani, dunque riusciamo a vederci solo nel fine settimana e, puntualmente, ogni volta che ci trovavamo a stare insieme, si organizzava continuamente con i suoi amici per stare a gruppo e a svagarsi in altre maniere.
Come ragazza io non ho molti amici, ne ho pochi, quindi capivo che per lui l'amicizia era fondamentale e, come sempre, finivo col non dire niente.

Questo, fino a dicembre, quando ho capito effettivamente il problema non ero io, che magari non lo appagavo del tutto, ma era lui che sembrava cercasse di evitare la situazione.
Ho iniziato a fargli presente della situazione, quando ormai stanca (dato che non lo facevamo per settimane), puntualmente la sera che ci vediamo invece di passare una serata intima, preferisce organizzarsi con gli altri e non stare solo a fare l'amore con me.
E la scusante era che non poteva tornare tardi a casa, quindi era meglio vedersi il giorno dopo per "farlo".
Non sono una persona che pretende molto, anzi il fatto che mi facesse uscire con i suoi amici mi piaceva, mi trovavo molto bene con loro, però sentivo il bisogno anche di una relazione romantica e molto passionale, cosa che questa non aveva.
Una volta fatto notare il problema, mi guarda stranito e iniziava a farmi discorsi assurdi e non sapendo dove arrampicarsi, inizia a tirare fuori il discorso di sua madre.
Da lì, rimango ferma, anzi mi ero anche pentita d'averne parlato, perché mi ha fatto sembrare una bambina capricciosa. Ma che comunque lui, mi ha detto d'aver capito e mi ha detto anche che non era per mancanza di voglia, che mi ama e che avrebbe cercato di organizzarsi in altre maniere.
Passano i mesi, non ne riparliamo più, ma la situazione non cambia. Anzi, se prima erano due settimane che non lo facevamo, questa volta erano 3, arrivando anche a un mese.
Fino ad ora.
Pomeriggio inizia col fare discorsi campati in aria, lamentandosi di essere chiusi a casa e lamentandosi anche del fatto che sono passati 2 mesi dall'ultima volta che abbiamo fatto l'amore.

Io dal nervoso ho iniziato a buttare fuori tutto ciò che avevo dentro, facendogli notare i difetti che non mi andavano e dicendogli che se ho tenuto tutto quanto dentro è stato anche per questi motivi che vi ho detto. Credo anche che mi sia passato del tutto l'amore, se così si può chiamare. Ho perso la voglia di tutto, e sto male davvero .

Sono io il problema? Oppure è lui che ancora ha dei problemi che non riesce a superare, comportandosi così...
Non so più cosa pensare..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 APR 2020

Buongiorno Jasmine,
è difficile darle una risposta in base ai pochi elementi a disposizione, vi è indubbiamente una difficoltà relazionale. Inoltre lei accenna ad un comportamento maniacale ed esuberante di questo ragazzo, il quale presenta una familiarità da considerare inerente i disturbi dell’umore. Queste sono ipotesi ovviamente da verificare in un setting adeguato. Le consiglierei comunque di concentrarsi su se stessa ed eventualmente effettuare qualche colloquio per comprendere meglio,
cordialmente
dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2767 Risposte

2310 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 APR 2020

Gentile Jasmine,
è impossibile fornirle un supporto partendo dalla valutazione del suo compagno. Sicuramente sta vivendo un momento dove le problematiche esistenti nella relazione con l'isolamento si sono rafforzate.
Rimango a disposizione per aiutarla ad approfondire.

Saluti.

Dott.re Lorenzetto Claudio Psicologo a Ferrara

360 Risposte

122 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101200

Risposte