Cosa devo fare con mia morosa che soffre di disturbo borderline?

Inviata da Marco · 13 lug 2017 Psicologia risorse umane e lavoro

Per favore, aiutatemi, sono disperato. Mia morosa ha ricevuto la diagnosi a gennaio, dopo anni e anni di depressioni cicliche, problemi relazionali e sofferenza. Lei passa nel giro di mezz'ora da stare bene a volersi ammazzare, non ha una via di mezzo e basta pochissimo perchè accada... Ad esempio basta che un suo amico visualizzi e non risponda a un messaggio perchè lei pensi seriamente alla morte, al fatto di non valere niente, di essere inutile. Contemporaneamente basta così poco perchè lei inizi a dirmi che non lo vuole più sentire, che è uno scemo, che la fa soffrire e basta... e questo magari solo perchè ha visualizzato un messaggio e non ha risposto, poco importa se le scriva ogni giorno dicendole che le vuole bene o dimostrando affetto. Io paio esulare da questo estremismo, forse perchè sono sempre presente e dopo anni ha capito che sono "assente" per qualche motivo non significa che io non la ami. Ora io sono disperato perchè in questo periodo è depressa, passa la giornate a piangere sul letto... Se le chiedo cosa abbia, mi dice che le fa male il petto, che sente la tristezza fisicamente nel cuore e che è un fallimento... Perchè non potrà mai fare la psicologa essendo borderline, anche se ha due lauree in psicologia con 110 e lode. Io non so davvero cosa fare.. Sembra che niente possa tirarla su

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 LUG 2017

Gentile Marco,
lei si è assunto un compito per nulla facile decidendo di rimanere accanto ad una ragazza con questo tipo di disturbi e per questo lei stesso avrebbe bisogno di un supporto psicologico.
Quanto alla sua ragazza, proprio per il fatto che è laureata a pieni voti in psicologia, dovrebbe sapere che ha bisogno di una buona psicoterapia e forse anche di una associazione farmacologica ma di questo non ha per nulla fatto cenno.
Mi auguro quindi che su questa cosa sia lei a sensibilizzarsi e sensibilizzare la sua ragazza senza ulteriore indugio.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7048 Risposte

20149 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 LUG 2017

Buongiorno Marco,
È molto faticoso vivere nella situazione che ci descrive e lei è già molto bravo nel sostenere la sua compagna e comprendere la sua malattia. Ma oltre a questo non può fare di più. Questo disturbo si affronta coniugando terapia farmacologica per evitare gli sbalzi umorali e terapia psicologica per imparare a gestire i pensieri paranoici. La sua ragazza è seguita dai servizi?
Ritengo inoltre che possa essere utile per lei, Marco, intraprendere un percorso di sostegno.
Resto a disposizione!
D.ssa Maura Lanfri

Dott.ssa Maura Lanfri Psicologo a Forlì

133 Risposte

46 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 LUG 2017

Buongiorno Marco,
per prima cosa le voglio fare i complimenti perché è molto bravo nella comprensione e lettura delle difficoltà della sua compagna e nella capacità di starle accanto, perché è molto faticoso convivere con il disagio psichico, è come essere in mezzo al mare alla mercé delle onde e dei venti. E bisogna imparare a navigare e a gestire i periodi in cui si va troppo giú e quelli in cui si sta troppo su. Non scrive se la sua compagna è seguita dal punto di vista psicologico e farmacologico. ritengo che si debba fare affidamento sulla terapia farmacologica per evitare saliscendi di umore è una terapia psicologica per aiutare a contrastare i pensieri e poi Marco penso che qualche colloquio di sostegno anche per lei non facciano male.
Resto a disposizione,
D.ssa Maura Lanfri

Dott.ssa Maura Lanfri Psicologo a Forlì

133 Risposte

46 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 LUG 2017

Caro Marco,
non é semplice rimanere stabili emotivamente accanto ad una persona con fluttuazioni continue di umore, entro un quadro borderline. Proprio perché laureata in materia, le sarebbe utile fare leva su un percorso terapeutico. È tempo perso e pesante rimanere in quello stato. Anche se la volontá viene a mancare spesso. Ci vuole uno sforzo a favore di una psicoterapia. Grande inizialmente, poi verrà ripagato con minor malessere e via via con una stabilizzazione dell umore. In questo può aiutare la sua fidanzata. Un caro augurio.

