Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Cosa posso fare per uscire da questa situazione?

Inviata da Anonimo il 31 mag 2017 Terapia di coppia

Credo di esedermi ammalata. Non vivo bene con me stessa e soprattutto con mio marito con cui ho una storia da 10 anni. In questi ultimo 4 5 anni credo di aver elemosinato attenzioni inutilmente in un rapporto malato. Abbiamo 3 figli. Non so come siano arrivati visto che non abbiamo molti rapporti e quando ci sono sono solo sfoghi e basta. E da anni che ho imparato tutti i nomi delle chat di incontri... ed è da anni che lui passa le ore in bagno con il cel in mano lamentando un problema alle emorroidi e dicendo che si fa una partita a qualche gioco è che li si rilassa. Sono anni che non mi abbraccia non mi bacia mi usa. E dopo che stiamo insieme mi accorgo che ha il cel anche in camera da letto e io sono invasa da un angoscia bruttissima. Lui ha momenti altalenanti. Un giorno è allegro un giorno è negativo. Un giorno ti tratta male un giorno meglio. Ha sempre colpevolizzato me xke sono una persona ossessiva buia e sbagliata. Ma oggi non credo più di essere così. Ogni volta che avevo qsto sospetto lui ha sempre negato. E mi ha sempre fatto passare per quella sbagliata . Fosse per lui dovrei tacere continuare le sue comodità e lasciarlo vivere. Ma allora perché nn mi lascia? Io sinceramente no ho il coraggio di farlo. Eppure sono una donna piacente nn passo inosservata. Ma lui è nel suo mondo preso da se stesso e basta. Non riesco ad uscire da qsta situazione. Mi sento plagiata perché credo di aver visto sempre giusto ma probabilmente lui fa sempre in modo di deviarermi. Ho provato tante volte a parlare . Ma lui si nasconde o facendo la vittima o dandomi le colpe. Non c'è cosa più vile di reagire così ad un problema. E per qsto motivo mi sono ammalata. Come posso uscire da qsta situazione difficile?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Barbara,
per uscire dalla sua difficile situazione, deve decidere di prendersi cura di se stessa mediante un percorso di psicoterapia che le faccia acquisire un miglio equilibrio del tono dell'umore ed un miglior livello di autostima e di assertività.
In tal modo sicuramente diventerà meno invisibile agli occhi di suo marito e potrà anche chiedergli maggiore collaborazione nell'accudimento e nella gestione dei figli che ci sono a prescindere dalla vostra situazione coniugale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6688 Risposte

18728 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Barbara.
Immagino che sia difficile per lei questa situazione e non è facile rompere un matrimonio.
Lei ha detto una cosa importante: non avrebbe il coraggio di lasciarlo. In che senso? Cosa potrebbe succedere se lo lasciasse? Cosa prova in relazione a questo pensiero?
Noi possiamo capire come lei si sente plagiata in questo rapporto, come la fa sentire, ma purtroppo non abbiamo la possibilità di "darle consigli" su cosa fare con suo marito.
Lei dice inoltre di essersi ammalata...in che senso? Come si sente in questa situazione?
Resto a disposizione
Dottssa Fabrizia Tudisco

Dott.ssa Fabrizia Tudisco Psicologo a Como

503 Risposte

944 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15750

psicologi

domande 19950

domande

Risposte 79450

Risposte