Confusione e sconvolgimento emotivo

Inviata da Sara · 29 ott 2019 Terapia di coppia

Buonasera! Sono una ragazza di 26 anni fidanzata da 5 anni con un ragazzo col quale ho vissuto i primi due anni e mezzo nella nostra città d'origine seguiti da altri tre anni a distanza per motivi di lavoro (prima è andato via lui, poi è toccato a me) e tra qualche mese finalmente ritorneremo a casa insieme. Questi anni non sono stati affatto facili per noi, in particolare mi sono riscoperta la parte debole della coppia: purtroppo devo ammettere che per ben tre volte ho avuto dei momenti di confusione e mi sono invaghita di altri ragazzi con i quali, ci tengo a precisarlo, non c'è stato nulla, se non semplicemente dei baci, poi al momento giusto è avvenuto il disincanto e mi sono accorta di quel che stava accadendo a me stessa e di cosa avrei perso (il mio fidanzato). Non mi voglio creare una giustificazione in merito sebbene sia molto severa e provata con me stessa di quanto accaduto, ma ho sempre pensato che ciò fosse causato dalle mancanze che sentivo da parte del mio fidanzato, dalle trascurarezze, dalle poche attenzioni e, di conseguenza, le ricercavo in altri ragazzi che dimostravano ben volenti il loro interesse. Oltre a questi momenti in cui sentivo scemare il mio sentimento per lui per poi riscoprirlo più forte di prima l'aspetto sessuale è una parte che va analizzata: per la mia educazione e per la mia crescita rigide mi rivelo essere pudica, riservata, e anche nel sesso l'ho manifestato, un po' per inesperienza e un po', per l'appunto, per educazione (per esempio, durante i svariati tentativi di penetrazione, non avvenuta mai del tutto o per niente, mi sono sempre sentita contratta e non pronta).
Per il resto, nonostante tutto, abbiamo sempre cercato di andare avanti e di guardare ai momenti più belli e di viverne di altri.
Al momento non nascondo che mi sento, come ho sottolineato, molto provata emotivamente dopo l'ultimo sconvolgimento avvenuto in queste settimane. L'ho detto al mio fidanzato e lui mi ha "perdonata" dandomi fiducia e riconoscendo le sue mancanze e assenze. La domanda che pongo è questa: perché mi è successo questo? Perché ci ricasco? Grazie di cuore per qualsiasi vostro consiglio, opinione sinceri e attenti che vogliate darmi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte