Confusione e paralisi

Inviata da shinebright · 15 apr 2021

Salve a tutti!
Sono una studentessa universitaria, ho 21 anni e vi scrivo in merito al periodo molto confusionario nel quale mi trovo. Dall'inizio della pandemia, si sono rafforzate in me insicurezze che prima erano tacite. Sono sempre stata una studentessa modello, impegnata in diverse attività artistiche, politiche e di volontariato. Mi sono sempre considerata una ragazza dinamica, solare ed una buona ascoltatrice, ma ultimamente la mia voce sembra essersi persa in un pozzo di vergogna e senso di colpevolezza. Non capisco ancora il motivo, ma più studio e meno ottengo ciò a cui aspiro, più mi impegno e più mi distacco dal mio obiettivo. Ogni volta che devo portare a termine un compito (es. Un esame) e tale mansione non viene svolta nel modo in cui vorrei o non arrivo dove vorrei mi sento un completo fallimento, annullando anche tutte le cose che ho fatto di buone. Nell'ultimo mese ho iniziato un percorso psicologico perché consapevole delle mie insicurezze ma volevo comunque dirigermi anche ad altri professionisti per ulteriori opinioni.
Se dovessi descrivere il mio malessere in un'immagine sarebbe la seguente: io distesa su delle rotaie roventi con un fischio continuo di sottofondo, a segnalare un treno che arriva; mi sento bloccata, inerme e aspetto quel treno per ore. Quando il treno sembra arrivare, mi alzo con fatica e cerco di spingerlo indietro, più che posso, affinché non mi schiacci. In poche parole, mi sento come un giocoliere che deve tenere in aria più palle possibili, per evitare lo scherno degli altri.
Ecco, gli altri sono da sempre per me un pro e un contro. È come se facessi a gara con il mondo per essere la migliore, quando quest'ultimo non mi guarda neanche.
Mia madre ha sempre avuto un impatto molto forte nella mia vita: mi ha cresciuta con l'idea che se non studi e non sei meglio degli altri non vali nulla. È sempre stata molto severa con me, vietandomi molte cose. Sebbene ora viva da sola, lei non svanisce mai, ho completamente assorbito il suo stile, rendendolo una fonte di disagio.
Da qualche mese, ho forti emicranie, scaturite dal nulla, mi sento stanca, annoiata, demotivata e attacchi di panico. Il mio psicologo mi ha informata che potrebbe trattarsi di depressione. Ancora non riesco ad accettarlo. Sono giovane, non mi manca niente, eppure potrei essere malata. É una pillola dura da digerire, soprattutto quando le persone si aspettano molto da te ma non sai come spiegare loro che vorresti solo chiuderti in una stanza buia e piangere.

Vi ringrazio per la lettura e soprattutto per il tempo concessomi. Spero davvero di ottenere un Vostro riscontro.
Un saluto

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 15 APR 2021

Cara shinebright,
Dalle parole che hai voluto condividere con noi leggo molta sofferenza, unita ad una grande paura di non soddisfare le proprie ed altrui aspettative.
Credo che iniziare un percorso di sostegno psicologico sia stata un'ottima idea: in questo modo potrai essere aiutata e supportata da un professionista, ed avrai modo di approfondire ed esplorare molti aspetti di te che ti sono sconosciuti e sui quali potrai riflettere utilizzando nuove prospettive.
Quello che mi sento di dirti è datti tempo, impara ad ascoltare il tuo corpo e la tua mente e i segnali che stanno cercando di mandarti. Ora che lo hai accolti, da loro modo di spiegarti cosa sta succedendo, e lasciati aiutare da solo ad alzarti dalle rotaie e bloccare il treno con forza e fermezza.
Affidati al professionista che hai scelto, segui le sue indicazioni e vedrai che presto starai meglio!
Un caro saluto

Dott.ssa Fulvia Messina Psicologo a Cosenza

60 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101200

Risposte