Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Cosa vuol dire...tutto quello che ho vissuto e sto vivendo??

Inviata da Luna il 7 apr 2017 Terapia di coppia

Sinceramente non so nemmeno da dove cominciare...è una storia così complicata, ma provo a spiegarla a grandi linee.
Ad Aprile 2011 mi fidanzo con un ragazzo 6 anni più piccolo di me; ero innamorata persa, e lo stesso sembrava lui...Abbiamo lottato tanto con le nostre famiglie per amarci e stare insieme, perché nessuno accettava la nostra storia per la differenza di età. Siamo riusciti ad andare avanti per 3 anni, alla fine piano piano anche i nostri genitori ci avevano "accettato" e si era raggiunto un buon equilibrio in ogni cosa; poi scopro che lui si era invaghito di una ragazzina, messaggiavano sempre e si scambiavano sguardi complici...Da lì decido di lasciarlo (a maggio 2014), ma non c'è stato un vero e proprio distacco perché poco a poco ci siamo risentiti e visti; verso settembre/ottobre sembra ci sia stato un riavvicinamento, ci sentivamo e vedevamo spesso e condividevamo parecchie cose...anche se lui mi teneva praticamente nascosta da tutti, il nostro rapporto non era alla luce del sole! Ma io innamorata sono andata avanti; ho trovato altri messaggi con varie ragazze, che lui giustificava che fossero fatti per passatempo e varie situazioni ambigue con la ragazzina precedente. Siamo arrivati a marzo, quando lui dice che non è pronto per avere una storia con me perché sente di voler essere libero (che ci sta per l'età che aveva), ma decidiamo di andare avanti fino a giugno perché avremo condiviso obbligatoriamente delle cose e sarebbe stato difficile stare lontani; ma nel frattempo lui si stava "lavorando" un'altra ragazzina che poi da fine giugno sarebbe diventata la sua ragazza (anche se lui con me non l'ha mai reputata tale, diceva che si stavano solo frequentando). Ho sofferto tanto, non pensavo che a lui e a loro insieme; ho cercato di svagarmi e buttarmi su altri ragazzi, ma a parte una piccola avventura non ho avuto (e voluto) niente. Lui mi ha fatto un paio di scenate di gelosia, rimaneva male se io non gli ero vicino in momenti tristi e difficili per lui, mi chiedeva spesso aiuto per delle sue cose,...Ed io ero contenta di queste piccole stupide (ed opportuniste) attenzioni, perché speravo sempre in un suo ritorno! Che è arrivato a settembre, dopo una mega scenata di gelosia che mi ha fatto per avermi visto in un locale con un ragazzo (senza fare niente di che)...da lì, piangendo, ha detto che ha capito di amare solo me e di non avermi dimenticato, e che quindi è inutile stare con un'altra persona se pensa a me. Allora ci riavviciniamo un po', ma andando avanti con i mesi scopro che con la ex non aveva del tutto chiuso e che si sentiva e vedeva anche con la ragazzina dell'inizio (li trovo anche insieme a casa di lui...), ma lui giustificava tutto dicendo che lui non vuole chiudere tutti i rapporti con nessuna. A dicembre ha l'illuminazione: ha capito di voler stare con la sua ex!!! "Tornano" insieme, ma succede un paio di volte che andiamo insieme; facciamo un casino anche con la mia famiglia, e lui a febbraio decide di lasciarla (cosa che scopro poi non ha mai fatto)...Tra tira e molla stiamo più o meno insieme; a maggio la ex gli mette le mani addosso, perché credo aveva scoperto delle nostre scappatelle. Lui la maledice, non vuole più avere a che fare con lei, la reputa una bambina,...ma a Luglio, dopo averla incontrata ad una festa, capisce che gli manca e da lì cerca in ogni modo di riconquistarla! Io volevo morire, tra lo stupore e il dolore stavo per impazzire!!! La sera che me lo dice non ci potevo credere, lui mi si mette anche a piangere dicendo che si sente solo, che non è stato capace di fare niente nella vita (cosa vera) e quando io me ne vado, lui esce a piedi e se non lo fermavo, avrebbe camminato per chilometri e chilometri fino al posto in cui abbiamo trascorso tante cose insieme e si sarebbe lasciato morire di freddo lì; per giorni decide di non mangiare più, era completamente depresso e non voleva più vivere; per conquistare la ragazza fa cose assurde, promette che avrebbe lasciato danza (la sua passione più grande)-che si sarebbe allontanato da tutto per darle sicurezza-avrebbe messo delle applicazioni sul cellulare per farsi controllare-era disperato e la voleva a tutti i costi! (cose che ha fatto e detto anche a me per conquistarmi, ogni volta)
