Cosa succede a mio figlio di 5 anni?

Inviata da Nadia Taliercio · 22 mar 2012 Psicologia infantile

Mio figlio di 5 anni quando a scuola le maestre dell'asilo gli chiedono di disegnare la sua famiglia, dal disegno esclude il padre, disegnando al suo posto il mio compagno, me, se stesso e sua sorella più piccola, nata da questa seconda relazione. Poi quando gli chiedono di disegnare il lavoro che fa suo padre lui disegna il lavoro del mio compagno, volevo chiedere se tutto questo è normale. Specifico che per motivi di lavoro il mio ex marito non vede spesso il bambino specie durante il periodo estivo, i nostri rapporti non sono buoni, ma nonostante ciò io non ho mai parlato male al bambino del padre, spero di avere una risposta al più presto e vi ringrazio.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 23 MAR 2012

Buonasera,
considerando l'età di suo figlio è scontato che come papà consideri il suo nuovo compagno visto che è quest'uomo che si prende cura di lui quotidianamente (es. è sempre presente, gioca... anzichè il vero padre che vede non spessissimo). Il pensiero a questa età è di tipo concreto, ovvero c'è o non c'è, ricevere affetto, attenzione, condividere qualcosa è più importante delle parole!
Dott. Piantanida Roma

Psicologia E Benessere Psicologo a Roma

311 Risposte

229 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 MAR 2012

È importante aiutare il bambino ad introiettare il padre dentro di sè. cordialmente Dott.ssa Eva Scardone

Dr.ssa Eva Scardone Psicologo a Marcianise

92 Risposte

33 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 MAR 2012

Gentile sig,ra Taliercio,nella sua mail mancano alcune informazioni per esempio: quanti anni aveva il suo bimbo quando lei e il suo papà vi siete separati e da quanto tempo lei vive con il suo compagno. Comunque da quei dati che lei riporta, si potrebbe dedurre che suo figlio ha identificato nel suo compagno l'unica figura "paterna" vicina e che quotidianamente si occupa di lui , visto che il padre biologico è lontano e la nascita della sorellina potrebbe avere creato confusione e desiderio di appartenenza . Io le consiglio una consulenza da uno psicologo infantile perché è necessario per una crescita serena di suo figlio che ogni adulto abbia il suo giusto ruolo. I bambini così piccoli utilizzano come riferimento gli adulti che hanno intorno , e se gli stessi adulti non aiutano i bambini a dare un nome "quello giusto" alle persone , i piccoli si perdono creando confusione. Questa confusione domani potrebbe diventare sofferenza .E' importante che suo figlio nella sua camera abbia la foto del suo papà, e poi potrebbe chiedere al suo ex marito di poter programmare settimanalmente con Skype le telefonate con il figlio , oppure utilizzare i video -telefoni,ha mai sfogliato con suo figlio il suo album con le foto della sua famiglia , dei suoi momenti con il suo papà? E' necessario che ci sia continuità tra le due storie anche attraverso i racconti ; per esempio quando il suo compagno cambia la sua bimba può raccontare a suo figlio che anche lui quando era piccolo il padre lo cambiava aggiungendo e descrivendo in modo chiaro quel momento. Chieda altri consigli ad una psicologa infantile -
Dr. Romina Bove

Dott.ssa Bove Romina Psicoterapeuta Psicologo a Modena

5 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 MAR 2012

Cara Nadia, i disegni dei bambini ci dicono molto di quello che provano, sentono, vivono che spesso va oltre quelo che a livello cosciente ci rendiamo conto di dire come genitori.
Forse il suo bimbo in questo momento ha una gran confusione, forse una gran rabbia verso un padre da cui si può sentire abbandonato e questo fa si che lui veda nel suo compagno un maschile di riferimento. Ma questo non e' giusto, o meglio, il padre questo bimbo ce l ha e forse hanno bisogno di un tempo per ritrovarsi, per riscoprire un nuovo modo di stare insieme. Lei può avere un ruolo speciale nel permettere questo e nell aiutare il suo bambino a incontrare il suo Papa. In bocca al lupo.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 MAR 2012

Gentile signora, uno dei metodi migliori per comprendere i sentimenti dei bambini è proprio il disegno, in particolare il disegno della famiglia indica i rapporti del piccolo verso i vari membri familiari.
Nel caso del suo piccolo, il fatto di non disegnare il vero padre può significare il desiderio del bambino di non introdurlo nel nucleo familiare e i motivi vanno compresi, cioè va capito se il bambino si comporta in questo modo perchè non vede mai suo padre e quindi non vive la quotidianità con lui, o se la figura di suo padre la associa a situazioni sgradevoli vissute.
Le consiglio quindi di parlarne con il suo ex e di affrontare insieme l'idea di portare il bambino da uno psicologo che faccia emergere i reali motivi di questa estromissione dal disegno.
I miei migliori auguri, dott.ssa Angela Virone

