Cosa possiamo fare per mio fratello?

Inviata da Francesco · 2 feb 2016 Disturbo ossessivo compulsivo

Salve a tutti.
Mi chiamo Francesco, ho 29 anni e scrivo perchè ho bisogno di aiuto/consiglio riguardo mio fratello di2 4 anni.
Non è facile da spiegare. Da un paio d'anni a questa parte ha avuto una metamorfosi negativa, è cambiato completamente. Da ragazzo simpatico, socievole e divertente e diventato un ragazzo pieno di problemi inesistenti ma che per lui sono gravi, depresso, ansioso, asociale e aggressivo.
Qualche tempo fa iniziò ad avercela con i suoi amici dicendo che lo prendevano in giro. Pian piano li abbandonò tutti e adesso è rimasto solo. Diceva che lo prendevano in giro e che uno di loro gli aveva fatto il lavaggio del cervello. Da allora iniziò a chiudersi in casa e uscire sempre meno, stare il meno possibile con parenti ecc. Negli ultimi mesi la situazione è peggiorata. Non parla quasi mai, è sempre distratto, agisce come se noi non ci fossimo (io, mio padre e mia madre) e spesso è aggressivo (sbatte oggetti, grida, sbuffa sempre).. Ultimamente ha strani pensieri in testa e la convinzione che tutti noi, compresa la sua famiglia, lo prendiamo in giro e stiamo complottando contro di lui per tenerlo all'oscuro di qualcosa che ha a che fare con la sua anima, la sua personalità ecc..
A volte sente anche delle cose, frasi o parole che noi non abbiamo detto ma che lui invece sente e che sono rivolte contro di lui..Infatti non parla più con nessuno, non si fida.. Abbiamo cercato di aiutarlo e farlo parlare centinaia di volte, ma non si è risolto nulla.. Abbiamo cercato anche di farlo parlare con un medico/psicologo ma lui non vuole saperne di andarci, non si fida e probabilmente stiamo complottando contro di lui.. Cosa potrebbe essergli successo? Come possiamo aiutarlo se lui stesso non vuole farsi aiutare? Vi prego datemi un consiglio. Grazie!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 2 FEB 2016

Gentile Francesco,
i sintomi che ci descrive non sono da sottovalutare e possono configurare una crisi psicotica con deliri di persecuzione.
Potrebbe essere una situazione temporanea e perciò urge intervenire con celerità con farmaci prescritti dallo psichiatra e successivamente con psicoterapia familiare.
Se non riesce in alcun modo con buone maniere a convincere suo fratello ad accettare le cure si rechi al Centro di Salute Mentale della sua zona di appartenenza per informarsi sulle eventuali procedure da adottare.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7411 Risposte

20814 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 FEB 2016

Caro Francesco,
La situazione da lei descritta è molto delicata e necessita di una ulteriore valutazione che andrebbe fatta presso il centro di salute mentale (Asl) della sua zona. Suo fratello potrebbe essere in balia di una crisi psicotica e manie persecutorie che, da quello che descrive, sembrano essere nate all'improvviso quindi ipotizzo a seguito di un uso/abuso di sostanze stupefacenti. Queste sostanze col tempo possono infatti portare proprio ad una slatentizzazione di patologie mentali a seguito di danni a carico del sistema nervoso. Potrebbe essere necessario l'uso di farmaci e quindi un consulto psichiatrico, pertanto occorre una valutazione repentina del quadro clinico, rimane solo di riuscire a portarlo al centro, ma le preannuncio che il compito potrebbe essere non facile dato che anche questa è una caratteristica peculiare di persone con tale quadro sintomatologico. Si avvalga dell'aiuto del medico di base, che magari può essere visto sotto una luce diversa da suo fratello e può essergli da input quantomeno per iniziare a consultare il centro. Le faccio un enorme in bocca al lupo.
Cordialmente.
Dott.ssa Di Rosa Raffaella
Psicologa clinica e dell'età evolutiva, Psicodiagnosta, Psicoterapeuta cognitivo-comportamentale a Villaricca (Napoli).

