Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Cosa mi succede? Aiutatemi grazie

Inviata da Andrė · 12 dic 2016 Depressione

Sono una persona di 24 anni con un passato difficile. All'età di 17 anni entrai in depressione. Non uscivo mai di casa, stavo sempre davanti al computer o alla tv; o sul letto a piangere per come mi ero ridotto/a. Non avevo la forza di reagire e cambiare fino a quando sette mesi fa, grazie ai miei genitori, iniziai a lavorare, solo che mi sono accorto/a di avere un comportamento diverso da tutti (a volte penso di essere cretino/a) .perché dimentico facilmente quello che devo fare e devono ricordarmelo sempre ( dopo 7 mesi di lavoro, ormai anche il capo si sta stancando di me) non so esprimermi e spesso balbetto. Inizio a fare un lavoro, mi allontano un minuto e poi ritorno ad iniziare un altro lavoro, lasciando in sospeso quello di prima. La cosa brutta è come mi guardano i colleghi, come si lamentano, come vogliono farmi capire che sbaglio e per loro anche i bambini sanno come fare tutto). Faccio cose sensa senso e sono maldestro. Mi arrabbio facilmente e cambio spesso umore, da triste divento felice. Ho sempre paura di fare brutte figure e spesso mi sento di essere inferiore a tutti. Guardo i miei colleghi che hanno imparato subito il mestiere mentre io dopo 7 mesi non so fare niente. Sono molto sensibile e piango spesso. Sembro un/a bambino/a. Perché mi succede tutto questo? Sono anormale? Come faccio a cambiare? Come si diventa forti di carattere?.
Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 13 DIC 2016

Caro Andrè,

ti descrivi come maldestro, con un umore variabile, sensibile ed incline al pianto, un bambino/a. Ho notato che non definisci la tua identità sessuale, dici di essere una persona di 24 anni e poi seguono una serie di aggettivi negativi.
E' possibile che quando sei a lavoro hai molti pensieri che non ti permettono di concentrarti? Quando eri depresso com'era la tua quotidianità e come è cambiata da quella attuale?
Rimango a disposizione,

cordiali saluti

Dott.ssa Monica Salvadore
Psicologa Psicoterapeuta
Torino

Dott.ssa Monica Salvadore - Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Torino

369 Risposte

844 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 DIC 2016

Caro Andrè, la tua lettera trasuda di angoscia, ansia, insicurezza. Mi ha molto colpito il fatto che tu ti definisca sia al famminile che al maschile...cretino/a...ridotto/a....accorto/a.... Tutto questo mi fa pensare che al di là delle problematiche sul lavoro tu non abbia ben chiaro chi tu sia veramente. Il mio consiglio è di iniziare un percorso psicoterapeutico che ti possa aiutare a fare chiarezza con te stesso/a per trovare una tua identità e superare tutte le tue ansie ritrovando così un po' di serenità.

Dott.ssa Cinzua Marzero

Dott.ssa Cinzia Marzero Psicologa-Psicoterapeuta Psicologo a Moncalieri

143 Risposte

145 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 DIC 2016

Gentile andré,
penso che dovrebbe consultare con urgenza uno psicologo psicoterapeuta per non lasciare che la situazione al lavoro peggiori e perchè ritengo abbia bisogno di un supporto che la aiuti ad entrare nel mondo più ampio della società.
E' probabile che una collaborazione anche dei genitori sarebbe utile al suo percorso psicologico che può essere intrapreso anche con la terapia breve
cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

718 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 DIC 2016

Caro André,
È difficile dire che cosa le stia succedendo dal momento che servirebbe conoscerla un po' più a fondo. Sarebbe interessante capire come è arrivata questa depressione, come l'ha vissuta e, in generale, qual è la sua storia. Il mio invito è quello di iniziare un percorso terapeutico con un terapeuta della sua città in cui possa avere l'occasione di capire meglio chi è e il motivo delle sue difficoltà.
Rimango a disposizione.
Cordialmente,

Annalisa Anni
Psicologa Psicoterapeuta Padova

Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Padova

505 Risposte

921 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 DIC 2016

Caro Andrè
mancano delle informazioni importanti nel suo racconto, come per esempio il motivo per cui è caduto in depressione (dunque il racconto della sua vita) e se c'è stata una diagnosi eseguita da un professionista o se è solo sua supposizione. Altro dato importante è se assume farmaci e quali. Se così fosse, potremmo dire che alcuni farmaci (e in certe dosi) possono comportare dei problemi di memoria come lei li descrive, almeno in parte.
Il suo essere maldestro, credere di non essere all'altezza del suo lavoro (e di un lavoro in genere) sono senz'altro riconducibili per lo più ad una grave mancanza di autostima, tant'è che lei stesso dice di sentirsi "cretino" a volte.
Io credo che lei abbia profondamente bisogno di una psicoterapia (psicodinamica) perchè, al di là della eventuale cura farmacologica che segue, questo è l'unico modo per indagare le cause originarie del suo malessere interiore e per lavorarci.
Lei non è assolutamente un cretino, però è ora che prenda in mano la sua vita e la affronti.
Cordialmente

Dr.ssa Cristina Giacomelli
Lanciano (CH) - Pescara

Dr.ssa Cristina Giacomelli Psicologo a Lanciano

294 Risposte

551 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 DIC 2016

Caro/a Andrè, nella nostra mente spesso avvengono tante cose che non sono s noi facilmente comprensibili, abbiamo bisogno di qualcuno che da "fuori" ci aiuti a fare chiarezza. Io le consiglierei un percorso psicoterapeuico che la aiuti ad affrontare più da vicino la sua situazione. La depressione è un "male" e va affrontato in maniera seria, altrimenti rimane lì, nascosta e fa sentire comunque, la sua presenza, anche se in modo diverso. Lei ha bisogno di guardare questo dolore da dove arriva e di affrontarlo con calma, facendosi aiutare, ma affrontarlo, poi vedrà che il resto le sembrerà più semplice. Resto a sua disposizione.
Dott.ssa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

434 Risposte

201 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16350

psicologi

domande 22400

domande

Risposte 83450

Risposte