Cosa fare? Come risolvere i sensi di colpa

Inviata da Veronica · 1 lug 2022 Terapia familiare

Buon pomeriggio,
Ho deciso di scrivere un grido dal cuore ...
Non so se è una storia d'affari o una storia di famiglia...
Azienda di famiglia, mio ​​marito e suo fratello. E questo è tutto. Tutto è su di loro, il fratello ci "tormenta" costantemente, anche se ha tutti i problemi nella sua testa. Lavora sempre, giorno e notte, dorme 2 ore al giorno, secondo lui anche mio marito dovrebbe lavorare in questo modo, in modo che ci siano dei risultati in azienda. Voglio aiutare questo fratello in modo che si fermi, guardi la sua vita e alla fine vada da uno psicologo), ma non ci sente, alza costantemente i toni nella conversazione. Stiamo andando in vacanza io, mio marito e bambini e ci sentiamo in colpa, perché suo fratello dice che è molto impegnato con il suo lavoro e non ha tempo per viaggiare per mare. Non so come comportarmi, anche mio marito si trattiene per non urlare al lavoro. È una situazione molto difficile, solo che sto sistemando e trasformando tutto in uno scherzo, ma non è facile..
Questo fratello parla costantemente del fatto che tutto dipende da lui, che non può far fronte a tutto da solo, ma non vuole nemmeno rallentare ..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 LUG 2022

Cara Veronica,
Immagino che non sia semplice dover fronteggiare ogni giorno una situazione simile. La difficoltà a rallentare, assumendo ritmi umani, contraddistingue il nostro tempo nonostante inizino ad affermarsi nuove modalità di vivere e considerare l'attività lavorativa. Immagino inoltre il senso di colpa si sia instaurato all'interno della vostra famiglia, la pressione continua su di voi sembra davvero impegnativa da sostenere con una conseguente sensazione di non star facendo abbastanza.
Non è però detto che voi dobbiate conformarvi al modo di pensare del fratello di suo marito, mi sembra infatti proficuo mantenere la possibilità di prendervi un momento di vacanza come state facendo, ad esempio. Penso sia più che legittimo poter essere padroni del proprio tempo e delle proprie giornate, nonché dei propri ritmi sonno-veglia o di riposo. Da quanto racconta, leggo della presenza di bambini nella vostra famiglia, la cui cura certamente richiede tempo, costanza e dedizione. Mi chiedo, quali sono le vostre necessità e i vostri bisogni a livello della vostra economia domestica e della vita familiare? Suo marito necessita di tempo per dormire e rimanere con la sua famiglia? Da quanto scrive, mi sembra di sì, quindi ci si potrebbe provare a focalizzare su questi vostri legittimi desideri, provando anche ad osservare quali sono i confini che non vorreste fossero travalicati, e se lo fossero comprometterebbero equilibri e sarebbero legati a sensazioni di malessere. Focalizzandovi su di voi, le vostre emozioni legate alla situazione, potrebbe essere più semplice lasciare gradualmente andare i sensi di colpa al fine di mantenere serenamente le redini della vostra vita familiare. Finché il marito di suo fratello ha un'altra visione del tempo-lavoro, potreste comunque provare a vivere serenamente i vostri momenti liberi, mostrandovi disponibili per quanto possibile a dialogare collaborativamente sulla situazione al fine di trovare soluzioni condivise ma che non intacchino eccessivamente i vostri confini.
Augurandole il meglio, rimango a disposizione e le mando
un caro saluto

Dottoressa Eleonora Gasparetto Psicologo a Biella

32 Risposte

17 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 LUG 2022

Buongiorno,
il consiglio di andare da uno psicologo potrebbe risultare offensivo per qualcuno o "rimbalzare". Se si resta sul lavoro e sulle competenze professionali che il fratello ha probabilmente più a cuore si potrebbe puntare sulla formazione in azienda sulla gestione del tempo e degli obiettivi (time management) e sulle abilità di delegare, dove per l'imprenditore medio c'è sempre qualcosa da imparare. Se la formazione o il coaching manageriale riguardano entrambi i fratelli può essere proposta come opportunità per l'azienda senza puntare il dito sui problemi di una persona in particolare ma indirettamente si andrebbe a lavorare anche su quelli.
Le faccio tanti auguri
Dott. Giovanni Iacoviello