Poi una sera mi capita di parlare con la ragazzina per cui l'ho lasciato la prima volta (ci conosciamo da tanto, perché frequentiamo la stessa scuola di danza, in cui io insegno e lei è un allieva, cosa che era anche il mio ragazzo e pure la sua innamorata)...e scopro cose allucinanti!!! Io ho sgamato il loro rapporto nel maggio del 2014, ma era da un po' che c'era ed è proseguito sempre, fino a quel luglio (2016); stessa cosa con la successiva ragazza, con lei ha iniziato tipo a dicembre 2014 e a giungo 2015 si sono messi insieme, e tra tira e molla sono stati insieme fino a maggio 2016. Quindi ci sono stati periodi in cui lui si sentiva, usciva e diceva di amare tutte e 3 CONTEMPORANEAMENTE!!! Io ho sempre saputo che non ero del tutto l'unica, ma pensavo fosse per gioco, che non fosse arrivato a dire sei unica e amo solo te, a tutte! Io pur di averlo sono andata avanti, pur sapendo tante cose le ho amato più della mia vita e gli ho dato tutto e di più, e scoprire certe cose mi ha ucciso e fatto sentire una donna di merda: mi sono fatta usare e portare in giro da un ragazzino!! Da qui mi è subentrata, finalmente, un po' di rabbia e ho deciso che volevo fargliela pagare: il primo passo era parlare con la sua "nuova amante" raccontandole tutto di me lui e l'altra ragazzina, così che forse l'avremmo allontanata da lui, cosa che in quel periodo sarebbe stato il dolore più grande per lui; poi tutte e 3 insieme ci saremmo presentate da lui, e smascherandolo avremmo esposto tutta la nostra rabbia e disprezzo. E così ho e abbiamo fatto! La risposta di lui è stata: arroganza e rabbia rivolte solo a me, mi ha urlato cose in faccia bruttissime e cattivei, si sentiva un grande per quello che ci aveva fatto perché non è da tutti, lui si è divertito ed è stato benone siamo state noi le stupide a permetterglielo (e può anche avere ragione, ma se una non sapeva della presenza dell'altra...cosa avrebbe dovuto fare?), mi voleva veder morire, era solo ed esclusivamente contro di me! Dopo un paio di giorni mi scrive che voleva parlarmi da soli e con tranquillità: mi chiede scusa per quello che mi ha fatto e tutte le cose brutte che mi ha detto ma era la rabbia a farlo parlare, mi ringraziava per averlo aiutato (non volendo) a fermarsi prima di buttar via la sua vita per niente, ma mi dice anche che ho fatto una bambinata e da me non se l'aspettava! Ci lasciamo un po' più tranquilli, e io da lì volevo a tutti i costi cancellarlo dalla mia vita (anche se sapevo, che nonostante tutto, io lo amavo ancora tanto...). Per qualche settimana ci sentiamo, parlando del più e del meno, poi ad inizio Agosto si uccide (forse) un suo caro amico e lui crolla nella disperazione e paura di fare la stessa fine...e la persona che chiama e vuole vicino sono io!! Quindi piano piano ci riavviciniamo, e lui fa di tutto per riconquistare la mia ormai persa fiducia...e per l'ennesima volta, stupidamente ci casco! Ma stavolta sembrava andare davvero bene, lui era molto più tranquillo, gli anni passati era molto più nervoso (chissà perché), adesso era attento alle mie necessità, mi coinvolgeva in ogni cosa, mi sembrava di essere tornata a quel bel 2011 quando tutti è iniziato! A ottobre 2016 lui si trasferisce in Toscana per frequentare un'accademia di hip hop: io ero contenta perché finalmente aveva dato una svolta alla sua vita, andava a fare qualcosa che amava e perché io probabilmente avrei vissuto più serenamente senza stare con mille occhi aperti per "controllarlo" soprattutto nella scuola di danza; ma ero anche un po' preoccupata perché se mi aveva tradito a 10 km di distanza, pensa a 300...Però i mesi sono proseguiti piuttosto bene, certo le discussioni ci sono state perché cmq io ero ancora scottata-perché sono una persona gelosa e possessiva di mio-perché la lontananza cmq non è mai facile.; ma lui era molto carino e attento...sembrava andare tutto per il meglio, anche perché lui era molto entusiasta di questa nuova vita, di quello che faceva e di avermi accanto. A gennaio, dopo un bellissimo weekend trascorso insieme, lui torna in Toscana e ricominciando entrambi le nostre solite vite, succede che discutiamo molto molto più spesso di sempre...sarà stato che ancora dovevo riabituarmi ad averlo lontano, o ero più fragile anche perché sono riaffiorati più spesso del solito brutti ricordi, o perché lui era un po' meno presente...fatto sta che sono stati più i giorni di litigio che quelli di serenità, e ad entrambi sta cosa ha pesato. Parto ad inizio febbraio per andare da lui per lasciarlo, ma arrivata su ho provato a confrontarci e a trovare una soluzione e compromessi per continuare a stare insieme, perché dopo tutto quello che avevamo vissuto non potevamo chiudere per un mese andato un po' così...ma lui non è stato dello stesso parere, dice che per i nostri caratteri dopo poco saremo arrivati allo stesso punto di adesso, che purtroppo ci abbiamo provato ma non ha funzionato! Quindi, mi lascia per la QUINTA volta!!! Stavolta però davvero credevo ce l'avremmo fatta, andava tutto così bene, eravamo sereni e felici...perché lui scappa ancora, perché? Perché non mi vuole mai fino in fondo?
