Cosa mi sta succedendo? E' ansia o no?

Inviata da Angel · 17 ott 2018 Ansia

Salve, sono una ragazza di 25 anni laureata quasi un anno fa. Al momento sto facendo la specialistica anche se faccio un po' fatica per via di diversi problemi. Sono una persona molto sensibile. Mesi fa ho iniziato ad avere dei momenti strani, mi veniva da piangere senza motivo e mi sentivo oppressa dentro. Ho una relazione a distanza la quale mi mette tanta preoccupazione e tanta paura. Ultimamente ho iniziato a sentire il torace duro, ho avuto dolori al petto come fitte e mi sono spaventata tantissimo. Pochi giorni fa stavo pranzando delle patate al forno e all'improvviso mi sono andate di traverso e non riuscivo a mandarle giù. Il giorno dopo ho avuto dolori ai polmoni e sentivo il torace duro e ho avuto una fitta nel petto. Mi sono spaventata tantissimo e sono andata dal mio medico curante. Il dottore mi ha misurato la pressione e avevo i battiti accelerati e un po' di tachicardia. Io adesso mi sto preoccupando davvero tanto perchè ho paura di avere problemi al cuore. Secondo voi è ansia oppure ho qualche problema cardiaco?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 OTT 2018

Gentile Angel, la sintomatologia che descrive potrebbe essere legata ad una problematica ansiosa ma sarebbe comunque il caso di fare una visita medica per escludere una problematica fisica. Fatto ciò potrebbe valutare una psicoterapia.

Dr.ssa Graziella Pisano, psicologa e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale. Frattamaggiore (NA)

Dott.ssa Graziella Pisano Psicologo a Frattamaggiore

138 Risposte

3789 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 OTT 2018

Ciao Angel,
spero che la sintomatologia sia un pò rientrata.
Concordo con i colleghi nel suggerirti una visita specialistica perchè ti sarà sicuramente di supporto nel capire cosa ti sta succedendo.
Lo stress e l'ansia hanno comunque degli effetti sul nostro organismo. In noi tutto è collegato.
L'impegno dello studio e le perplessità che stai vivendo nella relazione a distanza probabilmente stanno creando nel tuo network psico-fisico una reazione di allerta, con stati di ansia e paura, che possono auto-alimentarsi fino ad arrivare ad attacchi di panico.
Ti suggerirei un breve percorso di supporto psicologico per comprenderti di più e per alzare il livello di resilienza nelle difficoltà.
Conoscere se stessi è una grande risorsa.

Dott.ssa Paola De Marco Psicologo a Mestre

46 Risposte

28 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 OTT 2018

Buongiorno Angel. E' importante che si faccia degli accertamenti clinici (elettrocardiogramma, esami della tiroide, ecc.). Qualora siano negativi sarebbe il caso che iniziasse un percorso di psicoterapia per l'ansia. Mi contatti visto che lavoro sia a Roma che in provincia. Buona Giornata

Dott.ssa Masin Anna Maria Rita Psicologo a Cerveteri

74 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 OTT 2018

Cara Angel,

innanzitutto prudente e fare tutti gli esami medici possibili a escludere una patologia organica in atto; esclusi patologi di questo genere sarebbe utile comprendere l'origine di questo malessere che di fatto non è più organico ma diventa psicologico.
Rivolgiti a uno psicoterapeuta EMDR, una pratica specialistica di psicoterapia capace di aiutare le persone ad affrontare malesseri di questo genere che hanno un origine stressante.
L'ansia è un campanello d'allarme attraverso cui il nostro sistema psichico lancia un messaggio: sta noi riuscire a decifrarlo.
In bocca al lupo!

Dott.ssa Cristina Fumi
Psicoterapeuta Milano

Dott.ssa Cristina Fumi Psicologo a Milano

233 Risposte

233 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 OTT 2018

Salve Angel,
in caso di sintomi fisici come quelli che lei ha descritto è sempre bene fare delle visite mediche, come tra l'altro lei ha iniziato a fare. Chieda al suo medico curante circa l'opportunità di sottoporsi ad una visita cardiologica. Da quello che lei scrive mi sembra che sia un periodo difficile per lei da diversi punti di vista, relazionale e di studio quindi è facile immaginare che i suoi sintomi siano collegati a manifestazioni ansiose. In tal caso le consiglio di rivolgersi ad uno psicoterapeuta nella sua zona per risolvere le problematiche che ne sono alla base.
In bocca al lupo,
dr.ssa Fabiana Fratello
Psicologa, psicoterapeuta - Napoli

