Come superare una crisi universitaria che dura ormai da due anni?

Inviata da Omaima il 11 ott 2017 5 Risposte  · Orientamento professionale

Salve, mi chiamo Omaima e sono una studentessa di 22 anni.
Frequento una facoltà della durata di 5 anni ma sono ormai due gli anni in cui non riesco più ad andare avanti con lo studio. Faccio veramente difficoltà a concentrarmi e farmi piacere quello che sto studiando. La facoltà a cui sono iscritta non era la mia prima scelta al momento dell'immatricolazione ma ho sempre trovato un motivo per andare avanti, per non mollare. Sono molto indietro con gli esami e vedere i miei colleghi invece superarli senza problemi mi butta ancora più giù. So benissimo che ognuno di noi nella vita ha il proprio percorso e che non bisogna mettersi al paragone degli altri ma ormai mi è inevitabile. Mi sento prigioniera di questa facoltà, di questo momento della mia vita. Tante volte ho pensato di mollare, di fare altro ma non oserei mai dare un dispiacere così grande ai miei genitori che hanno sempre fatto molti sacrifici per permettermi gli studi. Il mio problema è: quello che sto studiando non mi motiva ma il lavoro che andrò a fare dopo invece mi piace molto. Non so più cosa pensare di me stessa e mi sento sempre più un enorme fallimento. Non so nemmeno io che tipo di aiuto io stia cercando, so solo che sono arrivata al limite di questa situazione.
Grazie mille per la disponibilità.

genitori , lavoro , riesco , crisi , difficoltà

Miglior risposta

Gentile Omaima,
Quel’è il suo sogno più importante? Se è fare il lavoro al quale la porterà la facoltà che sta facendo ora, allora forse vale la pena di insistere e di proseguire (sarebbe da capire che cosa la sta bloccando e agire su quello). Se invece la cosa più importante fosse fare la facoltà e poi il lavoro che erano stati la sua prima scelta, allora dovrebbe prendere in considerazione l’idea di cambiare facoltà. Non sarebbe una scelta facile, nemmeno per i suoi genitori, ma è importante che scelga in autonomia la cosa che va meglio a LEI.
Un caro saluto
Dott.ssa Katarzyna A. Ratkowska

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Cara Omaima,

sono interessato a quello che scrivi e come lo hai scritto. Mi interessa ad esempio quando dici di sentirti prigioniera della tua facoltà ma aggiungi in questo momento di vita. Lo trovo interessante perchè hai 22 anni con tutto quello che comporta per te nei rapporti con i genitori, nell'apertura verso gli altri e la società e il futuro, nelle tue relazioni sentimentali, nel rapporto con te stessa e il tuo corpo ecc. Mi interessa anche quando dici come questa facoltà non sia stata la tua prima scelta ma così è andata. Anche questo mi fa incuriosire come ci possa essere un tuo modo di vivere e metterti nelle cose come nelle scelte. E poi il paragone con gli altri e forse il sentirti un po' con una marcia in meno, forse debole e forse in questo momento "disarmata". Se qualcosa che hai trovato scritto ti ha toccato, ti ha fatto pensare allora ora si può fare qualcosa. Forse l'aver chiesto aiuto è un germoglio di desiderio di uscire da questa sofferenza e di vederti sbocciare. Anche per questo sono interessato, perché ho la certezza che puoi affrontare quello che ti fa soffrire, sempre.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

15 OTT 2017

Logo Dott. Andrea Galiano Dott. Andrea Galiano

3 Risposte

1 voto positivo

Gentile Omaima,
sarebbe opportuno approfondire cosa la sta veramente bloccando da due anni nel proseguire lo studio dal momento che , a mio avviso, non è una spiegazione sufficiente l'aver incontrato qualche esame a lei ostico mentre, completati gli studi, il lavoro che andrebbe a fare le piace.
Per uscire da questa fase di sconforto e confusione le suggerisco un percorso di psicoterapia preferibilmente cognitivo-comportamentale.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

14 OTT 2017

Logo Dott. Gennaro Fiore Dott. Gennaro Fiore

6376 Risposte

17829 voti positivi

Gentile Omaima,
comprendo che lei non desidera deludere le aspettative genitoriali, tuttavia occorre riflettere cosa le impedisce al momento di proseguire gli studi universitari.
Quali desideri, progetti, sogni pensa di aver messo da parte? Che cosa la demotiva? Utilizza le proprie risorse? Pensa ad un cambio di facoltà?
Occorre riflettere ed approfondire i suoi stati d'animo nel qui ed ora.
Resto a disposizione
Dott.ssa Donatella Costa

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

13 OTT 2017

Logo Dr.ssa Donatella Costa Dr.ssa Donatella Costa

2395 Risposte

2031 voti positivi

Cara Omaima,
potrebbe esserti utile qualche colloquio psicologico mirato ad individuare nello specifico ciò che causa demotivazione e ritardo nello studio. Dici che il lavoro a cui ti porteranno gli studi pensi ti piacerà, ma al momento "la teoria" non è molto piacevole. Se il nocciolo del problema fosse la sola demotivazione legata al tollerare la noia di apprendere nozioni che reputi poco utili o slegate dal contesto lavorativo che poi affronterai, è possibile trovare strategie di studio per diminuire questa spiacevole sensazione e darti modo di apprendere in maniera più stimolante.
Qualora emergano altre emozioni e pensieri che impediscano di concentrarsi, saranno anch'essi oggetto di attenzione e "modificazione". Potrebbe veramente essere una questione di sbloccare un piccolo sassolino, non chiuderti in te e prova a rintracciare uno psicologo che ti aiuti a venire a capo di questa situazione.
A disposizione per ulteriori informazioni,
un caro saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi
psicologa psicoterapeuta cognitiva

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

12 OTT 2017

Logo Anonimo-127163 Anonimo-127163

319 Risposte

235 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Come superare crisi coniugale con due figlie 15 e 14 anni

4 Risposte, Ultima risposta il 18 Giugno 2018

Come superare crisi universitaria

2 Risposte, Ultima risposta il 23 Febbraio 2018

Come superare una crisi universitaria?

9 Risposte, Ultima risposta il 02 Febbraio 2016

Crisi universitaria, ansia, apatia, crisi di pianto.

8 Risposte, Ultima risposta il 26 Ottobre 2017

Profondissima crisi universitaria

2 Risposte, Ultima risposta il 28 Dicembre 2017

Crisi universitaria ed emotiva

3 Risposte, Ultima risposta il 31 Gennaio 2018

30 anni - Due Problemi

3 Risposte, Ultima risposta il 27 Gennaio 2017

si può superare un blocco di tanti anni fa?

1 Risposta, Ultima risposta il 02 Febbraio 2018

Odiare il proprio percorso di studi universitari.

1 Risposta, Ultima risposta il 04 Luglio 2018