Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Comportamento incomprensibile

Inviata da Sara il 17 nov 2017 Terapia di coppia

Gentili Dottori, ho deciso di scrivervi per chiedervi aiuto in merito a una situazione che mi sta togliendo la serenità. Ho conosciuto un ragazzo circa un mese fa, fin da subito è partito in quarta, fiori, lunghe telefonate, messaggi smielati... Lui sapeva che io avrei avuto difficoltà a fidarmi nuovamente di qualcuno in quanto ho sofferto molto in passato, ma nonostante ciò ha sempre fatto di tutto (a parole) per farmi cambiare idea e così ho deciso di dargli una possibilità. Circa due settimane fa abbiamo avuto qualche discussione per alcune sue bugie (mi disse che la sera era stato in un ristorante che poi ho scoperto neanche esisteva,inoltre mi disse che chattava ogni minuto con la sorella per poi dirmi che gli dispiaceva sentire la sorella ogni tre giorni) ovviamente tutto questo mi ha creato un'enorme diffidenza e di conseguenza mettevo in dubbio ogni cosa. Il giorno dopo mi scrive che non poteva stare insieme a una persona che non si fidava di lui (ma dopo un mese cosa pretendi?!) mi scrive espressamente le sue CONDIZIONI e che se avrei voluto fare funzionare questa storia mi sarei dovuta fidare di lui e soprattutto avrei dovuto accettare il rapporto con le sue amiche che definisce Donne con la D maiuscola perché sa che persone sono! Riconosco i miei errori e comprendo che probabilmente dovevo essere più “leggera” e gli dico tranquillamente che farò di tutto per fidarmi di lui e che non ci sono problemi per quanto riguarda le sue “amicizie femminili”. Poi cambia nuovamente intenzioni e mi dice che ci deve pensare e che non può rispondermi subito in quanto ha paura che io nuovamente non mi fidi di lui! Gli rispondo che stiamo parlando di appena un mese di conoscenza e che io non avrei aspettato i tempi di nessuno! Risponde che per lui andava bene, voleva continuare ma l’importante è che non ci siano stati più sbagli. Io fiduciosa di ricostruire il rapporto attendo i giorni a seguire, ma lui sparisce!! Gli scrivo qualche messaggio per capire le sue reali intenzioni e mi risponde (sporadicamente) che vuole andare avanti ma di fatto non si fa sentire! Martedì mi ha mandato il buongiorno, ci saremmo dovuti sentire il giorno dopo per parlare di alcune cose ma niente! Mi sono allontanata per una settimana per dargli più spazio e ieri gli ho nuovamente scritto. Mi risponde che mi avrebbe chiamata in giornata è anche questa volta è sparito. Ho compreso i miei sbagli e gli ho giurato che avrei fatto di tutto per recuperare questa conoscenza però non è neanche bello essere trattate in questo modo!! Mi sento terribilmente in colpa per il mio comportamento e per averlo perso per colpa mia. Questo silenzio mi sta dilaniando. Cosa mi consigliate di fare? Mi sento presa in giro. Perché non dirlo subito che non voleva continuare?! Attendo speranzosa una vostra risposta. Vi ringrazio infinitamente.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Sara,
la precedente relazione ha probabilmente minato la sua fiducia Aspetto questo che dovrà cercare di approfondire per vedere quali sono le sue aspettative rispetto al rapporto di coppia.
Tuttavia questo ragazzo, pone tutta un serie di condizioni, sia per le persone che vuole frequentare, sia per i tempi da dedicare a lei.
Un mese è un breve spazio di conoscenza, ma mi sembra che i cambiamenti vengano richiesti solo a lei e non è un buon presupposto.
Provi a spiegare in maniera accogliente al suo ragazzo quali sono le sue aspettative ed i suoi bisogni, cercando di capire se è possibile stabilire una progettualità condivisa.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1280 Risposte

1103 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Sara,
io credo che questo sia il modo di vivere tipico di questa persona: gli altri, per lui, hanno una vita mentale propria e devono sottostare alle sue condizioni. Quando decide che è il momento di farsi vivo (cioè, se percepisce che l' altro non lo sta più aspettando e che, quindi, ne ha perduto il controllo), lo fa con bugie a giustificare il proprio comportamento e in virtù del proprio disagio. A lei comprendere cosa , in lei, la muove ad attenderlo. Le consiglierei una terapia per approfondire.
Dr. Daniela Cataldo

Studio Cataldo Psicologo a Genzano di Roma

7 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15900

psicologi

domande 20300

domande

Risposte 80000

Risposte