Io, naturalmente, ho anche pensato se avesse un'altra visti i precedenti, ma l'unico sospetto che avevo era con la sua coinquilina ma vedendoli sono quasi sicura non ci sia niente (però ho pensato che forse lui si sta innamorando e vuole provarci, però bho...non mi sembra); ho pensato pure che mi ha usato ancora una volta, essendo l'unica che lo appoggiava in questa sua scelta e quella che MAI lo ha abbandonato, mi voleva vicino in questo nuovo cammino e adesso che cmq si è abituato e ha preso la sua strada, io non gli servo più...però adesso sta passando un periodo così in cui non è soddisfatto di come va lassù e non sta benissimo nemmeno con il nuovo ambiente e gli amici, quindi gli sarei servita anche adesso forse;...Non so, ne ho pensate tante, e io non so più darmi risposte...sono esausta!!!
Vorrei precisare che noi abbiamo un carissimo amico che si è appena laureato in psicologia, e ha riscontrato in me un disturbo ossessivo compulsivo e nel mio "ragazzo" un disturbo narcisistico...Navigando su internet ho letto che lui ha veramente tanti tratti di questa personalità, e che è molto difficile stargli vicino...Può entraci qualcosa questo disturbo in tutto quello che ha fatto e sta facendo?! Tante persone mettono anche in dubbio il suo essere etero, perché ha delle mosse o atteggiamenti (soprattutto quando balla) femminili...però io non ho mai avuto questa sensazione, e anche a lui è capitato che uomini ci provassero ma gli fa schifo...Ma per un attimo un dubbio è venuto anche a me, ho pensato che forse tutto quello che ha fatto è perché ancora non gli è chiaro com'è...
Io cmq credo che soffra di una sorte di depressione, o non so cosa, perché da due anni a questa parte fa così: un tot di mesi è entusiasta di tutto e gli va tutto alla grande, poi inizia a rattristarsi e non gli piace più niente di quello che fa; un tot di mesi ha voglia di fare mille cose, poi piano piano diventa apatico e si siede; un tot di mesi è super innamorato ed è romanticissimo, poi non vuole più avere a che fare con l'amore e la donna e si isola;...lui è una persona molto pretenziosa e che punta molto in alto, non gli basta mai quello che fa ed ha, vuole sempre di più e si sente sempre insoddisfatto e un mediocre, quando invece vorrebbe essere chissà chi...e questi mesi stava lavorando anche su questo, e stava riuscendo ad accontentarsi un po' di più e di vivere piano piano ogni cosa...invece è caduto ancora nel buio!!! Secondo me è anche una persona che si stufa, che siano cose persone o attività...perché sennò non è possibile che inizia mille cose e non ne finisce una, fino adesso fondamentalmente non ha costruito quasi niente...Ha iniziato l'università alla grande nel 2011, e adesso va a rilento perché non ha più voglia e gli fa schifo; un periodo era fissato con i fumetti, e adesso ne ha uno scaffale pieno non letti; con l'amore inizia sempre al meglio, ma poi va a morire; con gli amici un periodo sempre e solo con alcuni, ma poi loro spariscono e un periodo con altri (anche se è in buoni rapporti con tutti...è molto socievole, compagnone e carino con tutti); adesso ha iniziato sta cosa della danza e sembra andare bene, ma un paio di mesi fa mi ha detto che si era stufato, che non vede miglioramenti e che forse non è la sua strada...Cosa vuol dire tutto questo?? Sto parlando molto di lui perché vorrei capire se ci fossero dei problemi di fondo, che non gli permettono di vivere bene né con se stesso né con altre persone (in questo caso me)...Io spesso gli ho consigliato di andare da uno psicologo, e quando sta più giù quasi che si convinceva ad andare...ma io credo sia troppo orgoglioso per farlo, sicuro lo vedrebbe come un fallimento della sua persona!...Io non so più che fare, con lui e con me! Sicuro la vostra risposta sarà (come quella di tutte le persone che mi sono vicine, e anche della mia parte razionale) che devo lasciarlo perdere, di prendere in mano la mia vita e pensare solo a me...E vorrei tanto farlo, ma è più forte di me: penso e voglio solo lui!!! A sto punto, visto anche come sono, credo sia diventata un'ossessione per me...Quindi vorrei capire come fare per reagire, ma anche riuscire a capire cosa è e ha lui...Sapreste aiutarmi in tutto questo?!
So che forse non sono stata tanto chiara su tutto, ma avete capito che cavolo di storia era, è difficile spiegarla in poche parole e da capire...Però, credo in voi!! ;-)

