Costruire l'ego

Inviata da marco · 17 ago 2016 Crisi esistenziale

Salve cari psicologi, vi riscrivo per aggiornarvi, a causa dei troppi soldi fatti spendere ai miei in tasse universitarie senza sostenere esami quest anno, e a quasi 800 euro per aggiustare la macchina, ho deciso di non partire con i miei amici in vacanza (sto al verde)
Mi sarebbe piaciuto staccare la spina e illudermi per una settimana che tutto andasse bene e che non sono un fallito ma poi comunque al mio ritorno avrei ritrovato tutti i miei problemi di nuovo.
Ho cercato di massimizzare quel poco che questo periodo mi ha offerto , qualche giornata di mare, falò, uscite in amicizia, ma il mio senso di insoddisfazione non va via.
Mi sono reso conto che così sono fatto anche l'anno scorso, nonostante stessi in vacanza con la mia ex in buona compagnia stavo bene.
Ho ammesso a me stesso, che oggi sto in crisi non per la rottura sentimentale ma quest ultima è stata causata dal mio senso di insoddisfazione perenne; frequentando altre ragazze non sono riuscito ad apprezzarle nel modo giusto, ho ricommesso gli stessi errori, arrivando alla conclusione che nessuna neppure la mia ex; era ciò che in quel momento volessi davvero, volevo solo ritrovare me stesso e sentirmi appagato, scaricavo il problema su di loro, in verità ero io vuoto e la metà di niente, bisogna essere prima completi da solo, riuscendo a portar a compimento i miei obiettivi e i miei hobby e solo dopo essere pronto per una vita di coppia, cercare una persona oggi prima di ritrovare se stessi mi porta a fare scelte sbagliate, a non essere sicuro della scelta fatta e non essere in grado di impegnarmi seriamente. Se penso di valere poco, perché una ragazza che vale dovrebbe star con me? Per la mia bellezza? Per una futura eredità dei miei genitori? Per il sesso? Per la mia discutibile serietà? Adesso aspetto, ma so che nessuno è mai davvero completo, a tutti manca qualcosa, e io devo accettare i miei limiti e solo allora prendermi chi voglio davvero. Non posso oggi accettare qualcuna che stia con me nonostante i miei cambi di umore, nonostante i giorni di assenza e demotivazione.
Bene ho detto tanta belle parole, ma nei fatti cosa faccio? Niente, continuo ad appoggiarmi agli altri, continuo a essere succube di mio padre, per evitare i problemi mi rifugio in me stesso, scrivo o obbligo parenti o amici ad ascoltarmi e tutti i miei buoni propositi vengono meno, dovrei smetterla di studiarmi e psicoanalizzarmi, nel riflettere spendo forze, ho provato a fare palestra o piscina ma anche in quei momenti finisco per ripetermi tra me e me, che cosa fai, non sarà il fisico o l'allenamento a renderti migliore, e finisco con interrompere ogni attività, perdo di concentrazione.
Ma la cosa peggiore che almeno una volta al giorno da un anno mi chiedo se la mia ex, finalmente sta bene senza di me, se ha ritrovato la voglia di ridere, che io le avevo fatto perdere, le ho rovinato di proposito, natali compleanni e le vittorie personali, volevo egoisticamente che aiutasse me, e quindi solo adesso dai miei errori, capisco finalmente cosa ha passato e giustifico anche i suoi errori, vorrei tanto rivederla e chiederle scusa e saperla felice, se lo merita, qualsiasi uomo lei si troverà sarà migliore di me, chiunque saprà capace di apprezzarla per quel che vale, riuscirà dove io ho fallito.
Ovviamente non perdonerò mai l'avermi omesso le tante cose che mi hanno fatto soffrire, perché lei era l'unica che poteva non farmi cadere nel baratro che da solo mi sono scavato, ma questa è un'altra storia.
Scusate per essere stato molto lungo, vorrei un parere da voi psicologi sul mio stato attuale, penso che vi siete fatti un idea su di me, leggendomi, e un consiglio su come chiudere un capitolo della mia vita che non riesco a chiudere, in questi casi bisogna trovare le risposte in noi stessi? Senza girarsi a riguardare indietro? O imporsi un incontro con ex per affrontare le proprie paure? Volevo rimettere in piedi la mia vita ma per ora sto nelle sabbie mobili.
Ricostruire se stessi, non fa rischiare l'isolamento sociale?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 AGO 2016

Caro Marco,
hai fatto un buon ragionamento teorico e delle buone riflessioni ma, come tu stesso dici, dovresti riuscire a metterle in pratica e sicuramente è qui che sta il difficile.
Ti consiglio di lasciar perdere la tua ex e di smettere di pensare che avesse il potere di salvarti o gettarti nel baratro.
Per affrontare le tue paure ed uscire dalle sabbie mobili non puoi consegnarti nè ad una donna nè a pensieri autogeni o autoriferiti ma ad un paziente lavoro di confronto con uno psicoterapeuta competente che ti aiuti innanzitutto a ricostruire la tua autostima che in questo momento è pressocchè inesistente.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7180 Risposte

20397 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 AGO 2016

Caro Marco.....hai elencato un sacco di roba che cerchi in una relazione, i tuoi bisogno materiali,eccetera.
Da tutto quello che hai detto sembra chiara una cosa, ossia che non conosci l'unico vero motivo per cui 2 persone sane stanno in relazione: l'affetto.
Lasciami il dubbio che l'affetto non abbondasse neanche a casa tua.

Anonimo-157342 Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

430 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 AGO 2016

Ciao Marco, Jung diceva che la depressione è una signora in nero, quando appare non bisogna scacciarla ma invitarla alla nostra tavola per ascoltare cosa ci dice. Dalle sue parole sembra che lei stia facendo questo, ma è solo l'inizio. Ci vuole qualcosa che la possa destare, ridare energia e penso che possa venire da un percorso terapeutico fatto con un professionista (niente amici o ex). Se non ha la disponibilità economica, cerchi uno psicologo nel Servizio di Psicologia all'interno dell'ASL della sua zona. Pagherebbe solo il ticket (€ 35,00 circa al mese). Saluti

Dott. Christian Verdirame - Psicologia del Profondo Psicologo a Ragusa

28 Risposte

183 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 AGO 2016

Caro Marco
ho letto una bella riflessione: quella che hai fatto nella tua lettera.
Tutto perfetto, cioè hai capito e sai benissimo cosa dovresti fare: passare dalla riflessione all'azione e dare "corpo" e senso alle tue idee e progetti.
"Dal dire al fare c'è di mezzo il mare" recita un noto detto.
Però tu devi partire e trovare forza e motivazione; prendi quei cavoli di libri e studia, cambia le tue abitudini, alzati presto, trova gusto vero nella vita, non dare tutto così per scontato.
Le giornate che passano sono il tuo tempo che passa, tempo per realizzare progetti, tempo per vivere....
Un farti sfuggire la vita.
Guarda i miei non sono solo discorsi ma un tentativo (misero...spero non del tutto fallimentare) per farti riscoprire energie dentro che possano accendere le micce dell'azione.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7078 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17400

psicologi

domande 25600

domande

Risposte 90250

Risposte