Conflitto tra padre-figlio e dipendenze

Inviata da giusy · 22 set 2014 Psicologia sociale e legale

Da alcuni anni il rapporto tra padre e figlio si è incancrenito al punto che, quasi, non si rivolgono più la parola. Il figlio dislessico (riconosciuto tardivamente a 16 anni) vede il padre un letterato irraggiungibile (?). Il padre soffre la delusione del disimpegno del figlio che, forse per questa ragione, ha abbandonato studi e sport, ripiegando nel fumo le sue frustrazioni (?) La madre non tollera il disordine in cui si lascia vivere il figlio (la sua camera rasenta il degrado ambientale) La sorella, non vorrei che a lungo andare soffrisse questa situazione. Si può intervenire? L'ipnosi può essere una soluzione? Ma come fare nel caso il ragazzo non accettasse l'idea di un confronto, familiare ovviamente, e non volesse partecipare agli incontri? Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 SET 2014

Buongiorno Giusy, lei è una madre attenta e ha ben compreso che qualcosa si è "inceppato ", all'interno della vostra famiglia e che questo fa soffrire o può fare soffrire tutti, nessuno escluso. Quindi segua l'idea di un confronto famigliare e non si preoccupi, di solito i ragazzi quando capiscono che è tutta la famiglia che si mette in discussione accettano il confronto, ma se cosi non dovesse essere si comincerà con chi al momento è più disponibile. Si può ripartire, coraggio!
Dott.ssa Allodoli Annalisa

Dott.ssa Allodoli Annalisa Psicologo a Ravenna

17 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 SET 2014

Cara Giusy
la sua analisi essenziale è chiara ma la forma impersonale della descrizione lascia perplessi.
Cosa succede inq uesta famiglia realmente? Si è persa la comunicazione, si sono creati mondi paralleli in cui ciascun membro della famiglia stessa si è chiuso in un suo specifico universo? Si è perso il senso di comunità e di famiglia?.
Questa è la cosa davvero triste del suo racconto.
Come siamo messi in questa famiglia? nessuno più comunica con nessuno?
Ohi Ohi ..non va bene .
Troviamo un modo per ricominciare e per riaprire qualche via di comunicazione: lei con suo marito? lei con suo figlio? lei con sua figlia.....
Partirei da lei anche perché probabilmente è lei quella che più soffre e che quindi è anche la più sana tanto che ha avuto la bella iniziativa di scriverci..e questo lo dimostra (dimostra la su sanità intendo, nel rendersi conto di questi muri innalzati tra le persone ).
Occorre riaprire un dialogo e mettere le cose su un piano di evidenza.
Comunicare agli altri che è necessario un cambiamento e iniziare eventualmente lei un percorso coinvolgendo uno psicoterapeuta e poi si cercherà di ampliare l'intervento agli altri componenti, qualora nessuno di loro volesse spontaneamente aderire all'idea.
Coraggio! Lei può fare molto e invertire i processi di alienazione di questo nucleo famigliare; lo faccia per se stessa e per i suoi figli e mantenga la lucidità dell'intento e lo traduca in azione.
Ci faccia sapere come andrà.
Cordialissimi saluti.
Psicoterapeuta Dott.ssa Silvana Ceccucci in Ravenna .

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7328 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 SET 2014

Gentile Giusy,
l'intervento psicologico lo vedi possibile, ma non con l'ipnosi. Una terapia familiare che comporti la riconsiderazione e ristrutturazione dei rapporti padre e figlio potrebbe essere più indicata. Solo una valutazione della situazione familiare che si è creata potrà dire quale potrebbe essere l'intervento più efficacie
dr paolo zucconi sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale e cognitivo a udine (friuli venezia giulia)

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1590 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Altre domande su Psicologia sociale e legale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101200

Risposte