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Luna,
credo che il suo consiglio di andare da uno psicologo sia la strada migliore da percorrere, solo che lui non ha interesse a cambiare tranne nei momenti in cui sta particolarmente male. Io rigiro a lei il suggerimento: perché non intraprende un percorso di terapia? Su lui non può decidere, può invece decidere per sé e capire come mai si è legata a una persona che continuamente la lascia e scappa da lei. I motivi comportamentali sono chiari: sta con lui perché quando lui la vuole il benessere che sperimenta non l’ha mai sperimentato prima. Perché lui le fa sentire di essere a casa e accolta. Perché questa potenzialmente è la relazione della sua vita. Quando invece si allontana le fa sperimentare quanto lui non sia in grado di avere una relazione e questa consapevolezza le rende difficile anche arrabbiarsi perché intuisce che non si tratta semplicemente di una questione di volontà e che tanti elementi concorrono.
Ci sono diverse tipologie di narcisismo. I narcisisti non sono tutti sbruffoni, esiste anche la tipologia gentile e sensibile. Quello che succede è che vuole a tutti i costi una relazione e poi non riesce a mantenerla oltre un certo punto, ad esempio quando la percepisce troppo stretta o si arriva alla soglia di un successivo passaggio che stringe ancora di più il legame o porta ad assumere maggiori responsabilità. A questo punto il terrore di subire rifiuti o abbandoni diventa intollerabile (per lui). In questi frangenti l’ansa irrompe e a volte porta con sé un abbassamento del tono dell’umore.
Queste situazioni possono andare avanti per anni.
Quello che va visto in particolare è il rispettivo stile di attaccamento. Se questo ragazzo oscilla dalla gelosia e possessività alla fuga, come mai lei rimane in questa storia? Oltre al forte aggancio, su visto, che altro la tiene legata a lui e a farle dire che è l’uomo della sua vita? Forse anche lei ha un po’ i tratti che in lui sono così evidenti?
Sarebbe anche utile vedere come sono andate le sue relazioni passate e tanto altro. Se vuole maggiori dettagli può contattarmi in privato.

Buona giornata
Dott.ssa Lucia Rinaldi

Lucia Rinaldi Psicologo a Roma

91 Risposte

153 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15500

psicologi

domande 19050

domande

Risposte 77950

Risposte