Confusione per la scelta universitaria

Inviata da Isabella N. · 9 set 2021

Salve,
Sono una ragazza di 25 anni e sto passando, direi quasi per la seconda volta, un periodo di incertezza totale per le mie scelte universitarie. Mi sono laureata questo Marzo in lettere nella quale mi sono iscritta anni fa andando per esclusione e perchè vedevo me stessa in quell’ambiente. Sono stati anni di alti e bassi, mi ha salvata il fatto che ho sempre avuto molto senso del dovere nello studio senza considerare la votazione e sono riuscita ad andare avanti (anche perchè sono abbastanza portata per quel tipo di argomenti). Adesso ho la possibilità di nuovo di scegliere per la magistrale, e negli anni passati ho sofferto molto la mancanza di pratica e la troppa teoria che mi ha fatto vedere la vita e la mia condizione “comoda” in modo differente. Vi spiego, vedo miei amici che gia lavorano (grazie ai genitori e non allo studio) mentre io fatico a trovare un indipendenza data dagli anni che devo per forza fare per concludere il percorso, soffro e ho sofferto molto perchè non digerisco l’idea che l’unica possibilità con lettere sia l’insegnamento e che forse io come persona FORTUNATAMENTE sia cambiata quindi probabile che questa scelta non mi basti più. Adesso ho la possibilità di scegliere un percorso molto diverso che non ho mai fatto e che non so né se mi piace né se sono in grado di farlo (non vi sto a dire quale, ma questa cosa mi permetterebbe di imparare nuove cose senza abbandonare la strada dell’insegnamento delle materie che ho studiato alla triennale). A volte vedo questa mi nuova scelta (se riesco a farla) intelligente e sintomo di un cambiamento mio personale, come se volessi darmi un altra possibilità, nella vita e per un lavoro sicuro, per non impantanarmi solo con l’insegnamento; giorni in cui torno indietro e penso che sia meglio continuare con quello che facevo, per concludere il percorso e per non buttarmi in una cosa troppo diversa. Praticamente ritorno all idea confusa di aver sbagliato proprio scelta e tutto, che ormai i miei interessi e i miei obbiettivi forse non vanno d’accordo con la mia scelta universitaria passata. Insomma quando penso di fare un passo avanti dopo un po’ mi sembra di farne due indietro. Ho pensato di fare un percorso più profondo per elaborare alcune delle problematiche che mi sono sempre posta, ma ancora non mi sono decisa a farlo pur avendo molta stima e interesse per l’ambito psicologico e di terapia.
Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 10 SET 2021

Gentile Isabella,
da quanto scrive emerge, a mio avviso, molta confusione sul lavoro che in futuro vorrà fare in quanto da un lato sembra pentita della scelta di studi fatta in precedenza e dall'altro non esclude di poter insegnare le materie studiate alla triennale anche nell'ipotesi di una scelta adesso diversa che comunque le causa anche ansia in quanto nuova.
E' pertanto consigliabile che si avvalga di una consulenza psicologica per approfondire questa tematica in modo da poter fare una scelta più ponderata.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7540 Risposte

21082 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 SET 2021

Carissima Isabella,
la prima cosa che mi salta agli occhi leggendo la tua richiesta di aiuto è quel "fortunatamente" sono cambiata.
Mi fa pensare ad una tua consapevolezza, al fatto che dentro di te forse già sai che rispetto alla scelta iniziale oggi hai altre esigenze, un'idea differente del tuo futuro.
Ci sta: si cresce, si matura, si cambia...per fortuna! Come dici tu!
Ora la difficoltà, intuisco dalle tue parole, è prendere una decisione che vada in questo senso.
Cambiare direzione, buttandoti in qualcosa che non sai se ti piacerà o se ti riuscirà bene, è un incognita che ti spaventa.
Ciò che non conosciamo fa sempre un po' paura ma in ogni scelta che facciamo nella nostra vita, un piccolo rischio lo dobbiamo sempre mettere in conto.
Allora ascoltati: prova ad immaginarti nelle due situazioni (rimare sull'insegnamento o prendere la via nuova) e senti cosa ti "arriva".
E se la fatica è tanta se questa confusione ti genera sofferenza, quel sostegno a cui già stai pensando ti può aiutare a prendere questa decisione in modo più sereno.

Un caro saluto
Dott.ssa Melania Rivalta - Psicologa

Dott.ssa Melania Rivalta Psicologo a Ravenna

19 Risposte

11 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2021

Cara Isabella
Seguo e comprendo la su a confusion.
Resto a disposizione anche online se vorrai fare una consulenza d*orientamento.
Cordiali saluti.

Dott.ssa Margherita Romeo

Dott.ssa Margherita Romeo Psicologo a Roma

899 Risposte

279 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 SET 2021

Gentile Isabella,
i sentimenti contrastanti rispetto al suo percorso di studi sono normali e comuni a molti studenti universitari. Da ciò che scrive inizialmente sembra frustrata dal fatto che molti suoi coetanei già lavorano grazie ai genitori, quindi considero questo aspetto irrilevante.
Per quanto riguarda le scelte che lei dovrà prendere per il suo futuro le consiglio di riflettere su ciò che più la appassiona senza preoccuparsi in modo così ansioso del tempo necessario in quanto, la maggior parte delle volte, per raggiungere i propri obiettivi e fare ciò che ci fa stare bene ci vuole tempo e determinazione.
Rimango a sua disposizione se sente la necessità di crearsi un momento e uno spazio per sé e per riflettere a fondo sui suoi dubbi ed emozioni (ricevo anche online)
Le auguro buona fortuna, cordiali saluti
Dott. Massimiliano Compagnone

