Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Cosa è meglio fare per tornare con la mia ex?

Inviata da Emanuele · 20 mag 2015 Terapia di coppia

Buonasera,
sono un ragazzo di 24 anni e dopo due anni di relazione la mia ex mi ha lasciato, in un primo momento per 4 giorni salvo poi pentirsene e dopo altri dieci giorni passati assieme una seconda volta ed in questo caso in via definitiva.
Detto ciò ho riflettuto molto su quelle che possono essere state le mie mancanze e i miei errori che possono averla allontanata tanto da dichiararmi di non essere più innamorata; mi chiedo quale possa essere il comportamento migliore per provare a farle riprovare dei sentimenti verso di me, oramai sono quasi due mesi che è terminata la nostra relazione ed è un mese abbondante che non ci sentiamo! Sono consapevole del fatto che ci vuole pazienza e che devo rispettare la sua decisione che comunque sia è stata sofferta anche per lei, ma oltre a reagire ed a cercare di essere sempre impegnato e positivo ho sempre momenti di debolezza, difficoltà e paura di averla persa per sempre.
È giusto mantenere le distanze e lasciare spazio e tempo perché possa capire da sola ciò che la rende felice veramente oppure con questo mio comportamento non otterrò nulla a mio favore ?
Grazie per la disponibilità
Diego

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 20 MAG 2015

Caro Diego,
in queste situazioni e non sapendo nulla della vostra storia è molto difficile dire ciò che è "giusto" o "sbagliato". L'unica via di accesso e di direzione sono le nostre sensazioni: come si sente? Cosa vorrebbe? Dove vorrebbe andare?
Resto a disposizione per ulteriori approfondimenti,
Dott.ssa Martina Gerbi

Dott.ssa Martina Gerbi Psicologo a Asti

143 Risposte

258 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 MAG 2015

Caro Emanuele
intanto una seria riflessione per comprendere se davvero tornare con questa ragazza è quello che desidera veramente e un una ripicca, una rivincita o un proseguimento di un gioco superficiale (mi scusi non mi riferisco a lei direttamente stò solo elencando delle possibilità note).
Se davvero vuole riprovare con la sua ex, l'atteggiamento può essere solo quello di un profondo rispetto per lei (la ragazza) e per se stesso; quindi non imponga la sua presenza, piuttosto le lasci il tempo e non sia invasivo. Molta pazienza e la consapevolezza che, comunque, non è detto che ritorni.
Saluti
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6895 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 MAG 2015

Caro Diego,
qualcosa che si può fare, o almeno provare a fare c'è sempre...il mio consiglio, però, è di rivolgersi dal vivo da qualche professionista esperto perchè così, online e con poche informazioni, difficilmente si può dare un consiglio veramente efficace e adatto alla sua situazione, parlarne con qualcuno l'aiuterà a fare chiarezza e a capire cosa desidera davvero e la strada migliore per provare a raggiungerlo! Dott.ssa Claudia De Masi, Roma

Dott.ssa Claudia De Masi Psicologo a Roma

5 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 MAG 2015

Ciao Diego,
prenditi un po' di tempo per te.

Può esserti utile per capire perché ti è stato necessario essere lasciato per comprendere eventuali errori che possano averla fatta disinnamorare.

Se tu "tornassi" adesso, dopo poco meno di due mesi, comunque potrebbe pensare che è passato troppo poco tempo perché tu possa essere realmente "maturato" o "cambiato"...Ci sono cose che una persona di sé può "modificare", altre no.
Non è molto chiaro se lei ti abbia detto i motivi concreti per cui ha preferito chiudere.

Infine alle volte le storie finiscono, perché capiamo che l'altra persona non fa per noi, non è quella con cui pensiamo di costruire un futuro...è passato l'innamoramento e non è diventato amore...e non è sempre semplice, capirlo, accettarlo e comunicarlo all'altro, anzi, come giustamente hai evidenziato, anche chi lascia soffre molto.

Non è nemmeno chiaro perché tu non provi ad "andare oltre" perché accettare che una storia finisca non è mai semplice, si soffre molto, se è il primo amore, si rompe "l'idillio"...si supera l'età "dell'innocenza"...

Infine ti chiedo, dato che lei ti ha comunicato di non amarti più, vorresti stare con lei anche non essendo amato?

Sei in una fase di "lutto" e nonostante tu ti impegni a superarlo, se da solo non riesci a venirne fuori, prova a prendere appuntamento con un collega della zona in ASL, è possibile che pochi incontri con un collega possano aiutarti a fare chiarezza e "andare oltre", elaborare la vs storia sotto altri punti di vista.

Io amo particolarmente una frase, perché trovo sia vera..."se ami qualcuno, lascialo libero, se torna, sarà tuo per sempre, altrimenti non lo è mai stato"

Non lo scrivi in tutto il paragrafo, forse perché pensi sia "scontato" ma tu cosa provi per lei? Quando stavate insieme glielo dicevi e glielo dimostravi?

Sei giovanissimo e puoi fare tesoro di questa esperienza, ti sarà utile nelle prossime relazioni, forse ad essere più attento nel rapporto verso una donna...e a chiedere a te stesso cosa provi...

Claudia Popolillo - Studio Logos Psicologo a Lodi

213 Risposte

215 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 MAG 2015

Buongiorno Diego,
dalle sue parole si percepisce la sua speranza di riavere accanto la ragazza.
Scrive che la seconda volta in cui è stato lasciato è stato "in via definitiva", nonostante ciò ha atteso e sta attendendo un riavvicinamento. Quando si vivono situazioni di questo tipo, la confusione tra le sue emozioni può creare una condizione di incertezza, dubbio, indecisione, come quella che descrive. Non è possibile rispondere in modo accurato e specifico alla sua domanda perchè una risposta accurata richiederebbe di conoscere meglio lei e la sua storia. Può, tuttavia, cominciare ad esplorare le sue emozioni chiedendosi come si sente quando pensa alla ragazza, cosa succederebbe se lei ritornasse e cosa succederebbe se non ritornasse. Dia un nome alle emozioni che prova: rabbia, tristezza, gelosia, delusione...
Resto a disposizione per ulteriri approfondimenti,
Dott.ssa Francesca Fontanella
Rovereto TN

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2049 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21700

domande

Risposte 82150

Risposte