Consulta psicologica

Inviata da Gabriel · 11 nov 2016 Psicologia e terapia

Salve,
Vi scrivo perché trovo il vostro sito molto esaustivo e sento di aver bisogno del vostro parere.
Sono un ragazzo di 19 anni che, fin da quanto è piccolo, ha la costante paura di essere incline ad una qualsiasi malattia mentale.
Fin dalla tenera età parlavo da solo, immaginando conversazioni con altre persone (che ovviamente giostravo io), ma la cosa non è mai cambiata. Questo mi crea disagio perché se dovessero beccarmi a parlare da solo non saprei come giustificarmi.
Sono sempre stato un ragazzo solo, molto aggressivo e tendente alla tristezza.
Al liceo ho incontrato delle persone che, facendomi bullismo psicologico, due anni fa mi hanno quasi portato a cadere in depressione. I sintomi di quel periodo sono stati: alienazione, scatti violenti (sempre avuti ma in quel periodo sono aumentati), oppressione sociale, voglia di scappare e di isolarmi, disturbi del sonno, aumento dell'appetito, pensieri autolesionistici (solo per poter finire in ospedale e isolarmi), sbalzi d'umore fortissimi (onnipotenza e sensazione di essere un fallimento), voglia di assumere sostanze stupefacenti, calo della memoria e della concentrazione, fino ad arrivare alla convinzione di essere perseguitato (sui social e nella vita vera) moralmente. A seguito di un attacco di panico causato dallo stress mi sono ribellato a codeste persone e mi sono ripreso piano piano.
Dopo questa esperienza (terminata ad ottobre 2015 e iniziata esattamente un anno prima) la mia vita ha preso una piega diversa e sono stato bene.
Ovviamente in quel periodo pensavo spesso al fatto che sarei diventato pazzo (da precisare che ho casi psichiatrici in famiglia da parte di mio padre, tutti schizofrenici) e da qualche mese l'idea è ritornata.
Sono sempre stato un ragazzo teatrale, nel senso che tendo a fare della mia vita uno spettacolo (non che fingo, ma che tendo tutto "un'opera d'arte") e mi credo un artista in quanto scrivo ed amo l'arte. Preciso questa cosa perché il mio essere strano lo trovo un dono datomi per riuscire ad entrare in contatto col mondo e a ricavarne ogni sfaccettatura, non a caso empatizzo anche con gli sconosciuti e risolvo i problemi delle persone nonostante non abbia esperienze di nessun tipo (non ho mai avuto una ragazza e questo aumenta il mio sentirmi strano), ma questo mio modo di essere lo trovo stressante perché nessuno lo comprende realmente ed ho paura di non essere preso sul serio, ma anzi un fenomeno da baraccone da sfottere e basta. Non posso e voglio rinunciare ai miei atteggiamenti strani perché fanno parte di me e non li controllo io.
Ecco, la mia stranezza si nota sul serio quando mi innamoro: divento una persona completamente persa mentalmente e che farebbe DI TUTTO pur di stare con la persona amata, anche girare di notte da solo con la possibilità di essere ammazzato (ed io ho la fobia della morte e sono leggermente ipocondriaco). Questo non mi aiuta perché, per quanto sia una persona rispettata e stimata da tutti, non riesco a farmi amare perché "troppo strano", "troppo profondo", troppo tutto.
Quando inizio a pensare di avere qualche malattia mentale (a volte dal nulla e a volte dopo essermi arrabbiato per qualcosa) piango e se vedo del sangue inizio a pensare di volermi tagliare, ma non lo faccio perché so quanto fa male. Ho anche un'ossessione nei confronti della marijuana (non fumo) e del buco. È da quando ho 14 anni che ho sempre voluto essere il duro che si droga, ma essendo troppo buono e sapendo quanto non serva a niente, non ho mai iniziato. È da un periodo che ho iniziato a fumare il narghilé nei locali autorizzati, mi aiuta a soddisfare l'idea di fumare.
Ogni volta che smetto di piangere spero sempre che sia l'ultima, ma non mai l'ultima.
L'idea di essere pazzo è qualcosa che mi spaventa da un lato e mi affascina dall'altro. Se avessi una malattia mentale non saprei come reagire, ma non sarei disperato.
Preciso anche che sono una persona molto pigra, e questo fa in modo che io odi studiare (ma amo imparare), fare cose manuali, andare nei luoghi con i mezzi di trasporto (anche se sono luoghi dove potrei trovare pace e soddisfazione, come un museo) e molto altro. Se potessi resterei a letto tutto il giorno davanti al telefono, nonostante abbia una buona vita sociale e gente che mi vuole tanto bene.

Vorrei consultare uno psicologo ma ho paura che mi diagnostico realmente qualcosa, ma ho paura per le persone a me care che dovrebbero sopportare questa sofferenza, non per me.

Mi scuso per il messaggio lunghissimo.
Spero possiate aiutarmi.

Cordiali Saluti,
Gabriel

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 16 NOV 2016

Gentile Gabriel,
credo che la tua paura sia infondata. Credo che tu abbia molte risorse e quelle che tu definisci stranezze mi sembrano piú che altro varie sfaccettature del tuo modo di essere e di porti con gli altri. Sono sfaccettature positive e interessanti, che ti rendono una persona unica. Vai sempre orgoglioso di queste cose.
Le tue risorse si notano anche dal fatto che sei riuscito a superare con le tue forze anche gli episodi di bullismo, che spesso non sono facili da sostenere emotivamente.
Riguardo all'ereditarietá della schizofrenia, non è sempre automatico che da una famiglia di schizofrenici, tutti lo siano. Il fatto che tu ogni tanto parli da solo non è collegato alla schizofrenia, ma anzi è indice anche questo di grande ricchezza interiore e di risorse.
Per cui ti consiglierei di non dare troppo peso ai tuoi dubbi. Piuttosto cerca di capire come potresti utilizzare al meglio tutte queste tue risorse, eventualmente confrontandoti su questi argomenti anche con uno/a psicologo/a della tua zona.
Ti auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta, Sustinente (MN)

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

726 Risposte

2204 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2016

Buongiorno Gabriel,
Mi ha colpito molto il tuo scritto. Trovo che tu sua una persona assai ricca e intelligente perché capace di leggersi dentro. Forse troppo mi permetto di dire: questo porta la tua mente a tenere in conto più ipotesi di quelle che sono realmente necessarie al tuo benessere.
Lavoro da anni in una comunità psichiatrica, con i cosiddetti *matti*, e posso garantirti che spesso lo trovo più sani di alcuni conoscenti! La salute mentale risiede nello stile di vita e nel corretto utilizzo delle proprie abilità, che vanno investite in vista dei propri obiettivi.
Sono certa che potrebbe giovarti un percorso terapeutico per aiutarti a farti scoprire da una persona di cui tu possa fidarti e che possa accompagnarti verso i tuoi scopi di vita.
Inoltre mi sento di consigliarti la mindfulness, una pratica apparentemente simile alla meditazione ma finalizzata ad allenare i processi attentivi e portare infine a sentire di essere in grado di controllare la propria mente e non esserne controllati.
Spero di esserti stata utile, resto volentieri in ascolto.

Dott.ssa Sabina Marianelli Psicologo a Roma

122 Risposte

63 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia e terapia

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia e terapia

Altre domande su Psicologia e terapia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17300

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88550

Risposte