Dott. Massimiliano Compagnone Psicologo a Aulla

184 Risposte

46 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 SET 2021

Cara Isabella, da ciò che leggo, mi sembri una ragazza in gamba, con un certo potenziale. Mi arriva anche un po' di confusione in merito a cosa vorresti fare terminati gli studi. Come pure l'esigenza di renderti indipendente quanto prima. Ora bisogna tener conto che ogni scelta è una rinuncia. Se decidi di proseguire con gli studi, ottima cosa a mio avviso, forse bisognerebbe rinunciare all'idea di lavorare, almeno nell'immediato. E magari strada facendo ti chiarisci le idee in merito a quello che ti piacerebbe fare. Insomma prendi tempo e non angustiarti. Pensa a prepararti bene che poi raccoglierai i tuoi frutti.
Un grande in bocca al lupo! D.ssa Antonella Ricci

Dott.ssa Antonella Ricci Psicologo a Tivoli

160 Risposte

58 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 SET 2021

Ciao Isabella,
viviamo in un contesto in cui tutto corre e anche noi siamo chiamati a tenere il passo svelto. E' del tutto normale, in questo contesto, provare confusione nella scelta della strada da voler intraprendere per il futuro, perchè si tratta di una scelta che ci accompagnerà ogni giorno e che in qualche modo ci caratterizza.
I dubbi sono funzionali alla crescita e al cambiamento e rappresentano un importante momento di transizione che caratterizza il ciclo di vita. Anche gli obiettivi, le passioni e gli interessi cambiano nel corso della crescita e cambiano, in particolare, anche durante il percorso universitario. Le novità spaventano, ma contemporaneamente ci incuriosiscono e fanno nascere nuove energie. Ti consiglio di fermarti, di respirare e riflettere sul qui ed ora, sul tuo vissuto, su come stai ora e di accogliere le sensazioni che arrivano senza avere paura.
Spero questo sia stato per te uno spunto di riflessione che ti aiuti a proseguire nelle tua carriera universitaria e a non aver paura di sbagliare, anche da uno sbaglio nascono nuove esperienze utili ad andare avanti.
Se hai bisogno sono a tua disposizione per approfondire.
Un caro saluto.

Dott.ssa Cristina De Nardo Psicologo a Roma

2 Risposte

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2021

Salve, mi dispiace per il disagio espresso. Comprendo quanto sia difficile questo momento per lei. Crearsi uno spazio in cui riflettere su ciò che sente le potrebbe essere d’aiuto per costruire una maggiore consapevolezza dei suoi vissuti emotivi.

Cordialmente,
Dott.ssa FM

Dott.ssa Francesca Moscetta Psicologo a Roma

165 Risposte

52 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2021

Buongiorno Isabella,
Ho letto il suo messaggio. Dalle sue parole sento la fatica che sta vivendo e mi pare di capire sia legata ad una mancanza di fiducia nelle proprie capacità di scegliere. Posso dirle che una scelta la si percepisce come chiara solo quando è possibile sentire con chiarezza i propri bisogni e desideri. Potrebbe valutare di contattare una/o psicoterapeuta per una prima consulenza che l'aiuti a mettere a fuoco se e come un percorso individuale possa esserle d'aiuto.
Se dovesse aver bisogno, sono a disposizione.
Le auguro un buon inizio!

Dott.ssa Laura Travaglini

Dott.ssa Laura Travaglini Psicologo a Lecco

11 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2021

Ciao Isabella,

la prima cosa che mi sento di dirti è che la tua confusione è del tutto normale e tipica del percorso che stai facendo.

Il periodo universitario rappresenta un momento di cambiamento per tutti, e guai se non lo fosse, perché corrisponde ad un periodo di transizione e crescita personale davvero fondamentale.

In questa cornice, i dubbi che hai sul continuare il tuo percorso come stabilito o se cambiare, anche se non in modo radicale, rappresentano un metodo efficace e produttivo, di "aggiustare il tiro" su quello che è il percorso che tu vuoi dare alla tua vita.

Quindi ben vengano dubbi e domande: a 19 anni hai scelto una strada, è ancora quella giusta per te? C'è qualcosa da cambiare? Chi sei tu ora? Oggi, chi vuoi essere domani?

L'unico consiglio che mi sento di darti in questo senso è:
Non basarti troppo sulle proiezioni lavorative future, ma decidi in base a ciò che tu pensi sia vero oggi per te e datti un tempo ed una scadenza per decidere!

La prima parte perché non puoi sapere come e quanto evolverà il mondo del lavoro, e la società in generale, quando finirai gli studi.
La seconda parte per non cadere nel tranello del dubbio patologico, in cui le troppe domande generano insicurezza e la paura che ne nasce ti impedisce di prendere una decisione definitiva.

Detto questo, vorrei aggiungere una cosa che reputo fondamentale.

Mai, come durante il percorso universitario, è adatta la frase "l'importanza non è la destinazione, ma il viaggio!"

Ti assicuro che NESSUNA delle esperienze che farai in questo periodo andrà sprecato!
Che si tratti di stare sdraiata su un prato a guardare le nuvole, di trovare un lavoro per arrotondare, di conoscere persone nei contesti più disparati, o qualsiasi altra esperienza tu possa pensare di fare.
Ti assicuro che, se vivrai il presente, ricorderai ogni attimo ed ogni momento ed imparerai qualcosa da ogni gesto.

Spero di esserti stata utile e, se vuoi parlarne, non esitare a contattarmi

In bocca al lupo!

Dott.ssa Rosita Del Medico Psicologo a Roma

26 Risposte

12 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18850

psicologi

domande 30050

domande

Risposte 102350

Risposte