Dott. Giovanni Iacoviello Psicologo a Bergamo

202 Risposte

131 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 LUG 2022

Buonasera, capisco perfettamente che il comportamento del fratello di suo marito, possa creare disagi a lei e alla sua famiglia, in quanto si tratta di un lavoro in comune. La verità, aldilà delle parole, consiste nel prendere consapevolezza, che ben poco, anzi nulla, si possa fare per cambiare la vita degli altri, in quanto nell’arco della nostra vita se portiamo evoluzione continua nella nostra esistenza è già un gran dono. Questo per dirle, che noi non possiamo cambiare la gente ed il mondo intorno a noi, ma possiamo intervenire sul nostro modo di apportarci ad esso, in maniera diversa, se siamo motivati, ricercando flessibilità, libertà e assenza di giudizio nei confronti degli altri. Ogni essere umano decide di vivere la propria vita come meglio crede e se questo non infastidisce gli altri va bene, se invece così come lei scrive, crea tensione nella vostra vita, è dentro voi che dovete cercare serenità, equilibrio, amore per la vita, oltre il lavoro. Il mondo non cambia, siamo noi che cambiamo, e tutto ci sembrerà diverso, migliore.
Cordialmente
Dott. Garganese Francesco

Garganese Francesco Psicologo a Francavilla Fontana

4 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 LUG 2022

Cara Veronica,
purtroppo (o anche per fortuna, se vogliamo) noi non possiamo fare nulla per cambiare gli altri, ma possiamo fare molto per accettarli e per indirizzare noi stessi verso quello che vogliamo senza avere sensi di colpa.
Purtroppo lo psicologo viene ancora visto come quello che "cura i matti, e io non sono matto". Difficilissimo far cambiare delle opinioni che sono radicate in maniera profonda.
Se suo cognato non intende dare un senso alla propria vita (ma può darsi che per lui vada bene così com'è) questo non significa che voi dobbiate seguirlo o sentirvi in colpa per non riuscire a soddisfare le sue aspettative. Siete una famiglia, da quanto capisco avete due figli. Ecco, fate in modo di vivere sereni e far crescere i vostri figli in un ambiente sereno. Questa è la vostra missione. Non dovete altro a nessuno.
Le auguro una vita serena
dott. Rodolfo Vittori

Dott. Rodolfo Vittori Psicologo a Romans d'Isonzo

84 Risposte

65 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 LUG 2022

Quanto riconosce il fratello che non sta rallentando?
Se la risposta è “nulla” o “poco” beh, non c’è nulla da fare; spero solo che un giorno non sarà obbligato a dover rallentare…

Dott.ssa Maria Pepe Psicologo a Qualiano

35 Risposte

33 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 LUG 2022

Gentile Veronica,
non c'è motivo di sentirsi in colpa. La vita deve essere bilanciata tra doveri, soddisfazioni e piacere. Poi se mi dice che suo fratello dorme solo 2 ore al giorno, non parliamo più di un'interpretazione della vita, ma di un vero e proprio problema di salute. Tenga conto che l'insonnia può essere indice di disturbi dell'umore e disturbi d'ansia anche gravi. Suo fratello ha quello che si definisce una dipendenza da lavoro. Per lui è diventata una vera e propria ossessione. Molto spesso in questi casi, la tendenza al perfezionismo porta queste persone ad avere risultati peggiori di ciò che potrebbero avere se avessero un normale approccio al lavoro.
Anche per questo motivo non dovete sentirvi in colpa se pensate al vostro svago, alle vostre relazioni e alla vostra salute: l'impegno ossessivo di suo fratello in tutta probabilità non sta producendo progressi per la vostra azienda e forse sta creando molti problemi.
Il fatto che sia tutto su di lui è legato al fatto che non delega gli altri, in quanto non si fida. Ha una tendenza al controllo e al perfezionismo che lo porta ad accentrare ogni mansione.
Quello che potete fare è innanzitutto rendervi conto voi stessi che, in tutta probabilità, ha una patologia in atto da far diagnosticare con precisione da uno specialista. Dopodiché il messaggio che gli dovete inviare è che il suo modo di fare è disfunzionale per l'aziende e insalubre per lui e per le persone che gli stanno accanto. Non so se suo fratello ha delle relazioni, se ha una famiglia. Anche questo è importante da tenere in considerazione perché la diagnosi e la prognosi cambiano a seconda che egli abbia anche altri affetti ed interessi, oltre al fatto che anche le persone che gli sono vicine, oltre voi, potrebbero soffrire e aiutarvi a farlo ragionare.

Dott. Lelio Bizzarri Psicologo a Roma

213 Risposte

113 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 LUG 2022

Buongiorno Veronica,
Arriva pienamente il suo grido dal cuore. Mi dispiace per la situazione di tensione che state vivendo.
Il lavoro serve per vivere e non il contrario.
Probabilmente c’è una componente d’ansia che porta il fratello di suo marito a lavorare in modo disfunzionale. Si può e si deve imparare a gestire le preoccupazioni lavorative senza che performino ogni dimensione della vita, che è fatta anche di altro. Potrebbe anche esserci una difficoltà nella comunicazione e comprensione tra i due fratelli. Le variabili possono essere tante.
Il supporto che lei sta dando è certamente prezioso. Se avverte che non è sufficiente resto a disposizione
Dott.ssa Oriana Parisi

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

1389 Risposte

758 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 34550 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20550

psicologi

domande 34550

domande

Risposte 117950

Risposte