Dott.ssa Elisa Fagotto Psicologo a Portogruaro

334 Risposte

187 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 LUG 2017

Buon pomeriggio Marco,
comprendo la sua difficoltà ed il suo disagio. La sua ragazza sicuramente ha ben compreso il disturbo che le è stato diagnosticato e la laurea in psicologia le può senz'altro fra capire la necessità di una farmacoterapia e di un parallelo percorso di sostegno psicologico. Non sottovaluti, tuttavia anche i suoi bisogni. Lei è un compagno disponibile e presente, ma dovrebbe trovare uno spazio un cui scaricare le tensioni derivanti dal suo rapporto. sentimentale .
I miei migliori auguri
Dott,ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1356 Risposte

1218 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 LUG 2017

Buon giorno Marco, stare accanto ad una persona affetta da disturbo borderline, come Lei purtroppo sà bene, è difficile.
E per Lei un lavoro psicoterapeutico sarebbe di sostegno e di aiuto.
Infatti questo disturbo comporta fortissime pressioni psicologiche sul partner, causate da meccanismi di difesa, molto potenti, attuati inconspevolmente dalla persona affetta da questo disturbo.
Non è possibile disattivarli con la ragione o con semplici terapie di supporto. Basti considerare che la Sua compagna, pur laureata in psicologia, non lo può fare da sola.
Carto un supporto farmacologico può ridurne l'intensità, ma vorrei rassicurare la Sua compagna sul fatto che trattare questo disturbo con una psicoterapia psicodinamica intensiva, quale la micropsicoanalisi, è possibile con ottimi risultati che permetterebbero alla Sua compagna di perseguire il suo desiderio di intrapprendere la carriera di psicologo/psicoterapeuta.
Si tratta comunque di un percorso non breve e impegnativo.
Ma è l'unico che offra la possibilità del desiderato cambiamento.
Tra l'altro il fatto che la Sua compagna abbia scelto un corso di studi di psicologia e abbia conseguito la laurea mi sembra un buon indicatore di una prognosi felice.
Resto a Sua disposizione, anche per eventuali chiarimenti e La saluto molto cordialmente.
Dr. Marco Tartari, Roatto Asti

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

735 Risposte

439 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 LUG 2017

Buongiorno Marco, la situazione che descrive è davvero pesante e capisco le sue preoccupazioni. Dal racconto non capisco se la sua ragazza è seguita da un servizio e non capisco nemmeno se ha la motivazione per accettare una terapia. Se ha avuto una diagnosi è presumibile che le sia stato proposto un piano terapeutico. In questi casi psichiatra e psicologo devono lavorare insieme. Non sappiamo se accetta la terapia e se è regolare nel seguirla. In molti servizi esistono percorsi anche rivolti ai familiari, a fini psicoeducativi e di supporto.La comunicazione con questi pazienti è difficile ed è importante che i familiari siano informati sulle caratteristiche del disturbo e su come comportarsi nelle diverse situazioni. E' molto utile anche appoggiarsi ad associazioni e gruppi di auto mutuo aiuto specifiche per familiari. Può informarsi presso il CSM per trovare i contatti. Le consiglio di muoversi in trasparenza, cioè dire alla sua ragazza cosa intende fare e che ha intenzione di trovare aiuto per se stesso, non per lei, che avrà il suo percorso specifico. Se ha bisogno di ulteriori informazioni, sono a disposizione. Un grosso augurio
Lia Cama

Lia Cama Psicologo a Forlì

20 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Altre domande su Psicologia risorse umane e lavoro

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16900

psicologi

domande 23750

domande

Risposte 85850

Risposte