Dott.ssa Di Rosa Raffaella Psicologo a Villaricca

97 Risposte

49 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 FEB 2016

Caro Francesco
la situazione è seria.
Occorre farsi aiutare in quanto non sarà facile poter convincere suo fratello ad intraprendere una cura. Purtroppo proprioi sintomi psichici che lui sta sviluppando sono improntati ad aspetti persecutori e quindi penserà non di essere aiutato ma, ovviamente, ulteriormente ostacolato..
Tuttavia, voi familiari non dovete demordere e non dovete troppo spaventarvi in quanto con cura farmacologica prima e psicoterapia dopo, questa fase potrebbe rientrare in tempi congrui.
Bisogna anche accertarsi che il ragazzo non faccia o abbia fatto uso di stupefacenti che spesso sono la causa di "slatentizzazioni" di problematiche inconsce.
Insomma il quadro clinico va accertato sotto diversi aspetti e punti di vista, comprese diagnosi differenziali che possano esludere problematiche di tipo fisico.
Forse il vostro medico di famiglia potrebbe esservi di aiuto nel convincerlo a farsi vedere.
Un caro saluto e coraggio!
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7281 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 FEB 2016

Buongiorno Francesco,
da quello che descrive la situazione non è da sottovalutare.
Più che uno psicologo le consiglio un consulto da uno psichiatra. La decisione di recarsi da uno specialista può essere solo fatta da suo fratello.
Un caro saluto

dott.ssa Miolì Chiung
Studio di Psicologia Salem
Milano - Agrate - San Donato M.se

Anonimo-125892 Psicologo a Milano

220 Risposte

922 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 FEB 2016

Buongiorno Francesco,
quanto da te descritto fa pensare ad una situazione molto complessa e delicata. Dal momento che tuo fratello è molto restio a farsi aiutare, in quanto, da quello che dici, temerebbe un complotto. Potreste provare a parlare di quanto sta avvenendo con il vostro medico di famiglia, che sicuramente potrà sostenervi e provare a fare da ponte con uno specialista; ad esempio indicandovi il C.S.M. di vostra competenza per poter fissare un appuntamento con uno psichiatra.
Cordiali saluti,
dott.ssa Clara Rocco

Dott.ssa Clara Rocco Psicologo a Chivasso

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 FEB 2016

Salve Francesco,
la situazione che descrive è davvero complicata e necessita di un intervento urgente sia psicoterapico che farmacologico. Suo fratello è ancora così giovane da poter sperare in un futuro più armonico ed equilibrato. Vi consiglio di muovervi in fretta. Purtroppo, come scrive la collega, deve essere lui a volere il supporto altrimenti nulla cambierà. Provate a stimolarlo a pensare che con un adeguato aiuto le altre persone lo valuterebbero positivamente. Mi rendo conto che non "stando" nella situazione è davvero difficile, ma individui quell'aspetto che lo motiverebbe all'intervento. Vi faccio un grosso in bocca al lupo.

Dr.ssa Sonia Rossetti
Lizzano, Taranto.

Dr.ssa Sonia Rossetti Psicologo a Lizzano

73 Risposte

239 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 FEB 2016

Buongiorno Francesco,

solo lui può decidere se rivolgersi a un professionista a cui chiedere aiuto.

Suggerisca a Suoi genitori di contattare uno psicoterapeuta perchè possano loro trovare delle chiavi di lettura relative a questi comportamenti e agire nel modo più efficace possibile con Suo fratello.
Se lo desidera li accompagni.

Cordiali saluti

Dott.ssa Cristina Fumi
Psicologa - Psicoterapeuta
Milano

Dott.ssa Cristina Fumi Psicologo a Milano

233 Risposte

237 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Altre domande su Disturbo ossessivo compulsivo

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18200

psicologi

domande 28400

domande

Risposte 97500

Risposte