consigli.. ho sbagliato tutto? avrei dovuto essere più comprensiva?

Inviata da irene il 12 feb 2018 Terapia di coppia

Buonasera a tutti. Questa è in breve la mia storia: sono stata insieme a un ragazzo per 2 anni (entrambi abbiamo 32 anni), di cui il primo è stato idilliaco e il secondo difficilissimo. All’inizio è stato tutto molto travolgente, parlavamo di tutto, facevamo tantissime cose assieme, eravamo innamorati,amici, confidenti e non ci spaventava nulla. Abbiamo sin da subito deciso di vivere un po da me un po da lui per non stare lontani e ognuno di noi sentiva ogni casa come propria. Abbiamo iniziato dopo un po di tempo a riflettere seriamente su come poter iniziare a convivere, senza spostarci con le valigie ogni mese e, dato che io per l’acquisto casa avevo ottenuto un contributo che però avrei perso se avessi affittato casa, avevamo pensato di affittare la sua. Ho chiesto più volte se anche per lui questa potesse essere la giusta soluzione, se poi si sarebbe sentito a casa, e lui ha sempre detto si. Abbiamo però dovuto mettere in stand by tutti questi progetti a causa di alcuni problemi lavorativi che lo hanno stressato molto e assorbivano tutto il suo tempo. ci vedevamo poco, lui era sempre al lavoro e un po distante. Non era il momento di prendere decisioni importanti. Lo scorso settembre ha cambiato lavoro ma nell’incertezza del nuovo stipendio e avendo la necessità di ritrovare il suo equilibrio abbiamo rimandato ancora. Nel frattempo io ho sentito molto la mancanza di attenzioni da parte sua, anche perché lui ha tanti impegni, è una persona brillante e non gli piace molto rinunciare a qualcosa. Per qualche mese, prima, ho avuto dei problemi di salute, che mi avevano reso piuttosto triste e per i quali non trovavo una soluzione. Uscivamo con gli amici, ma spesso io non stavo bene e se chiedevo di andare a casa, la risposta era sempre ‘dai tieni duro ancora un po poi andiamo’. Cose come questa mi turbavano, oltre al fatto che mi diceva tante cose, senza però poi ricordarsi di farne una o senza realizzarle concretamente. Io ho iniziato a essere nervosa e a perdere la fiducia, anche perché pure la convivenza era stata rimandata di nuovo, questa volta per il suo dispiacere ad affittare casa sua cosi in fretta. Litigavamo spesso. Ad inizio anno ho riaffrontato il discorso e gli ho chiesto di quanto tempo avrebbe avuto bisogno e lui mi ha detto un anno. Si sentiva sotto pressione.Non ho mai avuto dubbi sui suoi sentimenti, finchè non mi ha detto che lui non era sicuro di come voleva gestire la questione casa e che per pensarci avremmo prima dovuto ritrovare la serenità, perché in quel momento era confuso. Io però, senza un minimo gesto da parte sua che per una volta mi facesse capire che ero veramente importante per lui e che aveva dei progetti con me, non sono riuscita a sopportare tutto questo. Non si sentiva per esempio di regalarmi di un anello (non di fidanzamento, solo un anello d’amore) perché per lui queste cose non servono, bastano i gesti. Ma quali? Io non li vedo… e così l’ho lasciato. Lui poi ha chiesto di sentirci e io gli ho detto che se non avevamo le stesse esigenze forse non aveva senso telefonarsi e che prima avrebbe dovuto fare chiarezza e ritrovare un po di serenità. Da venti giorni non lo sento e sto malissimo. Mi chiedo se veramente sia solo questione di carattere il fatto di non esprimere molto all’altro o se forse il suo non fosse amore? lui ha sempre detto di amarmi e che ero per lui la persona giusta, ma io credo che se si ama qualcuno glielo si deve dimostrare, non con gesti eclatanti, ma con un impegno, una prospettiva reale e con delle attenzioni.. Forse invece ho sbagliato tutto? Gli ho fatto pressing e l’ho perso? Ma io credevo che anche lui volesse le stesse cose, almeno diceva così.
Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15200

psicologi

domande 19650

domande

Risposte 77150

Risposte