Cosa posso fare in questa situazione?

Inviata da Giulia · 20 apr 2021

Sto da due anni con un ragazzo che mi ha subito detto di essere bipolare. Inizialmente ho sottovalutato il tutto poiché ha una vita normale (amici e lavoro), è una persona dolce, e in più assume correttamente i farmaci prescritti. Durante il primo anno abbiamo vissuto momenti alti (ho più ricordi belli che brutti) e bassi (dopo quasi un anno, lui senza motivo ha deciso di mollarmi perché diceva di non amarmi, voleva essere libero di giocare a giochi di realtà aumentata, senza che io mi lamentassi di questo) . Dopo qualche giorno si è reso conto di aver sbagliato ed io sono stata li ad accoglierlo di nuovo. Fino a 2 mesi fa ha fatto gesti d'amore davvero belli e significativi, ora mi dice che non mi ama, che però vuole continuare la relazione perché magari per lui è un non-amarmi passeggero. Conviviamo e io penso di essere la stessa di 2 mesi fa. Non si riesce mai a parlare di noi, perché lui si rifiuta e io non capisco mai cosa e se sbaglio. Non so cosa fare, ho tanti ricordi belli passati insieme e troncare tutto non è facile, però abbiamo entrambi 28 anni e con lui non vedo un futuro. Ho bisogno di un parere su questa situazione che mi sta logorando,ho la sensazione di stare a perdere tempo con lui, però lo amo e non riesco q prendere decisioni drastiche. Come faccio a farlo parlare, a fare in modo che esprima i suoi sentimenti, belli o brutti che siano?
Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 20 APR 2021

Gentile Giulia,
mentre la leggevo pensavo a quante responsabilità si attribuisse all'interno della coppia. Forse troppe! mi colpisce la sua ostinata ricerca nel capire "dove e se sbaglia", come se attribuendosi le responsabilità a se stessa potesse in qualche modo controllare la difficile situazione di coppia che sperimenta.
Se l'avessi nel mio studio le chiederei cosa significa per lei avere un compagno con una patologia mentale, che a volte la fa sentire come se foste sulle montagne russe... Che effetto le danno queste "oscillazioni"? Come la fa sentire la relazione che ci descrive? Dove pensa che il suo compagno possa beneficiare della relazione con lei? E lei invece, cosa prende di buono dal suo compagno?
Spero che queste domande l'aiutino a chiarire la nebbia fitta dei pensieri.
Nel frattempo le mando un caro saluto.
Dott.ssa Federica Grassi

Dottoressa Federica Grassi Psicologo a Milano

15 Risposte

50 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 APR 2021

Buongiorno Giulia, comprendo che ti senti legata a questo ragazzo, che convivete da due anni e che conservi tanti bei ricordi del primo anno trascorso assieme ma tu stessa dici che è una relazione che non ha futuro, che con lui non si riesce a parlare e che un momento dice di amarti ed un altro no. Tutto questo mi sembra molto destabilizzante. Se con lui manca una progettualità rispetto al futuro, allora o ti va bene questa cosa e continui a restarci insieme oppure chiudi e ti rivolgi altrove. E' importante che tu faccia chiarezza rispetto ai tuoi bisogni, a ciò che desideri nella vita. Dopodichè la scelta è solo tua. Un caro saluto, d.ssa Antonella Ricci

Dott.ssa Antonella Ricci Psicologo a Tivoli

156 Risposte

56 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 APR 2021

Carissima, perché non vive la sua storia senza farsi tante domande ? Il futuro? Cosa significa per lei il futuro, parla di matrimonio? Perché per lei è così importante, con sa c'è in fondo a tale passo che lei non può trovare già nella situazioni che vive? Lei ha una storia con una persona che ha un disturbo vero, che probabilmente non ha una sua stabilità emotiva, dunque penso che sia normale che eviti l'argomento. Sapere se lui la ama davvero o no, credo che sia difficile come lo è per tutti. Chi di noi può essere sicuro di amare una persona o di esserne solo infatuato, forse neanche chi ama può davvero esserne sicuro. Quindi mi chiederà, che faccio? Nulla, i sentimenti semplicemente si vivono, e sicerca di trarne tutto il bene possibile, poi se saranno possibili passi ulteriori si faranno se no, resterà l'amore che penso non sia da poco.
Spero di averla aiutata. Resto a disposizione anche on-line se lo volesse.
Cari saluti.
Dottoressa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

665 Risposte

314 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 APR 2021

buongiorno Giulia,
il disturbo bipolare è uno dei meno 'maneggevoli' di tutto il panorama psichiatrico. Dico questo per suggerire l'idea che, lei da sola e dall'interno di una relazione, fa veramente fatica a comprendere le 'montagne russe' di umore e di sentimenti del suo compagno. Vedo come unica soluzione una psicoterapia. Inizierei con una sua personale, che poi può essere affiancata da una di coppia, se sarà il caso.
Per affrontare una decisione sia in un senso che nell'altro, credo la aiuterebbe avere consapevolezza dei suoi sentimenti e valutare insieme ad un/a professionista, tutte le conseguenze di una decisione o dell'altra.
G: Gibellini

Dott.ssa Giuliana Gibellini Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Carpi

372 Risposte

260 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 APR 2021

Gentile Giulia,
per la situazione che descrive immagino quanto possa sentirsi disorientata e confusa, anche rispetto a cosa fare della relazione col suo ragazzo.
Dalle sue parole mi sembra di cogliere il desiderio di una “risposta” da parte del suo partner, circa i sentimenti che nutre per lei, e la convinzione che ciò potrebbe rassicurarla - in un senso o nell’altro - ma, da quanto racconta, emerge come sia in primis il suo ragazzo a trovarsi in difficoltà nel mettere a fuoco ciò che prova con chiarezza.
Forse più che cercare una conferma o disconferma “netta” da parte del suo partner, varrebbe la pena provare a capire come si sente lei in questa situazione di instabilità, come vive i cambiamenti repentini all’interno della vostra coppia, quali emozioni la attraversano nei momenti “alti” e in quelli “bassi”, che relazione ha con la problematica mentale del suo ragazzo, quale senso avete condiviso rispetto al futuro della vostra relazione.
Porre maggiormente l’accento su di sé, non in termini di colpe/responsabilità per quello che non va, ma in termini di bisogni/desideri per il presente e il futuro potrebbe essere una direzione verso cui indirizzare il lavoro.
Resto disponibile e le porgo un caro saluto,
Dott.ssa Veronica Rossetti

Dott.ssa Veronica Rossetti Psicologo a Biella

14 Risposte

15 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18600

psicologi

domande 29600

domande

Risposte 100800

Risposte