Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Cosa fare e cosa pensare per ora?

Inviata da Iulian il 27 set 2015 Ansia

Buongiorno a tutti,
Sono un ragazzo di 18 anni e non so cosa mi sta succedendo...
Tutto è iniziato una sera di un mese fa,nella quale non stavo facendo assolutamente niente di particolare ma tutto d'un tratto mi sentii staccato da me stesso,come estraneo a tutto ció che mi apparteneva.
Da quel giorno purtroppo ho vissuto per un mese una condizione di ansia e paura continua: che tutto non tornasse come prima e che potessi diventare pazzo da un momento all'altro.
Oggi come sto?
Beh,non mi riconosco allo specchio(è come se non riuscissi ad associare il flusso dei miei pensieri a ció che vedo),non ho più la spontaneità nel fare le cose,ovvero quando devo fare qualcosa mi chiedo sempre "ció che sto facendo appartiene a me,ero così prima che tutto questo avvenisse";per continuare ho continuamente paura,grazie al cielo non è costante durante la giornata,a volte si allevia,ma è molto inquietante mi fa sentire quasi con un piede nella sanità e uno nella follia.La concentrazione è quasi andata e questa cosa mi spaventa molto,se non fosse per i miei compagni più distatti crollerei nell'ansia totale,comunque aggiungo anche che la mattina mi sento in angoscia senza un motivo valido,o forse c'è ma non riesco a coglierlo essendo legato a dei pensieri molto fugaci.
Per non aggiungere che mi sento come se non avessi personalità ,0,tutto ció che ero è scomparso quel 17 agosto.Mi sento vuoto e più stupido di prima,ogni giorno vivo nei pensieri ansiosi e paranoici che ho covato in questi giorni e questo mi sta uccidendo,ormai non ho neanche più la forza per dire "vorrei suicidarmi!",niente,gli obiettivi di vita è come se non gli avessi più,difficilmente riesco a trarre piacere da ció che prima consideravo piacevole,quando rido è come se ridessi in modo forzato,come se non fossi presente in quel momento.
So chi sono ma è come se non esistessi,fossi irreale.
Ho paura,troppa perchè vorrei che tornassi a vedere il mondo come prima,come una persona normale:provare emozioni,godersi i momenti,amare se stessi.
Premetto che nella mia vita non ho mai avuto eventi che mi traumatizzassero più di tanto,ho avuto una vita quasi perfetta,se nonfosse stato per la mia timidezza,lo sarebbe stata.
Ho avuto una situazione familiare sempre piacevole e che mi ha dedicato amore ed attenzione,mai avuto problemi,mai,ne a scuola ne a casa ne in nessun luogo.
Questa situazione insomma per me almeno è inspiegabile,forse l'unica spiegazione è che sto diventando schizofrenico anche perchè ho mia zia che lo è,quindi forse è questo che sta succedendo.
Forse qualcuno si chiederà perchè non vai da uno psicologo,da un medico?
Beh,ci sono già stato e il primo mi ha detto che molto probabilmente è una fase dell'adolescenza,la quale pseudodiagnosi non mi ha convinto più di tanto(perchè ho letto che molto spesso gli schizofrenici in fase prodromica vengono confusi con dei semplici adolescenti alle prese coi propri problemi);poi sono andato anche dal medico di base che mi ha detto quasi la stessa cosa,dicendomi "tranquillo sei in una fase adolescenziale e bla bla...."(ovviamente ho ascoltato tutto)ma non mi ha convinto neanche lui,io non volevo rassicurazioni paterne ma solo una diagnosi e un trattamento,comunque mi ha fatto anche un impegnativa per una visita psichiatrica,scrivendoci su "disturbo dissociativo".
La visita è l'8 ottobre,ma nel frattempo vorrei dei pareri dei consigli,dei chiarimenti...qualsiasi cosa,voglio solo essere aiutato perchè è una situazione molto inquietante e destabilizzante.

P.S. I conoscenti ho cominciato da quella sera a vederli come estranei,cioè so chi sono,la loro identità,ma è come se non li conoscessi,come se fra me e loro non ci fosse più sentimenti di legame...non ce la faccio più!!
Ah un'altra cosa la sera è il momento in cui mi sento meglio della giornata.

Ringrazio tutti quelli che avranno la pazienza di leggere anticipatamente e soprattutto coloro che risponderanno.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Caro Iulian,
fai pure la visita dallo psichiatra che probabilmente ti prescriverà farmaci antidepressivi che in genere sono prescritti per questi sintomi di depersonalizzazione e derealizzazione con discreti risultati.
In associazione a questa probabile terapia farmacologica ti suggerisco un percorso di psicoterapia perchè è importante analizzare con attenzione tutti gli eventi della tua vita anche se hai precisato che non ci sono mai stati traumi psicologici.
E' anche importante sapere se hai mai fatto uso di cannabis che a volta scatena sintomi come quelli che hai descritto.
Riguardo alla paura della schizofrenia mi sentirei di tranquillizzarti perchè in questa patologia, a parte i sintomi positivi (deliri, allucinazioni) o negativi ( anedonia, areattività, rallentamento psicomotorio) vi è perdita dell'esame di realtà e dell'evidenza naturale e non mi sembra, da quello che scrivi, che sia il tuo caso.
Considera che molto spesso questi disturbi, per quanto penosi, sono transitori e scompaiono spontaneamente. A volte è l'ansia stessa che li automantiene e autoalimenta.
Per tutti questi motivi e per un monitoraggio della tua situazione, ribadisco il consiglio di iniziare una psicoterapia affidandoti ad un bravo terapista.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6571 Risposte

18389 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20050

domande

Risposte 77850

Risposte