Dr.ssa Fabiana Fratello Psicologo a Napoli

5 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 OTT 2018

Gentile Angel, penso anch'io che la maggiore responsabile sia l'ansia. Dai pochi elementi forniti non riesco a valutare cosa potrebbe aver causato questo forte incremento. Il consiglio di recarsi serenamente dal proprio medico di fiducia è sempre valido. C'è un numero enorme di persone che ha i suoi sintomi ma non ha nulla al cuore. Detto questo, le fornisco qualche altra informazione. Quando c'è una tendenza agli attacchi di panico, quando c'è tendenza al pianto o difficoltà di deglutizione, sarebbe importante valutare la funzionalità della tiroide. Può essere iper o ipo. Spesso però gli esami comuni non mostrano nessun problema, perché il problema è sub clinico, cioè molto sfumato, quindi per la medicina insegnata nelle università non occorrono farmaci. In realtà secondo la medicina funzionale, che oggi è praticata da pochissimi medici ma che sarà la medicina del futuro, si può fare molto per mettere a punto la tiroide senza uso di farmaci, mediante l'utilizzo di dieta, vitamine, minerali, erbe. Anche qualche naturopata è capace di fare questo, ma non tutti. Nel mio lavoro mi avvalgo della collaborazione di due medici di alto livello. Il tempo non mi consente di essere più preciso, se fosse interessata sono a disposizione per un approfondimento.

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

906 Risposte

378 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 OTT 2018

Buongiorno Angel,
la prima cosa che mi sento di suggerirle è di chiedere al suo medico di fare accertamenti, per escludere qualsiasi disturbo di origine fisica. Nel suo messaggio, infatti non ha scritto se il dottore le abbia prescritto o meno degli esami (anche un semplice caridiogramma). Questo le consentirebbe di tranquillizzarsi sul rischio di avere pericolose patologie. In un secondo momento, ma in tempi brevi, archiviato qualsiasi sospetto su problemi cardiaci, ecc., potrebbe recarsi da uno psicoterapeuta nella sa zona. I suoi sintomi sembrerebbero quelli tipici di un distrubo d'ansia. I muscoli del torace irrigiditi e le fitte, la dispnea, la tachiardia, il senso di soffocamento, fanno pensare a questo. Già nella descrizione del suo stato e della sua condizione ha individuato alcuni motivi di "sofferenza" in questo periodo della sua vità. Se ciò fosse confermato, con l'aiuto di un esperto potrà valutare il tipo di percorso più adatto per affrontare e risolvere il problema.
Molti auguri!

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 OTT 2018

Ciao Angel, mi chiamo Silvia, allora leggendo il tuo messaggio mi verrebbe da dirti che per prima cosa se hai dei dubbi sulla natura fisica del tuo problema potresti farti un controllo. Appurato questo, credo che la fase universitaria contenga un infinità di agenti stressanti e inoltre tu stai sostenendo una relazione a distanza che riferisci che ti spaventa, il dolore che sentì e il torace duro potrebbero essere derivati da una somatizzazione, una difesa,però sarebbe importante vedere le cause di queste paure e analizzarle in un contesto più completo all’interno della tua storia. Se vuoi io sono disponibile per un colloquio conoscitivo gratuito in cui potrai valutare in tutta libertà se iniziare un percorso psicologico. Un saluto

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 OTT 2018

Gentile Angel,
Escluse cause di ordine medico il proprio problema è essenzialmente di natura ansiosa, probabilmente somatizza emozioni non espresse. Per tale motivo è indicata una terapia psicologica mirata, i disturbi d'ansia possono essere curati con successo al fine di evitare cronicizzazioni e malesseri.
Cari saluti
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2691 Risposte

2217 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 OTT 2018

Buongiorno Angel,
dalle sue parole traspare molta preoccupazione. La tranquillizzerei in quanto quello che le sta succedendo non è anomalo, anzi. Tutto è psico-fisico, corpo e mente lavorano insieme. I suoi sono sintomi fisici in risposta ad una possibile nevrosi. Ha fatto bene a fare un controllo, ma anche se non conosco la sua storia mi permetterei di dirle di curare il suo sintomo all'origine.
Lei è molto giovane, se non si sente bene e avverte ansia e malessere le consiglio di rivolgersi ad uno psicologo, psicoterapeuta o psicoanalista. Lavorando sulla propria storia insieme a lui potrà trarne beneficio. Se possibile non si affidi alle terapie brevi, non sottovaluti il problema, ne vada a fondo. Inizialmente la strada le potrà sembrare lunga e tortuosa, ma poi circoscriverà sempre di più il problema fino a risolverlo. E' molto giovane e ha tutta la vita davanti, ci lavori adesso su questa cosa.
Buoni Pensieri.
Un caro saluto
Dott. G. Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

