Compagno mammone e pronto a distruggere sempre la sua piccola famiglia

Inviata da Claudia · 5 giu 2014 Terapia familiare

Salve, ho una storia complicatissima da raccontare e dopo 5 lunghi e tormentati anni nn so davvero più come prenderla! Dal primo momento che ci siam conosciuti e frequentati é nata una bellissima storia d'amore , eravamo inseparabili nn riuscivano a stare lontani e nonostante abitavamo in due paesi, seppur vicini da 15 km, diversi! Ho iniziato a conoscere la sua famiglia e nn ancora vedevo problemi se nn quando abbiamo deciso ,per lavoro ,di trasferirci a 150km da casa di entrambi e siamo andati a coinvivere e fare anche una bambina! Da quel momento in poi è nato l'inferno con la sua famiglia e lui compreso! Tt le decisioni importanti che ci riguardavano doveva esser prese in accordo della mamma e se tt qst nn accadeva , la prima e l'unica soluzione e pensiero che passava dalla testa del mio compagno era quella di lasciarsi! Il primo episodio: il nome della nostra bimba, se si sarebbe chiamata come la mamma, bene, altrimenti avrei potuto da subito abortire, nonostante il desiderio di avere una bambina è nato per prima da lui e anche fortemente e poi a me! E vabbe... Ho cercato di avere tt la pazienza di qst mondo nell'essere forte e farlo ragionare e superare qst brutto episodio. La bambina di è chiamata come abbiamo sempre pensato insieme , prima ancora di concepirla e nn come la mamma! Da li in poi son accaduti tanti altri episodi in cui veniva utilizzata sempre e solo presunzione e arroganza nel voler decider per la nostra vita a partire dal fatto di passare, le feste , domeniche e tt le volte che sia aveva la possibilità di stare vicini alle proprie famiglie, sempre con la propria e cioè la mamma nn rispettando e stando a vedere quelli che potevano essere anche i miei desideri e cioè vivermi anch'io la mia famiglia! Insomma si è litigati per tantissime situazioni fino all'ultima qualche gg fa e il mio compagno nel frattempo , difronte a tt qst brutti accadimenti l'ho sempre visto in disaccordo con me e sempre in accordo con la mamma , ma sarà stato l'amore che ha visto da parte mia nei suoi confronti o quei pochi momenti che avrà avuti di lucidità o l'amore per me che ha sempre ingoiato tt le situazioni in cui io nn ero in accordo con la mamma e si andava avanti! Ad oggi la situazione è peggiorata sempre di più! Lo vedo un uomo che nutre tanta rabbia dentro nei miei confronti e che pensa che sono la persona più cattiva di qst mondo e mi ha chiesto di chiudere definitivamente con la sua famiglia! Un particolare molto importante: tt le volte che nn mi sono sottomessa alle loro richieste assurde, si sono sempre messe contro descrivendomi come una bruttissima persona ( esattamente quello che pensa il mio compagno di me) agli occhi del mio compagno e sempre pronte a chiudere tt i rapporti con me! Io nn ne posso più ,io vorrei viver la mia vita decidendo soprattutto insieme al mio compagno per la nostra vita e invece devo vedere sempre decider loro per noi, se qst nn accade si litiga così forte da chiuder i rapporti! Delle esplosioni di bombe atomiche sono ogni volta !e il mio compagno nn vuole capire che la vita é la nostra e dobbiamo decidere allo noi è nn la mamma! Le racconta per filo e per segno tt quello che ci accade , i nostri momenti brutti e soprattutto i nostri problemi , io nn la vedo una cosa per niente normale. Io da donna nn racconto la mia vita o per lo meno i problemi a mia madre e lo fa lui che é così mammone e piccolo che nn capisce che qst porta solo ad avere dei giudizi negativi ,ancor più pesanti di quanto potrebbero esser già ,su di me! Lui é molto buono forse troppo ma solo con la sua famiglia e nei momenti di tranquillità lo é anche con me ma ho capito che per nn si farebbe uccidere assolutamente per me , forse per sua figlia ma sicuro per la sua famiglia siii! Ecco perché al primo problema che si presenta ( che riguarda la sua famiglia) è sempre pronto a lasciarmi .... Aiutamiiii a capire cosa fare e se é una battaglia persa la mia....:(

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 GIU 2014

il suo compagno è intrappolato nel complesso edipico, psicologicamente è rimasto il,bambino che cerca di distruggere il padre per accaparrarsi l'amore della madre e lei e la sua bambina siete "colpevoli" di averlo sottratto all'affetto della madre, infatti alla minima difficoltà parla di separarsi, perchè la,cosa che più desidera è tornare a casa dei suoni per vincere finalmente la sfida col padre. se questo ometto ha superato i 30 anni, non cambierà mai. se ne faccia una ragione, o si prende quello che di buono ha trovato in lui e gliele da tutte vinte per evitare conflitti nell'interesse di sua figlia, oppure è inutile che perda tempo con lui.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 GIU 2014

Cara Claudia, la situazione che descrivi sicuramente crea in te molta sofferenza ma più ti contrapponi alla sua famiglia più alimenti il conflitto tra di voi. Lui si sente tra due fuochi e forse non ce la fa più a gestirli, quindi preferisce ventilare situazioni drastiche, come la chiusura del vostro rapporto, quando si presentano i conflitti. Questo non è un modo sano di gestire la comunicazione e la relazione e probabilmente sarebbe opportuno richiedere un aiuto da un terapeuta di coppia per risolvere i vostri conflitti e capire se ci sono margini di mediazione o no, per aiutare il tuo compagno a gestire i rapporti con questa famiglia invadente, e ricreare una coppia unita e affiatata.
Rimango a tua disposizione
Un caro saluto
Dott.ssa Elisa Zocchi

Dott.ssa Elisa Zocchi Psicologo a Samarate

109 Risposte

103 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84150

Risposte