Cosa devo fare? Sto aspettando inutilmente o no?

Inviata da LunaC · 29 ott 2019 Terapia di coppia

Ci siamo conosciuti 3 anni fa, io abito a Milano e lui inizialmente abitava a Salerno (circa 2 anni fa si è trasferito a Milano per motivi di studio). I problemi sono iniziati quando verso fine Giugno abbiamo avuto una forte litigata. Ci siamo visti poi a metà Luglio (lui era tornato a Salerno) e sarei dovuta andare lì nuovamente a fine Agosto, per il suo compleanno. Due giorni prima della mia partenza (di cui lui non sapeva nulla) mi chiama e mi dice che crede di non amarmi più e forse è meglio finirla... io parto, stiamo insieme 10 giorni ed alla fine di essi mi dice “sentiamoci, vediamo come va, tra un mese torno a Milano”. Dopo un paio di settimane se ne esce dicendomi che mi ama, che vuole stare con me ecc e lo dice anche ad altre persone... poi torna freddo, dice che sta di nuovo avendo pensieri e non sa cosa fare. Torna a Milano il 4 Ottobre e noi passiamo 3 weekend insieme come abbiamo sempre fatto. L’argomento viene affrontato diverse volte ma non si ha mai una risposta definitiva se non “provo qualcosa per te ma è molto in fondo e non so se dobbiamo continuare così” mentre la scorsa Domenica (dopo un bellissimo weekend passato insieme) gli strappo le parole di bocca e dice che da settembre pensava al volermi lasciare perché crede di non provare più niente. Per un paio di giorni mi lancia segnali contrastanti e mi dice/dice ad altri cose tipo “non troverò mai più una ragazza che mi ami come lei, il mio cuore sarà sempre suo, so che mi mancherà, probabilmente me ne pentirò ma ora è meglio così”. Mercoledì e giovedì non ci sentiamo ma io la sera di giovedì vado da lui a prendere delle cose mie, affrontiamo il discorso ed emerge un po’ di sicurezza in più da parte sua ma è sempre molto vago e lascia aperta la porta dicendo che potrebbe pentirsene perché con me sta comunque bene. Giovedì sera, quando me ne sono andata, ci siamo sentiti ed abbiamo concluso che determinate cose non devono esserci soprattutto perché gli fanno fare dei passi indietro e non gli viene voglia di ricominciare (parlare di tutto questo, dire cose carine, ecc). Non ci scriviamo nessun messaggio da Sabato (dopo essere andata da lui a smontare la mia scarpiera) e prima non ci eravamo sentiti nemmeno Venerdì. Non mi cerca, io non cerco lui... l’ho incontrato per caso stamattina ed è stato molto strano ed imbarazzante. Secondo voi c’è qualche possibilità che la situazione possa cambiare o lui non la sta troncando di netto perché è debole caratterialmente? Questa situazione mi sta letteralmente consumando e vorrei capire come comportarmi. Vorrei chiamarlo fra circa 3 settimane ma non so se riesco ad attendere così a lungo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 NOV 2019

Gentile Luna,
a mio parere, non essendoci più reciprocità e non essendo stata lei a tirarsi indietro e a voler chiudere, la cosa migliore da fare è rispettare la volontà di questo ragazzo e lasciar perdere anzichè correre appresso ai suoi cambiamenti di umore e alle sue paturnie.
Anche se dovrà elaborare un dolore, conviene farlo (magari con un sostegno psicologico) anzichè elemosinare un sentimento che si è spento.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7205 Risposte

20470 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26500

domande

Risposte 92200

Risposte