Cosa meglio scegliere tra felicità personale e familiare?

Inviata da Francesca il 1 mar 2018 Terapia familiare

Buongiorno, vi contatto perché vorrei capire come uscire da questa situazione che mi sta facendo morire dentro a livello emozionale.
Mio marito da quasi un anno dice che è confuso, che non si riconosce neanche lui nei suoi atteggiamenti e che mi vuole bene e non mi ama più. . Abbiamo 2 bambini e siamo sposati da quasi 8 anni; in questi anni assieme siamo stati bene noi due ma sono subentrate discussioni e dispiaceri prima a causa di mio fratello che quando ha saputo che aspettavamo il primo bimbo se l'è presa con noi perché loro in quel momento non riuscivano ad averli.. poi con mia mamma che imperterrita continuava a venire a casa nostra tutti i giorni, a volte perché chiedevo io e a volte di sua volontà, a suo modo di vedere era per aiutarmi nonostante gli dicevo spesso che questa cosa ci faceva discutere.

In tutto questo passare di emozioni negative a un certo punto mio marito mi ha detto le parole che vi ho descritto sopra; io sono stanca di questa situazione, capisco lui e che posso aver sbagliato a lasciar passare troppo le cose senza proteggere di più lui e i miei bambini; però adesso mi sento in una condizione di vuoto, senza emozioni , tra me e lui c'è rispetto insieme scherziamo e ci facciamo favori a vicenda ma lui non mi da neanche più un bacino quando arrivo dal lavoro quando andiamo a letto.. solo ciao e buonanotte. . Andiamo ancora a letto insieme ma solo per sesso.. a volte mi sento solo usata .. non so cosa è giusto .. volere la mia felicità e avere accanto una persona che mi ama e mi fa emozionare o vivere nella rassegnazione di non essere amata ma stare bene con un marito " amico" , senza distruggere la mia famiglia e far soffrire i miei bambini.
Lui in tutto questo non vuole più vedere la mia famiglia.. qualsiasi cosa faccio dove è coinvolta la mia famiglia, la faccio da sola con i bambini..
Spero possiate aiutarmi dandomi una soluzione che ora io non vedo.. grazie.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buonasera, partiamo dal presupposto che "usare" la felicità dei figli come motivazione a non voler affrontare la realtà non è funzionale per nessuno. I bambini hanno bisogno di serenità e possono capire oltre che vivere sulla loro pelle, la distanza che c'è tra i genitori che a volte è più deleteria di due genitori separati ma felici e amorevoli. Lei e suo marito potreste provare una terapia di coppia alla quale bisogna necessariamente aderire entrambi per capire/ chiarire aspetti relazionali e se c'è ancora qualcosa per cui lottare. Lei ha diritto di essere felice, nessuno dovrebbe sentirsi costretto a vivere ingabbiato in una situazione che non garantisce ciò che si vuole.
Dott.ssa Fiorella Iannetta

Dott.ssa Iannetta Fiorella Psicologo a Bergamo

32 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Il punto è proprio questo: non c'è niente da scegliere: le due cose non possono escludersi a vicenda. Non potrà mai esistere in alcuna famiglia la felicità familiare se prima, a monte, non esiste quella personale. In questo momento non devi scegliere se "stare o non stare con lui", bensì devi pensare a COME STARE CON TE STESSA. Questa è l'unica cosa che conta se si vuole davvero superare una crisi familiare. A quel punto, dopo aver trovato te stessa, sarà normale e consequenziale decidere cosa fare della propria vita familiare, e tutto ciò avverrà senza sforzo

Dott.ssa Chiara Pica - Studio SomaticaMente Psicologo a Grosseto

317 Risposte

305 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77250

Risposte