527 Risposte

238 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 OTT 2018

Buongiorno Angel,
dalla sua descrizione mi sembra che ci siano delle manifestazioni sul versante psichico
(Oppressione, dolori, ecc.). che ha iniziato a considerare sul versante fisico. Qualora non ci siano evidenze in questo senso, credo dovrebbe prendere in considerazione la conoscenza di un origine psicologica con l’aiuto di un professionista-Psicoterapeuta.
A disposizione per approfondimenti.
Un cordiale saluto
Elisabetta Ciaccia

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

455 Risposte

141 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 OTT 2018

Salve ti consiglio di escludere cause organiche con un medico se poi persistono i sintomi di rivolgerti a un collega psicologo psicoterapeuta che possa aiutarti ... potrebbe essere un attacco di panico escludendo cause fisiche cordiali saluti dott.ssa Peri Bonaria psicologa psicoterapeuta

Studio di Psicologia dott.ssa Peri Bonaria Psicologo a Marina di Massa

88 Risposte

26 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 OTT 2018

Gentile Angel,
cosa le ha detto il suo medico curante? L'ha visitata e rassicurata o le ha chiesto accertamenti clinici e strumentali?
Nella seconda eventualità li faccia per escludere con certezza cause organiche ma le dico che i suoi sintomi sono sicuramente spiegabili come conseguenti ad ansia acuta che tende alla modalità degli attacchi di panico.
Pertanto le consiglio di iniziare subito un percorso di psicoterapia portando in seduta innanzitutto il tema della sua relazione a distanza che evidentemente non la fa stare bene.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapia a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7088 Risposte

20219 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 OTT 2018

Buongiorno Angel,
i sintomi che descrive possono essere riconducibili ad espressioni dell'ansia, tuttavia, è importante che possa escludere cause diverse dall'ansia, rivolgendosi al suo medico di base ed effettuando gli esami necessari.
Cordialmente,

Dr. Gianmaria Lunetta,

Psicologo Clinico a Torino

Dr. Gianmaria Lunetta Psicologo a Torino

249 Risposte

400 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 OTT 2018

Salve Angel,
quello che percepisco dal suo scritto è che stia attraversando un periodo di forte stress: sta facendo la specialistica ma fatica per diversi problemi (non specificati), si definisce una persona molto sensibile e sta vivendo una relazione a distanza che le mette tanta preoccupazione e tanta paura...
Come in parte lei ha già fatto, ritengo innanzitutto che sia buona cosa sincerarsi che non ci siano problematiche organiche sottostanti ai sintomi da lei riportati e la incoraggio a fare quindi tutti gli accertamenti medici necessari.
Nel frattempo le suggerisco anche di provare a notare quando le sono capitati (o le capitano) questi episodi di costrizione al petto, osservare se prima di essi abbia avuto pensieri e/o abbia vissuto eventi particolari che potrebbero averla “attivata” (agitata) in tal senso.
Se le sue difficoltà dovessero avere un’origine psicologica, la invito ad non esitare a chiedere aiuto ad uno psicologo specialista della sua città, prima riesce ad affrontarle meno grandi diventeranno.
Cordiali saluti
Dott.ssa Cristina Amigoni

Dottoressa Amigoni Cristina Psicologo a Milano

4 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 OTT 2018

Gentile Angel,
Dalla sua descrizione mi pare che lei stia vivendo un periodo di grande ansia che, probabilmente, si sta trasformando in un disturbo da attacchi di panico. I sintomi da lei elencati, infatti, sono compatibili proprio con degli attacchi di panico.
Tuttavia è sempre prudente non dare nulla per scontato, quindi ha fatto bene a rivolgersi al suo medico per indagare questi dolori al petto. Lui saprà dirle se è il caso di fare ulteriori accertamenti o meno. Sono portata a pensare, data anche la sua giovane età, che il cuore non c'entri nulla, ma prima di poter dare per certo un disturbo d'ansia è comunque meglio poter escludere con sicurezza altri problemi fisici.
Giusto per darle un'indicazione ulteriore, gli attacchi di panico e l'ansia più in generale si curano con la psicoterapia, quindi potrebbe valutare se consultare uno psicoterapeuta.
Cordiali saluti,
Dott.ssa Federica Casale, Psicologa e Psicoterapeuta - Torino

Dott.ssa Federica Casale - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Torino

51 Risposte

86 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24200

domande

Risposte 86900

Risposte