confusione: paura di amare o paura di perdersi?

Inviata da chloe · 23 nov 2020

Salve a tutti, sono una ragazza di 25 anni ed ecco la mia storia:
quando andavo al liceo ho conosciuto E. e abbiamo avuto una bellissima storia ma piena di litigi e incomprensioni. io avevo 16 anni e lui 21. dopo 1 mese di relazione i miei genitori volevano che lo lasciassi dicendo che non era quello giusto per me e ho dovuto nascondere la relazione per più di 1 anno. è stata dura mentire sempre, trovare scuse per vederlo e cercare di non far pesare a E. e a me stessa tante cose. Alla fine ci lasciammo per vari motivi e ho avuto altre relazioni cosi come lui. Ormai sono passati 8 anni ed ora ci siamo ritrovati. Nel corso di questi 8 anni abbiamo avuto altre relazioni, ma io lo pensavo spesso..ci siamo risentiti diverse volte ma alla fine litigavamo sempre e smettevamo di sentirci. Non ci siamo mai rivisti anche perchè lui è andato a vivere in Inghilterra e io a Roma. Ora ci troviamo tutti e due nella nostra città e ci siamo rivisti. è stato bello. provo gli stessi sentimenti e lui vorrebbe riprovarci. Sono 2 settimane che ci vediamo praticamente ogni giorno ed io non riesco a staccarmi da lui anche se alle volte penso che non sia la cosa giusta. Ormai sono cresciuta e ho altre esigenze , voglio ancora godermi la mia giovinezza in un modo o nell'altro, viaggiare, devo finire l'università e dopo mi piacerebbe andare all'estero a lavorare. Lui invece vorrebbe comunque una relazione stabile e seria, convivere ecc... mi sento appesa . Da un lato vorrei vivere questa relazione , dall'altro penso a tutto quello che ancora vorrei realizzare, le esperienze che vorrei fare e mi trovo in confusione.
Non so se è solo la paura di amarlo di nuovo, di dover affrontare di nuovo i miei genitori e la paura che anche ora, dopo anni, non lo accetterebbero...o se è qualcos altro... Poi, in questi anni lui ha avuto una relazione dalla quale è nata una figlia, e mi vergogno a dirlo ma forse una parte di me non vuole accettare anche questo fatto. O è il ricordo di tutte le cose complicate che ci sono state ed io ho bisogno di libertà. Non so come gestire questa cosa, se lasciar perdere tutto e concentrarmi su di me o se continuare a vederlo.
In più, da quando è tornato non faccio altro che pensare a lui, tutto gira in torno a lui e non faccio più niente altro. Non studio, non vedo amiche, nulla.. ho solo voglia di vederlo.
Cosa posso fare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17900

psicologi

domande 27300

domande

Risposte 94300

Risposte