Consulto per iperattività

Inviata da Anna · 13 apr 2016 A.D.H.D.

Salve,
sono una ragazza di 24 anni, prossima alla laurea. Ultimamente ho avuto la possibilità di riflettere su una questione che accompagna da sempre la mia vita. Sono sempre stata una bambina, poi una ragazza, piena di energie e voglia di fare, anche troppa. Sono costantemente iperattiva, necessito di impegnarmi costantemente in diverse attività. Mi distraggo facilmente, la mia mente è affollata sempre da mille pensieri, non sto un attimo ferma, e non mi rilasso quasi mai. Sono sempre in movimento, spesso ho necessità di camminare, e la metà del tempo ho la testa fra le nuvole dimenticando cose perché corro da una parte all'altra senza fermarmi mai. Ho spesso forti sbalzi d'umore, premettendo che sono stata una bambina buona ma irrequieta ( disegnavo ovunque senza controllo), mi è venuto da pensare che non sia ADHD?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 13 APR 2016

Gentile Anna,
stando a ciò che dice, è possibile ipotizzare che in passato lei sia stata effettivamente una bambina affetta da ADHD.
In questa sindrome è da tener presente che nei bambini prevale l'iperattività fisica e l'impulsività mentre in età adulta questi sintomi tendono a ridursi e si osserva soprattutto difficoltà a rifocalizzare l'attenzione quando si è distratti, difficoltà ad impegnarsi in modo costante nello svolgere compiti diversi ed anche difficoltà di pianificazione e organizzazione oltre a facile variabilità dell'umore,incapacità a rilassarsi e smemoratezza.
Esistono anche test neuropsicologici per documentare queste difficoltà per altro facilmente riscontrabili.
La psicoterapia può dare un aiuto importante specie se affiancata all'assunzione di specifici farmaci.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7134 Risposte

20297 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 APR 2016

Gentile Anna,
l'impressione che ricavo dalla lettura della sua missiva, è quella di una gioia incontenibile, un desiderio di vita che molti le invidierebbero e di una energia straordinaria, che ha solo bisogno di trovare la giusta o le giuste direzioni. Potrebbe essere stata una bimba iperattiva, ma non mi pare di cogliere in lei alcun segno di grave sofferenza personale, nè mi pare che la sua energia sia stata così dispersiva e inutilizzata ,prova ne sia che lei sta per laurearsi. Forse in passato avrà dato qualche preoccupazione ai suoi genitori, poichè in genere ci si aspetta dalle ragazze una certa morigeratezza e temperanza, ma onestamente, se la sua condizione non le crea una particolare sofferenza e non va ad intralciare i suoi programmi di vita o le sue relazioni, potrebbe addirittura rappresentare per lei una grande alleata. Dovrebbe forse preoccuparsi se alle fasi di iperattività seguissero momenti di grave depressione, indicando così una possibile forma di depressione bipolare, anche se onestamente non mi pare questo il suo caso . La tendenza all'iperattività può essere dovuta anche a fattori fisici, ad esempio nell'ipertiroidismo e se volesse approfondire, potrebbe eseguire semplici esami clinici per accertare le sue condizioni di salute.Nel caso non riscontrasse alcun problema su quel versante, come le ho detto più sopra, dovrà solo cercare dei canali appropriati , come lo sport, e altre attività piacevoli in cui far confluire produttivamente ciò di cui la natura l'ha così generosamente dotata.
Cordiali saluti
Dott.ssa Giuseppina Cantarelli
Psicologa-Psicoterapeuta
Psicoanalista Junghiana

Dott.ssa Giuseppina Cantarelli Psicologo a Parma

191 Risposte

653 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 APR 2016

Gentile Anna,
da ciò che scrive non può essere fatta una diagnosi, ovviamente c'è bisogno di un iter, dei test che possano verificarlo. La cosa che mi verrebbe da chiederle è come mai adesso si preoccupa di questa "etichetta" diagnostica? Al di là della diagnosi, mi arriva la sua impossibilità di fermarsi, anzi c'è il bisogno continuo di muoversi, di riempirsi..pertanto la invito a riflettere più su questo aspetto che sui sintomi. In ogni caso potrebbe esserle utile rivolgersi ad un professionista.
Cordiali saluti,
Dott.ssa Laura Camastra- Psicologa

Dott.ssa Laura Camastra Psicologo a Castellana Grotte

16 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 APR 2016

Anna, ne dovremmo parlare bene e le farei un test dove risulta o meno la sua iperattività. Mi contatti

dott. michela di renzo

Dott.ssa Michela Di Renzo Psicologo a Pescara

9 Risposte

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 APR 2016

Buongiorno Anna,
sono colpita dalla valutazione così attenta che ha fatto di sé. A mio parere il consiglio migliore sarebbe quello di effettuare una valutazione neuropsicologica per fare chiarezza sui suoi sintomi.
Nel caso mi contatti provatamente.
Un saluto

dott.ssa Miolì Chiung
Studio di Psicologia Salem
Milano - Agrate - San Donato m.se

Anonimo-125892 Psicologo a Milano

220 Risposte

914 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 APR 2016

Gentile Anna,
quello che lei descrive è in effetti un quadro compatibile con l'ADHD, ma non mi fossilizzerei su questa possibilità. Questo disturbo, infatti, va diagnosticato con attenzione, e non bastano poche righe per stabilire se lei ne soffra o meno.
Se l'iperattività di cui parla le causa disagio, le consiglierei di contattare un esperto e di discutere con lui la possibilità di approfondire il problema. Esiste un iter diagnostico specifico per valutare la presenza di ADHD, e si potrebbe valutare l'opportunità o meno di intraprenderlo.
Se ha bisogno, sono a sua disposizione.
Saluti,
Dott.ssa Federica Casale

Dott.ssa Federica Casale - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Torino

51 Risposte

86 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 APR 2016

Cara Anna, per capire se si tratta di ADHD occorrerebbe una valutazione. Al di là della diagnosi, rimane questo tuo modo di essere. La domanda che mi porrei è per quale motivo hai tanto bisogno di correre, di non fermarti a pensare. Sembra che rallentare e metterti più in contatto con le parti autentiche di te stessa sia qualcosa che avverti come minaccioso o che ci sia il bisogno di riempire molto per non sentire dei ' vuoti ' interiori.
Non so se questa mia riflessione risuona un pochino dentro di te.
Un saluto
Maria Rita Milesi

Dr.ssa Maria Rita Milesi Psicologo a Bergamo

140 Risposte

195 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in A.D.H.D.

Vedere più psicologi specializzati in A.D.H.D.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17300

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88550

Risposte