Dott.ssa Angela Virone Psicologo a Agrigento

315 Risposte

220 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 MAR 2012

Quando il papà è andato via il piccolo aveva 20 mesi io e il padre nn stiamo più insieme da tre anni e mezzo circa. Il mio bambino ha un buon rapporto con il mio compagno ,cerchiamo sempre di non fargli mancare nulla anzi se facciamo un regalo alla piccola ne facciamo sempre uno anche a lui, e viceversa.Ho chiesto il significato di questi suoi disegni perchè quando le maestre me ne hanno parlato quasi mi hanno rimproverato , mi hanno detto che questo non andava bene e che avrei dovuto fare qualcosa , ma io non so cosa , io non parlo mai male del padre con il bambino, anzi se in passato lui ha avuto problemi perchè il piccolo non voleva più andare a dormire da lui io ho parlato con mio figlio facendogli capire che era il padre e che non era giusto che dormisse solo con noi, poi ha ripreso serenamente ,dopo vari tentativi, ad andare a dormire con il padre. Ma come ho detto già i rapporti con il mio ex non sono spesso buoni, anzi ultimamente peggio e lui spesso e volentieri riferisce delle cose al piccolo che ha mio avviso non dovrebbe fare, tipo che si è stancato di litigare con mamma e che è costretto ad andare dall'avvocato, oppure che non si possono vedere perchè mamma non vuole ecc...poi lo ha anche sgridato che in un disegno dove le maestre chiedevano di disegnare il lavoro del padre lui ha disegnato quello del mio compagno. Spero di aver dato ancora più informazioni e vi ringrazio

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 MAR 2012

Gentile Nadia, il Disegno della Famiglia è uno strumento utilizzato molto spesso dagli psicologi, in quanto permette di indagare aree come l'immagine che ha il soggetto di sè all'interno del nucleo familiare, le relazioni e la gerarchia familiare oltre che i conflitti più o meno espliciti all'interno di questo sistema.
Il bambino proietta quindi sul foglio quella che è la sua immagine interiore della famiglia, sia delle figure genitoriali, sia delle relazioni fra queste ed il bambino stesso.
Il disegno della famiglia è in realtà un disegno più complesso di quanto si possa pensare, e più che in altri casi sarebbe interessante assistere al momento in cui il bambino disegna, per osservare (ascoltando in più le verbalizzazioni del disegnatore) chi disegna per primo, chi per ultimo, se cancella qualcuno o aggiunge un membro della famiglia all'ultimo momento, poichè sono tutte informazioni estremamente importanti per indagare il modello di famiglia che si è fatto il bambino.
Dal momento che non siamo in possesso di alcune informazioni importanti (quanti anni avevai il bambino al momento della separazione, come è stata affrontata, cosa sa effettivamente il bambino etc) e, tenendo conto che Lei stessa dice che suo figlio vede poco il padre biologico sembrerebbe, complice peraltro la giovanissima età di suo figlio, che ci sia un pò di confusione nelle discernere quella che è l'effettiva figura paterna (biologica) con quella che è la figura maschile all'interno della casa. La cosa in realtà non è infrequente, dal momento che alcuni figli di separati/divorziati possono sostituire, all'interno del disegno, il genitore biologico non convivente con il nuovo compagno della madre o del padre che vive sotto lo stesso tetto del bambino.
Il bambino, soprattutto a questa età e a differenza degli adulti, è un libro aperto, parlandogli apertamente, con il calore e l'affetto che solo un genitore può dare, la situazione potrebbe sbloccarsi in maniera del tutto naturale.

I nostri migliori auguri.

