Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Cosa bisognerebbe fare per mio fratello?

Inviata da Agire il 19 ago 2019

Gentile dottore,
Sono un ragazzo di 23 anni che però vi scrive non per risolvere un problema mio ma di mio fratello. Vi spiego brevemente, mio fratello è un ragazzo disabile di 26 anni (portatore di impianto cocleare, con anche lieve ritardo) il quale non vuole cambiare la sua vita. Essendo disabile, percepisce una piccola indennità mensile di circa 400€, forte di questa cosa sono anni che non vuole fare nulla. Effettivamente sta a casa dove non ha spese, ha la sua piccola pensione che gli permette di fare quello che vuole e quindi non vede il motivo per cui spendere tempo e denaro per imparare un mestiere. Preferisce dunque non fare niente dalla mattina alla sera, consumando Netflix e uscendo soltanto per andare a comprare al supermercato schifezze di ogni genere. Purtroppo è diventato anche una persona abbastanza aggressiva e violenta, se uno prova a parlarci se tutto va bene riceve urla ed insulti per buoni 30 minuti. Non ha amici, in realtà mai avuti a causa della sua disabilità, quindi non si preoccupa nemmeno della mancanza di relazioni sociali. La cosa è diventata così grave che 2 anni fa, quando riuscimmo a fargli iniziare un corso per diventare OSS ha preferito perdere 1500€ piuttosto che finirlo ed andare a lavorare, dicendo che non gli piaceva. Per non parlare di cose brutte che ha fatto come rompere televisori, lanciare cose per casa, forse ha anche rubato cose preziose ai miei ma non ne siamo sicuri (è probabile). I miei non vogliono prendere prese di posizione forti come minacciarlo di metterlo alla porta se non fa qualcosa per la sua vita e lui continua ad approfittare di questa situazione, che si riversa poi anche su tutti gli altri componenti della famiglia. Andando da uno psicologo, ci ha liquidato dicendo che lui semplicemente deve trovare qualcosa da fare, non voglio sembrare superbo, ma grazie questa cosa la sapevamo anche noi, il problema è che lui non vuole fare nulla, al massimo stare con le persone "normali" le quali però lo rifiutano. Cosa dovremmo fare ? Lui non vuole spendere un centesimo ne per uno psicologo e nemmeno per imparare un lavoro, se dovesse lavorare è perché vuole da subito uno stipendio più alto della sua pensione, ma nessuno lo assume perché non sa fare NULLA. In realtà, ormai, anche se fosse gratis probabilmente non andrebbe da uno specialista. Cosa si potrebbe fare in queste situazioni? Far venire uno psicologo a casa così da forzarlo a fare degli incontri? Purtroppo la mia famiglia non è in buona situazione economica, anche per questo non gli abbiamo pagato noi dei corsi per fare qualcosa, ma dovrebbe essere lui con i suoi soldi a farlo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno, da quello che scrive probabilmente suo fratello non ha accettato la sua disabilità, è confortevole restare in casa isolarsi ed evitare il confronto con il mondo esterno che potrebbe essere non accogliente.
Ha provato ad affrontare questo con suo fratello? Credo sia importante farlo.
Sarebbe importante considerare l'ambiente di cui suo fratello è parte, i suoi genitori, il loro modo di relazionarsi a lui, il loro modo di " vederlo".
Forse suo fratello ha bisogno di qualcunoche lo aiuti a fare i conti con questa disabilità, con le emozioni che suscita, soprattutto quelle negative.

Resto a disposizione

Dott.ssa Luigia Cannone Psicologo a Rimini

140 Risposte

87 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15850

psicologi

domande 20200

domande

Risposte 80000

Risposte