Studio Associato Chrysalis Psicologo a Arese

62 Risposte

100 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 MAR 2012

Cara Nadia,
capisco la sua preoccupazione e sicuramente il disegno esprime un movimento interno del bambino.
In realtà il gioco ed il disegno sono dei grandi strumenti, il modo per affrontare i propri conflitti e suo figlio ci mostra il suo conflitto e la sua risoluzione.
Il conflitto è quello di dare un posto al suo compagno all'interno della nuova famiglia, o meglio deve dare un posto a tutti i componenti della vecchia e nuova famiglia e non deve essere facile. Probabilmente si chiede quale sia la vera famiglia, quella di prima o quella di oggi, chi deve amare e se è legittimato ad amare anche il nuovo compagno della madre.
Da questa nuova unione è nata anche una sorellina, per cui per inserirla nella sua vita ha dovuto includere il suo padre, che ha adottato come proprio.
Non deve essere una situazione facile per lui! Forse per sentirsi al pari della nuova sorellina, deve fare finta di essere figlio anche lui del suo nuovo padre. Forse è anche arrabbiato col proprio padre, che è scomparso dalla sua vita a tutti gli effetti e che forse gli passa anche della rabbia rispetto all'unione che si è rotta.
Non c'è nulla di allarmante in tutto ciò, c'è solo da prendere visione della sua difficoltà ed aiutarlo in questo difficile lavoro di elaborazione, che sicuramente avverrà a più riprese. E' importante che tutti, vi diate da fare per sostenerlo e aiutarlo a comprendere, che siate molto vicini nel gioco, nel leggergli delle storie, nel chiedergli come si sente, nel dire voi per prima come vi sentite, nel cercare di fornirgli spiegazioni comprensibili su come vanno le cose, ecc. Potreste disegnare la vostra famiglia, ognuno per conto proprio e poi confrontarvi scherzosamente su questo ed avere così degli spunti importanti di intervento e riflessione.
Vedrà che questo tempo insieme, darà i suoi frutti.
E' importante che tutti quanti collaboriate in questo processo di sostegno e di crescita.
E' importante che facciate delle cose insieme anche.

Buon lavoro
Sabrina Costantini
Psicologa Psicoterapeuta Pisa

Sabrina Costantini Psicologo a Pisa

116 Risposte

294 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 MAR 2012

Evidentemente il bambino si sente ben inserito nella nuova famiglia che gli si è costruita attorno e questo è sicuramente un buon segno.
Quando gli si domanda della famiglia, lui fa riferimento ai membri che vede stabilmente intorno e che assumono i ruoli genitoriali.

Data l'età del bambino non ha ancora ben definite categorie astratte come papà e mamma (le persone che lo hanno concepito) ma le riferisce alla sua quotidianità (l'uomo e la donna che lo stanno crescendo e provvedono ai suoi bisogni materiali e di affetto).

Questo non significa che abbia tagliato fuori dalla sua vita il padre, ma che se pensa alla "famiglia" (le persone con cui mangia, dorme, che lo portano all'asilo, ai giardini...) pensa naturalmente a voi quattro.

Saluti.

Studio P Psicologo a Torino

4 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 MAR 2012

Salve signora Nadia,
mi pare di capire che suo figlio viva con lei e il suo compagno e la sua sorellina, quindi per lui è quella la sua famiglia.
Non vedo assolutamente nulla di anomalo, probabilmente se al bambino venisse chiesto di disegnare anche l'altro papà, non avrebbe nessun problema a inserirlo nel disegno.
Spesso siamo noi adulti a preoccuparci per una situazione familiare atipica, ma se i bambini ricevono rispetto e amore, diventa "normale" avere 2 papà!
Spero di esserle stata d'aiuto.
D.ssa Strippoli Valentina

D.ssa Valentina Strippoli Psicologo a Fano

47 Risposte

40 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 MAR 2012

Gentile Nadia, i bambini nel disegno esprimono molto direttamente il loro mondo interno e i loro vissuti rispetto a quanto accade loro nella vita quotidiana ed è normale che spesso il disegno sia recepito in maniera diversa a seconda di cosa si aspetta l'adulto a cui il bambino lo mostra; dalle sue parole sembra che sia lei che le educatrici abbiate avuto una reazione di preoccupazione ai contenuti dei disegni del suo bambino e sembra che emerga in lei un bisogno di rassicurazione sulla modalità con cui ha gestito e sta gestendo la separazione dal papà di suo figlio e la nuova relazione con il suo compagno. Forse per affrontare in maniera serena questi aspetti, sia per lei sia per il suo bambino, potrebbe esserle di aiuto rivolgersi ad un professionista che possa sostenerla anche nel parlare con il suo bambino di argomenti e questioni particolarmente delicati. Un cordiale saluto, dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

481 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 MAR 2012

Gentile sig.ra Taliercio,
nella sua mail dice poco riguarda al suo rapporto con l'ex-marito, e dunque anche al rapporto di suo figlio con lo stesso uomo: da quanto tempo non state più insieme? O anche: per quanto tempo suo figlio ha vissuto con continuità (e presenza) il rapporto con la figura paterna?
Comunque da quanto scrive, vista anche la presenza di una sorella più piccola avuta dal rapporto con il suo nuovo compagno, si potrebbe anche pensare che suo figlio possa temere di venire escluso dalla famiglia "naturale" attuale, quella costituita da lei, il suo compagno e sua figlia. Così il disegno potrebbe anche essere un espressione del suo desiderio, invece, di farne parte.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18800

psicologi

domande 30000

domande

Risposte 102150

Risposte